martedì 24 Novembre 2020 Di Maria:”Potenziare la Polizia Provinciale per meglio tutelare l’ambiente” | infosannionews.it martedì 24 Novembre 2020
Smooth Slider

La Consulta delle Donne. La panchina rossa è un simbolo contro la violenza di genere

La Consulta delle Donne plaude all’iniziativa intrapresa dal Comune di ...

Asl, 76 nuovi positivi di cui 3 sintomatici

L'asl comunica di aver effettuato oggi 24 Novembre 787 test ...

Decadenza ex Presidente Asea. Assolto Nardone perchè il fatto non sussiste

Decadenza ex Presidente Asea. Assolto Nardone perchè il fatto non sussiste

PD estraneo.Pur non avendo mai dubitato della totale correttezza dei ...

Puglianello,il Covid miete un’altra vittima.Sarà proclamato il lutto cittadino

Puglianello,il Covid miete un'altra vittima.Sarà proclamato il lutto cittadino

Stavolta a perdere la vita un uomo di San Salvatore ...

Covid 19, il bollettino ordinario dell'Unità di Crisi della Regione Campania

L’Unità di Crisi della Regione Campania ha reso noto il ...

A Telese Terme la casa rifugio dedicata a Nasrin Sotoudeh, per donne vittime di violenza. 

A Telese Terme la casa rifugio dedicata a Nasrin Sotoudeh, per donne vittime di violenza. 

Domani bandiera a mezz’asta al Comune“Partiamo da questa data simbolica ...

Di Maria:”Potenziare la Polizia Provinciale per meglio tutelare l’ambiente”

27/10/2020
By

Il Presidente della Provincia di Benevento, Antonio Di Maria, ha manifestato la piena e convinta condivisione della posizione assunta da Michele de Pascale, Presidente dell’Unione delle Province d’Italia, che, intervenuto in video conferenza stamani davanti alla Commissione Affari costituzionali alla Camera dei Deputati per una Audizione in materia di Polizia locale, ha sostenuto la necessità di potenziare la Polizia Provinciale per meglio tutelare l’ambiente ed il territorio.

L’Audizione, avviata in Commissione per la discussione sulle proposte di legge sulle politiche integrate di sicurezza e polizia locale, è servita a fare il punto sulle gravi criticità presenti oggi nell’ambito del controllo e della sicurezza dell’ambiente.
Come riportato da fonti di Stampa dell’Upi, il Presidente Michele de Pascale ha dichiarato in sede di Audizione in Commissione: “Serve una legge nazionale che coordini tutti i corpi di polizia locale. Per quanto riguarda Province e Città metropolitane, è arrivato il momento di ristrutturare e potenziare la Polizia Provinciale con una chiara assegnazione a questo Corpo delle funzioni di polizia ambientale, polizia venatoria ed ittica e polizia stradale. Abbiamo bisogno di certezza normativa, per potere procedere a nuove assunzioni”.
“Tutti i corpi di polizia sono dimensionati a livello provinciale – ha sottolineato de Pascale – quindi questo significa che è a quella dimensione che le funzioni di sicurezza e controllo pubblico si esplicano al meglio. Con la riforma delle Province del 2015, ogni Regioni ha legiferato in maniera differente, con il risultato che ad oggi la polizia provinciale esiste in 69 Province su 76, non sempre ha gli stessi compiti e da 3.000 agenti si è passati a 781. Uomini e donne il cui supporto è stato ed è tuttora essenziale per la gestione della sicurezza nell’emergenza Covid 19. E’ impensabile – ha concluso de Pascale – che chi indossa una divisa non abbia gli stessi compiti e non sia presente su tutto il territorio nazionale. Per questo chiediamo alla Commissione di predisporre un disegno di legge che non solo coordini tutte le norme in materia di politiche per la sicurezza e la polizia, ma consenta la ristrutturazione e il potenziamento della polizia provinciale con funzioni chiare e assunzioni mirate, assicurando agli agenti pari trattamento professionale”.