domenica 26 Giugno 2022 Altrabenevento : La mensa scolastica non parte ancora dopo 40 giorni di ritardo. | infosannionews.it domenica 26 Giugno 2022
Smooth Slider

Pago Veiano. Forum Giovani: martedì 28 giugno il nuovo Presidente

Nello stesso giorno verrà eletto il nuovo consiglio direttivo formato ...

Corona : ” La Provincia e l’Asea non applicano le norme sul Deflusso Ecologico”

Corona : La Provincia e l'Asea non applicano le norme sul Deflusso Ecologico

Poca acqua dalla diga al fiume Tammaro, Altra Benevento contesta ...

A Benevento il Jazz è Vivo, con il concerto sotto le stelle “Le canzoni della radio”.

Si è conclusa, venerdì sera, in una gremitissima e calorosa ...

Benevento. Attestato in Biologia per i ragazzi del Liceo Scientifico “Galilei Vetrone”

Prime confidenze con la Medicina prima di affrontare l’Università.Il progetto ...

San Pio. Stazionaria la situazione al nosocomio nelle ultime 24 ore

San Pio. Stazionaria la situazione al nosocomio nelle ultime 24 ore

Resta stazionaria la situazione pazienti Covid al San Pio di ...

Giornata nera sulle strade: 6 feriti a Solopaca, incidente anche sulla tangenziale di Benevento.

Giornata nera sulle strade: 6 feriti a Solopaca, incidente anche sulla tangenziale di Benevento.

Tutta da accertare la dinamica di un incidente stradale avvenuto ...

Stampa articolo Stampa articolo

Altrabenevento : La mensa scolastica non parte ancora dopo 40 giorni di ritardo.

10/11/2015
By

Le ditte concorrenti si scambiano ricorsi e veleni. La CGIL tratta sulla ipotesi di riduzione del personale con la ditta non ancora incaricata definitivamente. Altrabenevento invoca l’intervento dell’autorità Anticorruzione per annullare la gara e garantire immediatamente un decente servizio alle famiglie.

altrabenevento

“Il comandante-dirigente del Comune di Benevento, Giuseppe Moschella, scrive Gabriele Corona,  ha annunciato più volte dallo scorso mese di luglio, che il servizio di mensa scolastica a Benevento sarebbe partito da 1° ottobre ed invece ad oggi non c’è neppure l’affidamento definitivo ad una ditta idonea.
I genitori dei bambini costretti ancora a mangiare panini, vorrebbero sapere quando e come si concluderà questa assurda ed inaccettabile situazione, ma Moschella e il sindaco Fausto Pepe, non si degnano neppure di spiegare che cosa sta succedendo realmente. La comunicazione istituzionale del Comune, è stata sostituita, in barba anche alle più elementari norme sulla trasparenza, dalle ‘indiscrezioni’ a Gazzetta di Benevento che riporta notizie confuse, assolutamente non ufficiali, attribuite a dirigenti o amministrazioni comunali senza neppure distinguere tra parti virgolettate e commenti giornalistici.
Allo stato del chiacchiericcio si comprende solamente, come da noi ampiamente previsto, che il Capitolato di Appalto per il servizio di mensa scolastica ha generato ulteriore confusione e conflitto con clausole capestro, come quella che prevede l’obbligo per la ditta di dover sborsare 800 mila euro per ristrutturare il centro di cottura comunale e adeguare le scuole allo scodellamento dei pasti. Questa condizione, inventata dall’amministrazione comunale che sostiene, senza vergognarsi, di non avere i soldi per effettuare questi lavori, ha di fatto indotto diverse ditte a non partecipare alla gara di appalto. Infatti sono pervenute solo due offerte, la prima dalla ditta Quadrelle 2001 in affari con la Ristorò più volte contestata, convinta di vincere nonostante abbia proposto un solo centesimo di ribasso sul prezzo a base di gara; la seconda da parte della ditta Global Service di Napoli alla quale Moschella ha temporaneamente assegnato il servizio. A quanto pare, però, tale ditta ancora non ha ottenuto dalla ASL le certificazioni necessarie per la utilizzazione del centro di cottura ad Atripalda. La Quadrelle 2001 ha proposto ricorso, ma al momento della presentazione delle offerte neppure tale ditta aveva ancora ricevuto l’assenso per la Segnalazione Certificata di Inizio Attività.
Intanto, come se non bastasse la confusione creata dal Capitolato di Appalto dai ricorsi e dai controricorsi, ci si mette pure la CGIL che ha avviato con la Global Service una stranissima trattativa innanzi all’Ufficio Provinciale per il Lavoro per una ipotesi di riduzione del personale da utilizzare per il servizio di mensa scolastica.
Altrabenevento insiste nel chiedere all’Autorità Nazionale Anticorruzione che la gara di appalto per la mensa scolastica del comune di Benevento sia annullata e che la stessa Autorità nomini con un provvedimento di urgenza, una ditta per la gestione del servizio fino alla fine di maggio 2016. L’ANAC può anche disporre la effettuazione dei lavori per l’adeguamento del centro di cottura comunale e le scuole, con la spesa a carico del bilancio comunale. Infine, ci auguriamo che la Procura della Repubblica possa concludere, finalmente, l’indagine aperta a marzo scorso dopo la video-inchiesta del Corriere della Sera, sulle responsabilità penali per questa scandalosa e disastrosa gestione del servizio di mensa scolastica”.

[print_liink]

Tags: