domenica 26 Settembre 2021 Italia Unica Benevento: presentato questa mattina il progetto di Valorizzazione della Caserma “Pepicelli” | infosannionews.it domenica 26 Settembre 2021

Smooth Slider
Mastella: “Il Maestro Mimmo Paladino girerĂ  film al Parco Verde di Benevento “

Mastella: Il Maestro Mimmo Paladino girerĂ  film al Parco Verde di Benevento

L’artista sannita Mimmo Paladino girerà un film al Parco Verde ...

Pietrelcina. A sorpresa arriva il Ministro del Turismo Massimo Garavaglia

Boom di turisti nel paese natale di Padre Pio.  L’esponente ...

Pietrelcina. Complesso sportivo: intitolato al sindaco emerito Lino Mastronardi

Tanta emozione e grande folla per l’importante cerimonia.  Masone: “per ...

Mortaruolo : Sostegno all'idea di Perifano di istituire un ITS dell'Agroalimentare in provincia di Benevento

“L'idea lanciata dal candidato sindaco di Alternativa per Benevento, Luigi ...

Benevento Calcio. Con il Perugia spettatori per il 50% della capienza massima

Benevento Calcio. Con il Perugia spettatori per il 50% della capienza massima

"Il Benevento Calcio è lieto di annunciare, in riscontro al ...

San Pio. Covid: situazione stazionaria con 14 ricoverati

San Pio. Covid: situazione stazionaria con 14 ricoverati

Non cambia la situazione Covid al San Pio di Benevento ...

Italia Unica Benevento: presentato questa mattina il progetto di Valorizzazione della Caserma “Pepicelli”

18/06/2015
By

Recuperare questa importante struttura mediante un progetto per la creazione di un polo integrato di sviluppo sostenibile ed inclusione sociale della cittĂ  di Benevento.

riprendiamoci la caserma pepicelli

Ad illustrarlo questa mattina la prof.ssa Giovanna Palermo, che è la referente di Italia Unica Benevento sul territorio sannita. Questo progetto nasce dalla volontĂ  di valorizzare un complesso edilizio (ex caserma Pepicelli) dismesso ed abbandonato, al fine di renderlo fruibile per tutta la cittĂ  e la Provincia di Benevento creando un polo integrato di sviluppo sostenibile ed inclusione sociale. Per far ciò si è ipotizzato  che il Comune di Benevento può prendere in carico il complesso edilizio e con l’utilizzo di fondi europei o di altro tipo, lo può ristrutturare destinandolo poi in parte a funzioni socio-sanitarie ed in parte ad attivitĂ  che possono essere raggruppate in 8 aree tematiche:

AREA 1 – ISTRUZIONE E FORMAZIONE
– scuola di formazione post universitaria;
– scuola di ballo (tango, balli di gruppo, balli latino-americani etc.)
– scuola di musica (chitarra classica ed elettrica, pianoforte etc.)
– scuola di canto (lirico, leggero etc.)
– scuola di teatro (classico, sperimentale, amatoriale etc.)
– scuola di danza (classica etc.)
– scuola di arte (pittura, scultura etc.)
– doposcuola (vari livelli scolastici);
– scuola di avviamento al lavoro (varie specializzazioni);
– scuola di artigianato locale (caramica cerretese etc.);
– corsi autogestiti.

AREA 2 – ATTIVITA’ CULTURALI
– associazioni di volontariato;
– attività di tipo culturale;
– mostre di arte;
– iniziative varie di tipo culturale;
– gestione di almeno n. 3 sale cinematografiche;
– gestione di una struttura teatrale.

AREA 3 – ATTIVITÀ COMMERCIALI
– bar e commercio al dettaglio;
– attività di ristorazione (ristorante, pizzeria, pub, happy hour, tea room etc.);
– negozi al dettaglio (abbigliamento, salumerie etc.).

AREA 4 – SPORT E TEMPO LIBERO
– gestione ovvero cogestione (in presenza di più richieste) di n. 2 palestre per sport vari (pallavolo, pallamano, basket, calcetto etc.);
– realizzazione di aree di svago all’aperto da realizzare nei piazzali esterni esistenti.

AREA 5 – INCUBATORE DI IMPRESE, START UP ED INIZIATIVE IMPRENDITORIALI LOCALI
– possibilità di utilizzo di spazi attrezzati multifunzionali (veri e propri uffici), completi di tutto quanto necessario per poter lavorare, messi a disposizione di coloro che ne facciano richiesta e comprensivi di collegamento internet, sale riunioni, sale conferenze per iniziative di vario tipo;
– individuazione di spazi da destinare all’interfaccia ed allo scambio di esperienze tra le iniziative locali, per realizzare sinergie innovative.

AREA 6 – SOLIDARIETÀ ED INCLUSIONE SOCIALE
– spazi da destinare al commercio equo e solidale;
– spazi per i gruppi di acquisto low cost a chilometri zero;
– spazi per l’organizzazione del car sharing a livello cittadino e provinciale, per la riduzione dei costi di gestione della mobilità urbana e per la riduzione dell’inquinamento da idrocarburi;
– spazi da destinare a coloro che vogliono assumere iniziative per portare solidarietà ai meno abbienti ed ai nuovi poveri.

AREA 7 – SMART CITY – SERVIZI AL CITTADINO
– La struttura conterrà aree di servizi al cittadino dove sarà possibile – utilizzando appositi p.c. – collegarsi alle reti comunali ed ottenere certificati, presentare richieste etc.
– L’intera struttura sarà cablata e verrà posto a disposizione gratuitamente WiFi ed altri servizi connessi all’uso di internet e dei social network.

AREA 8 – SERVIZI DI INCLUSIONE SOCIALE
– Centro di mediazione interculturale, familiare, sociale, sanitaria, scolastica;
– Centro di ascolto antiviolenza;
– Centro di sostegno alla famiglia;
– Centro di orientamento al lavoro;
– Agenzie di occupazione (a gestione di privati).
A fronte di questi intervento il comune dovrĂ  quindi dichiarare la zona “zona franca” relativamente alle tasse ed ai tributi ed i locali e gli spazi dovranno essere assegnati a canone simbolico prevedendo anche delle forme di contribuzuione compensativa (tariffe agevolate per gli utenti, impegno alla pulizia degli spazi interni ed esterni assegnati; impegno dei gestori di assumere giovani locali).
OccorrerĂ  anche “energizzare l’edificio” in modo da fornire energia a costi bassisimi. Quest’ultimo aspetto, insieme alla NO TAX AREA sopra detta ed al canone simbolico, dovrebbe essere determinante per il successo dell’iniziativa.
Il costo dell’operazione dovrebbe aggirarsi tra i 5 ed i 6 milioni di euro. Sabato 20 Giugno verrĂ  allestito anche un gazebo per la raccolta delle firme a favore dell’iniziativa.

Print This Post Print This Post

Tags: