venerdì 27 Maggio 2022 Droni in volo sulla Cerreto Medioevale | infosannionews.it venerdì 27 Maggio 2022
Smooth Slider

Domenica 29 maggio tornano le Giornate delle Oasi WWF

Dalla vetta del Partenio nell’Oasi di Pannarano al lago di ...

Contratto di Lago, Maglione: «No a personalismi, sì alle associazioni agricole».

Contratto di Lago, Maglione: «No a personalismi, sì alle associazioni agricole».

Accolgo con piacere il dibattito che si è aperto a ...

Sale leggermente il numero dei ricoverati per Covid presso il San Pio

Sale leggermente il numero dei ricoverati per Covid presso il San Pio

Ancora leggermente in salita il numero dei ricoverati per Covid ...

Provincia. Al via la rimozione delle ecoballe da Toppa Infuocata.

Provincia. Al via la rimozione delle ecoballe da Toppa Infuocata.

Il Vice Presidente della Provincia di Benevento, Nino Lombardi, ha ...

Stampa articolo Stampa articolo

Droni in volo sulla Cerreto Medioevale

15/01/2015
By

L’attività di rilievo laser condotta da STRESS, per la ricostruzione virtuale.

Il Distretto ad Alta Tecnologia per le Costruzioni sostenibili STRESS, in collaborazione con l’ITABC-CNR, oggi, giovedì 15 gennaio, ha realizzato un rilievo laser di tutta l’area di Cerreto Vecchia, impiegando un drone attrezzato con un sistema lidar avanzato. Il rilievo restituirà importanti informazioni, dati e foto, per poter realizzare una ricostruzione virtuale dell’area che sarà il punto di partenza delle attività di indagine e di valorizzazione che saranno portate avanti nei prossimi mesi sul sito archeologico sannita.
Il rilievo rientra nell’ambito delle attività del Progetto PROVACI “Tecnologie per la PROtezione sismica e la VAlorizzazione di Complessi di Interesse culturale”, finanziato dal MIUR nell’ambito del PON R&C 2007-2013, e prevede lo sviluppo di tecniche sostenibili e metodologie per la protezione sismica, la valorizzazione e la fruizione del patrimonio culturale.
Peculiarità del progetto è la forte connotazione interregionale, che partendo dall’analisi e dallo studio delle peculiarità geografiche del territorio nazionale, punta a creare valore nei diversi territori applicando le soluzioni sviluppate su siti importanti e strategici tra cui la Cerreto medievale o “vecchia” Cerreto costruita a seguito delle invasioni saracene e distrutta dal terremoto del 5 giugno 1688 e che rappresenta un esempio di tutti i castra meridionali longobardo-normanni.
In particolare, l’attività punterà, attraverso un’azione congiunta di diverse expertise, alla valorizzazione del sito archeologico della Cerreto Medievale e del territorio circostante.
La protezione e la valorizzazione del Patrimonio Culturale sono entrati pienamente nell’era digitale, in quest’ottica, sfruttando le nuove frontiere della Realtà Virtuale, della Realtà Aumentata e dei Sistemi Immersivi, intese non come semplice riproduzione digitale del sito ma piuttosto come un percorso di fruizione e visualizzazione finalizzato a ricostruire diverse realtà dell’informazione, si intende ricontestualizzare il patrimonio del territorio usando la “Cerreto Medievale” come punto di partenza per un viaggio ed uno studio del territorio e delle tradizioni.


“STRESS, a partire dal Progetto Provaci, ha avviato un percorso che punta a valorizzare le risorse investite nei programmi di ricerca attraverso azioni materiali nei diversi territori in cui opera. Con i progetti del Distretto – prosegue Ennio Rubino, Presidente di STRESS – si punterà a potenziare quest’azione attivando dimostratori in diverse province della Regione stimolando, in questo modo, collaborazioni virtuose tra enti di diverso livello, al fine di cogliere le opportunità che potranno essere offerte dalle prossime programmazioni dei PON Ricerca&Competitività, PON Cultura e PON Aree Interne. In questo processo di integrazione – conclude Rubino- per crescere bisogna essere in grado di selezionare gli obiettivi e i partner realmente in grado di fornire contributi efficaci, siano essi istituzioni, imprese o filiere.”

“Come amministrazione comunale, dichiara Caterina Meglio, Consigliere comunale di Cerreto Sannita, cogliendo il valore innovativo e condividendo gli obiettivi territoriali di Stress, ci siamo impegnati a portare a Cerreto la sperimentazione del progetto Provaci. Le attività serviranno a integrare il progetto di recupero della Cerreto Vecchia, che il Comune ha già avviato, con delle tecnologie e tipologie di indagine mai realizzate prima sul territorio.” “Fare politica del territorio –prosegue Caterina Meglio- significa anche incrociare le azioni di un comune come Cerreto con le strategie del mondo della ricerca e in particolare del Distretto per le Costruzioni sostenibili”.

Stampa articolo Stampa articolo

Tags: