sabato 27 Novembre 2021 Corona non delude le aspettative e le canta un pò a tutti: Comune, Camera di Commercio, Asl e persino Ordine degli Avvocati. | infosannionews.it sabato 27 Novembre 2021
Smooth Slider
Un nuovo decesso per Covid al “San Pio”

Un nuovo decesso per Covid al San Pio

Ancora un decesso per Covid al "San Pio". A perdere ...

Il papà di Eataly a Unisannio per l'inaugurazione dell'anno accademico

Oscar Farinetti parteciperà alla cerimonia in programma il 28 gennaioOscar ...

Confindustria e Asl in Tandem per la Prevenzione Oncologica

Oltre 70 gli screening effettuati a limatola con il supporto ...

Noi Campani all’on.Umberto Del Basso De Caro: “Non accettiamo lezioni da chicchessia”

Noi Campani all'on.Umberto Del Basso De Caro: Non accettiamo lezioni da chicchessia

“Prendiamo atto delle affermazioni dell’onorevole Umberto Del Basso De Caro, ...

Stampa articolo Stampa articolo

Corona non delude le aspettative e le canta un pò a tutti: Comune, Camera di Commercio, Asl e persino Ordine degli Avvocati.

23/05/2014
By

Risponde Fausto Pepe che sanno solo attaccare e dimenticano le cose buone fatte.

In apertura Gabriele Corona ha voluto precisare che la data della conferenza stampa per pura casualità è caduta pochi giorni prima dell’elezioni europee ma ciò è dovuto solo ed esclusivamemte all’attesa degli sviluppi di alcune indagini in corso.L’esponente di AltraBenevento parte chiaramente dalle dichiarazioni della Sarti (M5S) che il Sindaco vuole citare in giudizio ma è chiaro che,afferma Corona, malgrado sia stata una dichiarazione frettolosa, forse è una questione di lana caprina vedere se ci sono gli estremi di reato.Relativamente ancora al primo cittadino e riferendosi alla sua conferenza stampa Corona dice anche che, questi, nella sua conferenza ha dichiarato che ha due richieste di rinvio a giudizio una conclusione indagini e ci sono delle archiviazioni a suo carico. Ci sono anche indagini che riguardano il Comune di Benevento ma che non lo riguardano e non è stato indagato nella questione Zamparini ed in altre procedure in corso. Tra l’altro, relativamente alle ditte collegate a Cosentino, le stesse non hanno mai ottenuto incarichi a Benevento.
Relativamente alla discarica di Piano Borea, il Sindaco ha detto che non poteva fare diversamente visto che c’era una criticità. Noi però, dice Corona, la pensiamo diversamente e su Piano Borea lascia la parola a Sandra Sandrucci, altra esponente di AltraBenevento nonchè ella stessa avvocato. Quindi la Sandrucci rappresenta come la situazione di Piano Borea sia drammatica. Un reportage di una televisione locale ha dato delle immagini raccapriccianti del luogo in quanto non ci sono stati interventi idonei e la situazione si aggrava ogni giorno di più. C’è quindi una cattiva amministrazione sia del Sindaco che del Comune prima ancora della responsabilità penale. Lei, ha detto la Sandrucci rivolgendosi a Fausto Pepe, ha autorizzato le vasche presenti è tutto ciò che accade lì dentrola discarica, ricade sotto la sua responsabilità perchè il Comune è socio di maggioranza del consorzio Benevento 1
A proposito poi dell’impianto di depurazione, Fioretti, anche lui di AltraBenevento, contesta che il fatto che il progetto elaborato porta tutti i liquami a Sant’angelo a Piesco con provvedimenti che aumentano i costi. Come si è potuto pensare che tutti i
18 scarichi fognari con diverse pendenze, si possano collegare tutti insieme e portarli per chilometri ad un solo depuratore sito a S.Angelo a Piesco? E’ questa una sorta di ossessione che sta portando solo danni.
Sul concorso dell’Amts Corona asserisce che comunque, se non ci fosse stato una azione incalzante di AltraBenevento in questi anni oggi alcune situazioni non ci sarebbero state. Come anche per i concorsi interni ed esterni.
Passando poi alla questione della famiglia Cosentino ed alle ditte ad essa collegate, è vero che è arrivata con il centro destra, dice sempre Corona, ma l’appalto di Piazza Roma l’hanno avuto dal centrosinistra.
E se non ci fosse stata la battaglia di Altrabenevento per il Puc, una zona di esso, di interesse delle ditte in odore Cosentino era stata resa edificabile.
Il problema quindi, dice Corona, riguarda le vicende politiche e azioni giudiziarie.
Sulla questione Sparandeo poi ci sono molte cose che non ho capito. Per clan si fa riferimento al comportamento di 5 fratelli ed alcuni nipoti. Gli inquirenti fanno una distinzione tra clan e famiglia Sparandeo. Non tutti fanno parte del clan. La storia è però raccapicciante per i reati ad essi connessi, c’è di tutto dentro, ma non si capisce come mai a seguito di fatti cosi noti non ci sono stati provvedimenti così eclatanti. Quindi: le dichiarazioni dei pentiti sono ritenute attendibili o ormai fanno parte della storia di questa città? Uno dei pentiti ricorda di essere venuto dal sindaco Viespoli nel 1994 mentre era latitante ed era stato ricevuto dal sindaco stesso che, impaurito, gli consegnò un milione di lire e gli disse che non si sarebbero dovuti incontrare più al comune ma in altri siti. Ma se tutto ciò è fantasia perchè riportalo negli atti e se invece sono veri perchè non ci sono stati provvedimenti, si chiede Corona?
C’è poi la vicenda Damiano, che avrebbe versato 150.000 euro sempre al clan Sparandeo, l’incendio del settore Urbanistica del Comune, l’ordigno sotto casa di Corona, i colpi esplosi di tanto in tanto, la questione Conca, Zamparini e così via.
Per AltraBenevento non c’è convergenza tra la verità dei fatti e quella giudiziaria.
Perchè, si domanda Corona, è stato sollevato dall’incarico Claudio Mosè Principe? E le dimissioni della Maccauro?
Da non dimenticare la corruzione relativa al Museo Pubblico costruito su suolo privato e il silenzio-assenso ( quale caricatura è stata mai giusta come questa ) dei Vigili Urbani sul parcheggio abusivo di Piazza Orsini.

E’ un fiume in piena Corona che attacca anche la Camera di Commercio, che butta via 125.000 euro per un convegno ed un meeting di magistrati invece di aiutare le piccole e medie imprese in difficoltà, e l’Asl sulla quale è sceso un velo sulle vicende giudiziarie delle quali non si parla più e non si conosce più niente di ciò che riguarda i personaggi implicati. Senza dimenticare poi la Casa del Pellegriono acquistata dal comune di Pietrelcina e che attualmente è una struttura devastata, senza contare i 500.000 euro che si versano a Lampugnale per i locali di Via Paga.
In ultimo un pensiero, se cosi lo si può definire, Corona lo ha riservato all’Ordine degli Avvocati che dovrebbero vigilare su alcune nomine che sono in contrasto di loro.
Al termine il Sindaco Fausto Pepe che ha ascoltato tutta la conferenza con particolare attenzione, ha voluto precisare alcune argomentazioni di AltraBenevento sfogandosi poi con il dire che nessuno ricorda le cose buone che ha fatto, i processi che lo hanno visto vincitore ed i provvedimenti in favore della collettività presi contro anche alcuni funzionari comunali. Le persone sanno invece solo attaccare …

Stampa articolo Stampa articolo

Tags: ,