sabato 28 Gennaio 2023 Biotecnologie: Unisannio ha ospitato un seminario sui risvolti in campo biomedico del next generation sequencing | infosannionews.it sabato 28 Gennaio 2023
  • Pd: Cacciano e Del Basso De Caro, il giorno della riscossa
Smooth Slider

Si cerca il tema del Design per la BeneBiennale

Il design è soprattutto l’intelligenza che si diverte e studia ...

Accademia superata in casa dal Volleyro

Brutto stop per l'Accademia Volley che ieri sera è stata ...

EdilBen Sant'Agnese: il punto su under 15 e under 17

Nuovo anno, nuove sfide per l’EDILBEN Basket Sant’Agnese che si ...

Il Comitato Sannita Abc manifesta davanti la Regione Campania e chiede un incontro a De Luca

Ieri pomeriggio, 27 Gennaio 2023,  il Comitato sannita Abc, con ...

Tradizione Ceramista, firmato il patto di amicizia tra Cerreto Sannita e Rutigliano

A Rutigliano, in provincia di Bari, è stato stipulato il ...

L’Anpi di Benevento per la memoria dell’Olocausto e per la lotta alle discriminazioni

La sezione di Benevento dell’Anpi ha celebrato il Giorno della ...

Stampa articolo Stampa articolo

Biotecnologie: Unisannio ha ospitato un seminario sui risvolti in campo biomedico del next generation sequencing

20/11/2013
By

“Nuove frontiere del next generation sequencing e risvolti nelle applicazioni in campo biomedico” è il tema del seminario che si è svolto questo pomeriggio all’Università degli Studi del Sannio”.

prof. Massimo Delledonne e il patologo Andrea Remo

“Sono intervenuti il prof. Massimo Delledonne e il patologo Andrea Remo, del Dipartimento di Biotecnologie dell’Università degli Studi di Verona. L’incontro è stato organizzato dai docenti Massimo Pancione e Vittorio Colantuoni del Dipartimento di Scienze e Tecnologie dell’Università del Sannio.
Nel corso dell’incontro è stato mostrato come la ricerca nel campo della mappatura genetica inizi a dare i suoi frutti per la diagnostica personalizzata delle patologie. Inoltre, grazie ai costi sempre più sostenibili per effettuare la mappatura genetica e a innovativi strumenti informatici, che consentono di esplorare il DNA, sta diventando possibile l’immediata individuazione delle mutazioni genetiche alla base delle più insidiose patologie del mondo moderno”.

Stampa articolo Stampa articolo

Tags: