Scuola estiva di Archeologia e Antropologia dell’Alimentazione

 Coinvolti quindici studenti nell’iniziativa

 

Ieri mattina si è conclusa, presso l’Istituto di Istruzione Superiore  Telesi@ di Telese Terme, la scuola estiva sull’Archeologia e Antropologia dell’Alimentazione.
Sono quindici i ragazzi che sono stati selezionati per partecipare a questo importante progetto ricco di nozioni e di esperienza pratica/laboratoriale  che è stato esempio, ancora una volta, della forte sinergia esistente tra mondo della scuola e sistema imprenditoriale.
La giornata di chiusura ha consentito di tracciare un bilancio delle attività e ha visto dopo i saluti della Preside dell’Istituto Domenica Di Sorbo e del Vice Presidente Vicario Filippo Liverini, l’intervento degli Oleifici Mataluni, della direttrice del Banco di Napoli – Filiale di Telese Terme – Filomena Villano, e del Sindaco di Telese Terme, Pasquale Carofano .
Gli studenti hanno presentato il loro lavoro, risultato della perfetta integrazione tra la teoria e la pratica maturata tramite le visite nelle aziende aderenti (Oleifici Mataluni, Liderlat e Mangimi Liverini).  In particolare è stato realizzato uno studio sulla evoluzione dell’alimentazione dall’era paleolitica, alla neolitica, greca  e romana.
“Questa Scuola estiva – ha dichiarato la Preside Domenica Di Sorbo –  ha prodotto eccellenti risultati, frutto dell’impegno e della sinergia della scuola e dei suoi partner. Insomma una esperienza che valorizza il territorio e che consente ai ragazzi di approcciarsi con il mondo delle imprese e i processi produttivi.”
“Per Filippo Liverini Vice Presidente Vicario di Confindustria Benevento, attraverso la summer school, il Sistema Confindustriale ha testimoniato ancora una volta l’interesse verso le giovani generazioni e i loro progetti meritevoli. Le porte delle nostre aziende associate sono sempre aperte agli studenti che si vogliono mettere in gioco e che dimostrano di saper produrre lavori di qualità. Questa iniziativa è un punto di partenza per diffondere tra gli studenti e sul territorio la cultura d’impresa, dove il fine economico deve rappresentare il mezzo per arrivare all’eccellenza”.
Entusiasta anche il commento degli Oleifici Mataluni. “Nel nostro territorio – ha dichiarato Mario De Concilio intervenuto per conto dell’Azienda – ci sono realtà produttive importanti dove il connubio tra tradizione e innovazione può rappresentare un punto di ripartenza per generare un processo virtuoso di sviluppo anche in questo difficile momento. La nostra azienda è sempre aperta ad iniziative formative per i giovani e questa scuola estiva è stata una piacevole sorpresa in termini di partecipazione e qualità di progetti. Sia gli alunni che le imprese hanno potuto arricchirsi attraverso un’esperienza di mutuo scambio di idee, entusiasmo, informazioni  e competenza”.

Stampa articolo Stampa articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *