lunedì 18 Ottobre 2021 Cangiano rassegna le dimissioni. Chi sarà il prossimo, Varricchio? | infosannionews.it lunedì 18 Ottobre 2021
Smooth Slider

Pago Veiano.Confermata la giunta degli anni passati. Pietro De Ieso nuovo vice-sindaco.

Mauro De Ieso: “ per la terza volta consecutiva “incoronato” ...

Mastella alla guida della città per altri 5 anni.

Mastella alla guida della città per altri 5 anni.

https://youtu.be/LexW-6jceLYMastella vince ancora il ballottaggio e rivendica la sua posizione ...

Sconfitta al ballottaggio, Perifano: abbiamo fatto lo sforzo massimo ma è prevalsa la voglia di continuità

"Faremo opposizione corretta e incentrata sulle questioni della Città. Il ...

Sicurezza sul lavoro, dalla Prefettura iniziative per il rafforzamento di verifiche dell’osservanza della normativa

Sicurezza sul lavoro, dalla Prefettura iniziative per il rafforzamento di verifiche dell'osservanza della normativa

Nella mattinata odierna il Prefetto dott. Carlo Torlontano, così come ...

Il 23 ottobre UniSannio ospita il Linux Day 2021

Linux Day 2021. A Benevento talk live e incontri per ...

Cangiano rassegna le dimissioni. Chi sarà il prossimo, Varricchio?

29/01/2013
By

Dopo Isidoro Fucci pure Marco Cangiano  non accetta il posto di consigliere comunale lasciato vacante da Aldo Damiano.

In una nota Cangiano ha spiegato le sue motivazioni.”Non nascondo che è stata una scelta molto sofferta perché, nella democrazia rappresentativa, bisogna avere grande rispetto per la fiducia ricevuta dai cittadini. Credo, tuttavia, che dopo le vicende giudiziarie che hanno interessato il Comune ed alcuni suoi amministratori, sia necessario avere un quadro chiaro della situazione. Solo attendendo l’evoluzione delle vicende processuali sarà possibile chiarire le eventuali responsabilità politiche e la loro portata. Allo stato degli atti rinuncio a sedere in Consiglio perché ritengo che la chiarezza rispetto a tali fatti sia una condizione dalla quale non posso prescindere. Probabilmente, da ventiquattrenne, ho una visione ideale o idealizzata della politica ma questa è la mia linea e intendo mantenerla. Resto francamente sconcertato per le parole del capogruppo Pd Miceli, che parla di “calcoli diversi” e di “persone che preferiscono il ruolo di membro di aziende partecipate” riferendosi, con evidenza, alla mia carica di consigliere del consorzio Asi. Invito Miceli ad informarsi bene prima di emettere giudizi; se si fosse informato avrebbe scoperto che non c’è incompatibilità tra Consiglio comunale e consiglio generale dell’Asi; avrei potuto, volendo, occupare entrambe le cariche. Se ragionassi basandomi sulla convenienza delle posizioni questa sarebbe, anzi, un’occasione per me; è evidente, tuttavia, che in politica ci sono cose che vengono prima della “poltrona. Spero che i dirigenti del Pd capiscano la mia posizione di rinuncia in attesa di chiarezza; se questa linea non è compatibile con le esigenze del partito, sono pronto a lasciare anche domani sia l’Asi che il partito”.

Print This Post Print This Post

Tags: