sabato 18 Settembre 2021 Università del Sannio: I Tribunali d’oltretomba, autori latini e greci a confronto | infosannionews.it sabato 18 Settembre 2021
Smooth Slider
I dati sui tamponi Covid al “San Pio”

I dati sui tamponi Covid al San Pio

Si comunica che l’A.O.R.N. “San Pio” di Benevento, ha processato ...

Violento temporale in città. Squadre dell'ASIA in azione

L'Asia comunica che questo pomeriggio unità del proprio personale aziendale ...

Il Maltempo flagella il Sannio. A Benevento albero su due auto parcheggiate

Il maltempo annunciato non si è fatto attendere e dal ...

ArCo : Mastella sta tentando finanche di lasciare un segno sull’Arco ! (di Traiano)

ArCo : Mastella sta tentando finanche di lasciare un segno sull'Arco ! (di Traiano)

Scrivono dalla coalizione ArCo a sostegno di Angelo Moretti: "L’amministrazione ...

Università del Sannio: I Tribunali d’oltretomba, autori latini e greci a confronto

24/01/2013
By

Mercoledì 23 gennaio 2013, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università del Sannio (sede in via Nicola Calandra) alle ore 11.00 si è tenuto  nell’ambito del corso di “Istituzioni e storia del diritto romano (14 CFU) una conferenza su “I tribunali d’oltretomba in Virgilio, Properzio, Seneca”.

Università del Sannio

 Protagonista d’eccezione è stato Pierangelo Buongiorno, ricercatore di diritto romano e diritti dell’antichità presso l’Università degli Studi del Salento.
La poesia latina, in particolar modo quella della prima età imperiale, costituisce un ricco serbatoio di dati per la ricostruzione di vicende storiche e la definizione di istituti giuridici. In questo contesto, particolare rilievo assumono i riferimenti alle strutture del processo criminale che vengono con frequenza rappresentate mediante l’adattamento funzionale di modelli della mitologia greco-romana, in primo luogo i tribunali infernali ed i concilii degli dei.
In questa sede, si sono presentati i primi risultati della ricerca, con particolare riguardo alla classificazione dei tribunali d’oltretomba nella tradizione mitologica greca e alla loro rielaborazione nel catalogo dei dannati nel Tartaro virgiliano (Aen. 6.608 ss.), nell’epicedio properziano della matrona Cornelia (4.11.1 ss.), nei processi ‘celeste’ e ‘infernale’ contro l’imperatore Claudio nell’Apokolokyntosis senecana. Un lavoro però ancora in corso di aggiornamento.
Ha coordinato  l’incontro Aglaia McClintock dell’Università del Sannio.
La partecipazione ha consentito il conseguimento dei crediti formativi per “altre attività” previste nei piani di studio delle Lauree Specialistica e Magistrale in Giurisprudenza.

Esigenza umana è stata sempre quella di sapere cosa c’è dopo la morte. Se saremo giudicati per le nostre colpe , ma da chi? Un giudizio e concezione che varia da popolo a popolo secondo anche le leggi e usanze e tradizioni e valori della società.

L'”Inferno” non è altro che una proiezione dei valori della società in cui viviamo. Sono stati analizzati autori latini e greci e si è potuto riscontrare come nei discorsi latini rivivono i modelli greci.

Si è mossa l’attenzione dalla percezione greca fino  a tratteggiare la declinazione nella poesia romana classica attraverso una lezione magistrale, con materiale offerto dal professore dove gli alunni hanno potuto tramite testo greco e latino a fronte e traduzione scoprire  le diverse concezioni dell’oltretomba : quasi tutte accomunate da Minosse , giudice Supremo affiancato in qualità di giudici di primo grado : Eaco e Radamanto.

Anche Platone attraverso la metafora dell’uomo vestito e dell’uomo nudo si rifa al modello  dell’essere giudicati dopo la morte. Per Cicerone la pena inflitta doveva educare gli uomini in modo corretto. Con Virgilio si ha anche la creazione di un altro luogo simile agli inferi il Tartaro, discrimine tra i due è l’insieme delle colpe in vita.

Riferimento finale all’inferno di Dante della Divina Commedia laddove c ‘è Minosse, giudice infernale che tramite l’attorcigliamento della coda decide in quale anello dell’inferno le anime devono essere mandate.

Print This Post Print This Post

Tags: