giovedì 28 Ottobre 2021 No alle Trivellazioni per trovare il petrolio nel Sannio ed in Irpinia.Salvaguardiamo l’ecosistema! | infosannionews.it giovedì 28 Ottobre 2021
Smooth Slider
Floriana Fioretti capogruppo Pd a Palazzo Mosti : “Ringrazio i colleghi consiglieri per la fiducia accordatami”

Floriana Fioretti capogruppo Pd a Palazzo Mosti : Ringrazio i colleghi consiglieri per la fiducia accordatami

Prima dichiarazione alla stampa del neo-capogruppo del Partito Democratico nel ...

Sisma e Superbonus. Sen. Lonardo : “Necessaria proroga a fine 2023”

Sisma e Superbonus. Sen. Lonardo : Necessaria proroga a fine 2023

“Molte imprese hanno avviato le progettazioni del superbonus e del ...

Nuova Giunta Mastella, Coppola: “Continuità ai progetti avviati e nuove sfide”

"Essere Assessore anche nella nuova Giunta Comunale, appena formata, rappresenta ...

Europrogettazione e Formazione di Qualità per l'inserimento nel mondo del lavoro

Al via, a partire da questo Sabato 30 Ottobre il ...

“Oltre ogni limite” piccola rassegna di libri di Culture e Letture dal 3 al 10 Novembre

“Oltre ogni limite” è una piccola rassegna di libri organizzata ...

Al “San Pio” un nuovo ricovero per Covid 19.Dai tamponi 23 nuovi positivi

Al San Pio un nuovo ricovero per Covid 19.Dai tamponi 23 nuovi positivi

Come si evince dal bollettino aggiornato dal "San Pio" di ...

No alle Trivellazioni per trovare il petrolio nel Sannio ed in Irpinia.Salvaguardiamo l’ecosistema!

07/01/2013
By

Giuseppina Buscaino componente regionale assemblea Sel, ha espresso solidarietà ai “Comitati no Petrolio” ed invita i politici a salvaguardare  l’ecosistema invece di favorire le grandi società minerarie che con le trivellazioni minacciano il nostro futuro.

L’Irpinia, una terra ricca di risorse naturali e abitata da animali rari come l’aquila reale, il lupo, la lontra e la cicogna nera., è minacciata da possibili esplorazioni petrolifere che mettono a rischio un ecosistema delicato e di primaria importanza per gli equilibri idrici e sismici del meridione.
E’ incredibile, in una zona a forte rischio sismico trivellare per trovare il petrolio, anticipando terremoti. Ci sono diversi permessi di ricerca, uno a Nusco e cioè la zona del cratere del terremoto del 1980 . E altri sempre in provincia di Avellino, di Salerno e di Benevento.
Le trivellazioni sconvolgerebbero il bacino idrico più importante del Mezzogiorno che è quello dei Monti Picentini , della valle dell’Ofanto del Calore e dell’Ufita.
Si parla d’indennizzi, ma questi indenizzi non servirebbero a niente di fronte agli enormi danni già elencati cui si aggiungerebbero i danni all’agricoltura e al mercato immobiliare. Abbiamo visto che cosa succede in Basilicata dove si estrae il petrolio. In Basilicata a guadagnare sono altri e non di certo i lucani.
Invece di investire nelle energie rinnovabili, nel solare, che come dice Rubia, è il nostro futuro, si continua con le trivellazioni per favorire le grandi compagnie e discapito del bene pubblico. Ci sarebbe davvero bisogno di un rinnovamento della politica. Ci sarebbe bisogno di politici che mettano al primo posto i Beni Comuni anziché Politici che concedono permessi a queste grandi società minerarie mettendo al primo posto il bene di quest’ultime. Esprimo tutta la mia solidarietà ai comitati no petrolio.
Print This Post Print This Post

Tags: