Festa Corpus Domini, a San Modesto i principali ingrdienti: Fede, emozioni e gioia sociale

Fede, emozioni, gioia sociale. Sono i principali ingredienti che hanno caratterizzato la festività del “Corpus Domini” della Parrocchia di San Modesto. La festa religiosa e civile, voluta fortemente dall’amministratore parrocchiale Don Leonardo Lepore e dal Comitato Festa, ha rappresentato un momento di forte aggregazione che ha coinvolto tutto il quartiere nel segno di Gesù Eucaristia. Momento clou della tre giorni è stata la processione del “Corpus Domini” che ieri sera ha attraversato tutte le strade del rione. Un corteo sentito con una partecipazione straordinaria di tanti fedeli che hanno accompagnato Gesù Vivo e Vero con fede e devozione. A fare da corona a Gesù Eucaristia la presenza di tanti bambini del catechismo della parrocchia vestiti da angioletti e dai bambini che nelle precedenti domeniche hanno ricevuto la Prima Comunione. Su ogni balcone delle vie del quartiere erano presenti, come da tradizione, le coperte per accogliere nel migliore dei modi Gesù Eucaristia. Suggestivi e ricchi di tradizione anche gli altarini allestiti dagli abitanti del rione. La processione è stata animata dalle preghiere dei sacerdoti e diaconi anche della parrocchia della Santissima Addolorata e dalla presenza della banda “Città di Molinara”. Al termine la benedizione solenne di don Leonardo sul sagrato della chiesa dove ad accogliere Gesù Eucaristia era presente una stupenda infiorata realizzata dal gruppo del coro parrocchiale. La festa si è conclusa con lo spettacolo musicale del “Trementisti” in piazza San. Modesto, con il tradizionale spettacolo pirotecnico e con le parole di don Leonardo Lepore che ha dato a tutti appuntamento al prossimo anno per rivivere una festa all’insegna della presenza “Viva e Vera di Gesù in mezzo a noi”.