venerdì 12 Aprile 2024 Lettera dell’arcivescovo di Benevento in occasione della Santa Pasqua 2024 | infosannionews.it venerdì 12 Aprile 2024
In evidenza
L’Associazione Schierarsi di nuovo in Piazza il 14 aprile per riconoscere lo Stato di Palestina.

L’Associazione Schierarsi di nuovo in Piazza il 14 aprile per riconoscere lo Stato di Palestina.

L’Associazione Schierarsi, fondata da Alessandro Di Battista, sta proseguendo con successo la raccolta firme per ...

Il 15 Aprile si terrà il quinto incontro formativo del corso sulla violenza doemstica e di genere

Il 15 Aprile si terrà il quinto incontro formativo del corso sulla violenza doemstica e di genere

Nel pomeriggio di lunedì 15 aprile, ore 15-18, presso l’ ...

PD: Sabato 13 aprile il Senatore dem Francesco Verducci a Benevento

Francesco Verducci incontra la dirigenza locale e la stampa.Su invito ...

Stampa articolo Stampa articolo

Lettera dell’arcivescovo di Benevento in occasione della Santa Pasqua 2024

31/03/2024
By

Alla Chiesa di Dio che è in Benevento Se vuoi la pace, prepara la pace! Carissimi, il Signore Gesù Cristo, la nostra pace (Ef 2,14), nell’appressarsi a Gerusalemme, «alla vista della città pianse su di essa dicendo: “Se avessi compreso anche tu, in questo giorno, quello che porta alla pace!”» (Lc 19,41-42). Non c’è pace nel mondo e il mondo stesso si prepara alla guerra. Si vis pacem, para bellum, recitava l’antico motto: Se vuoi la pace, prepara la guerra! Non siamo lontani, oggi, da quel modo di pensare, che finisce però per agevolare solo l’industria e il commercio delle armi, settori nei quali il nostro Paese, purtroppo, non ha bisogno di imparare dagli altri… Si vis pacem, para pacem, dovremmo dire: Se vuoi la pace, prepara la pace! Sì, perché la pace si costruisce con lo sforzo di tutti, parte dal basso, per impregnare del suo spirito ogni tipo di relazione: da quelle internazionali, intercorse tra i Governi, a quelle interpersonali, che si stabiliscono dentro casa, nel proprio condominio, sui luoghi di lavoro o di riposo. La pace, proclamava, con sguardo profetico, Paolo VI nell’enciclica Populorum progressio, «non si riduce a un’assenza di guerra, frutto dell’equilibrio sempre precario delle forze. Essa si costruisce giorno per giorno, nel perseguimento di un ordine voluto da Dio che comporta una giustizia più perfetta tra gli uomini». Una giustizia più perfetta tra gli uomini, appunto, grazie a un nuovo ordine di cose, a una visione nuova della politica e dell’impegno civile. Sapremo essere – tutti, nessuno escluso, nel proprio ambito e nel proprio ambiente – quegli operatori di pace che il Signore, nel suo Vangelo, proclama beati (Mt 5,9)? A tutti auguro una santa Pasqua, una Pasqua di pace, e di vero cuore vi benedico. Benevento, 30 marzo 2024 † Felice vescovo

Tags: