Le Province chiedono di coprire gli extracosti per le opere di edilizia scolastica

Nino Lombardi, Presidente della Provincia di Benevento, e Antonio Capuano, Vice Presidente regionale dell’Unione delle Province e Consigliere provinciale di Benevento, hanno condiviso la richiesta dell’UPI alla Commissione Bilancio della Camera dei Deputati finalizzata a coprire le spese aggiuntive causate dal lievitare dei costi negli ultimi mesi per le opere di edilizia scolastica già da tempo approvate e finanziate sul territorio nazionale. Gli extra costi in totale ammontano a 159 milioni di Euro ed oggi gravano sui Bilanci della Province. Il rappresentante UPI Luca Menesini, Presidente della Provincia di Lucca, ha infatti evidenziato alla Commissione Bilancio della Camera che «l’aumento dei costi per la messa a terra degli oltre 1.750 progetti di edilizia scolastica, causato dai prezzi dei materiali e dell’energia schizzati alle stelle, è stato coperto in buona parte con risorse proprie delle Province». Menesini ha precisato che si tratta di circa 150 milioni di Euro: «questi milioni pesano sui bilanci degli enti, in buona parte frutto di accensione di mutui, destinati agli investimenti del PNRR per evitare il rischio di gare deserte e portare così a termine la missione assegnata: la costruzione di nuove scuole, la messa in sicurezza di quelle esistenti, la realizzazione di nuove palestre. Considerato che, anche a causa di problemi di bilancio, alcuni interventi potrebbero essere revocati o definanziati, chiediamo che le risorse non utilizzate dal comparto restino a disposizione degli interventi di edilizia scolastica per le scuole superiori, così da essere utilizzati per coprire le spese maggiori degli investimenti avviati o conclusi. (…) Senza misure straordinarie e semplificazioni non sarà possibile rimuovere quei blocchi che ad oggi rallentano pesantemente i flussi di cassa». Il rappresentante UPI Menesini ha dunque presentato alla Commissione Bilancio della Camera una serie di richieste delle Province: dal fondo per coprire gli extracosti alle semplificazioni per accelerare la spesa degli investimenti in edilizia scolastica, fino alle risorse per la digitalizzazione delle Province. «Chiediamo che sia garantito alle Province – ha detto il Presidente Menesini – ciò che è stato riservato a tutta la Pubblica Amministrazione, e cioè il finanziamento dei processi di trasformazione digitale di loro competenza. Occorre destinare un fondo di almeno 50 milioni a queste istituzioni per permetterci di esercitare in modo adeguato le funzioni fondamentali di raccolta ed elaborazione dati previste dalla legge. Su questi temi – ha concluso – ci aspettiamo risposte nell’iter parlamentare di esame e conversione del testo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *