martedì 16 Aprile 2024 Agricoltura, Buonaguro (Fai-Cisl) a Elly Schlein: “Difendere la condizionalità sociale della Pac e pubblicare prezzi anticaporalato” | infosannionews.it martedì 16 Aprile 2024
In evidenza

Siamo Forchia, ecco Agostino Verlezza 

Continua la cavalcata di “Siamo Forchia”, gruppo facente capo al ...

San Giorgio del Sannio, Gerardo Campana aderisce a Forza Italia

Gerardo Campana è il volto dell'imprenditoria dinamica e dello spirito ...

Filosofia e danza “ il Linguaggio della danza è: espressione, sensazione, emozione”

Giovedi 18 Aprile 2024 alle ore 18,30 presso il Teatro ...

Elezioni europee. Provvedimenti in materia di comunicazione politica

Elezioni europee. Provvedimenti in materia di comunicazione politica

Elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all'Italia di sabato ...

Civico22 sulla sospensione delle attività didattiche del plesso centrale della “Sant’Angelo a Sasso”

Civico22 sulla sospensione delle attività didattiche del plesso centrale della Sant'Angelo a Sasso

Benevento - "Ci duole ritornare sempre sullo stesso punto, ma ...

Stampa articolo Stampa articolo

Agricoltura, Buonaguro (Fai-Cisl) a Elly Schlein: “Difendere la condizionalità sociale della Pac e pubblicare prezzi anticaporalato”

16/02/2024
By
Scrive Raffaella Buonaguro Fai Cisl:

“Davanti alle manifestazioni di queste settimane, come Fai-Cisl abbiamo fin da subito espresso solidarietà con chi rivendica una più equa distribuzione del valore lungo tutta la filiera, perché questa è anche una nostra rivendicazione storica, rivolta ad ottenere maggiore reddito a vantaggio anche dei braccianti. Ma rifiutiamo la contrapposizione tra agricoltura ed ecologia, perché i migliori custodi dell’ambiente sono proprio le nostre ‘tute verdi’, semmai bisogna scrivere le strategie ambientali con maggiore coinvolgimento delle associazioni agricole, ed è fondamentale che le risorse giungano con la giusta assistenza fiscale anche alle tante piccole e medie imprese che costituiscono una parte fondamentale della nostra agricoltura: quei fondi non possono essere ‘a pioggia’ ma devono innalzare la qualità delle produzioni e del lavoro, facilitando  investimenti su formazione e nuove competenze, certificazioni, qualità e tracciabilità dei prodotti, ricambio generazionale, sicurezza, innovazioni tecnologiche per la sostenibilità ambientale”.

Lo ha detto la Segretaria nazionale della Fai-Cisl Raffaella Buonaguro intervenendo alla Conferenza nazionale sull’Agricoltura promossa dal Dipartimento delle Politiche Agricole del Partito Democratico, con la partecipazione della Segretaria Elly Schlein.

“La sfida – ha commentato la sindacalista – non è dunque affossare le politiche ambientali o la Pac, ma intervenire sulla sua revisione di medio periodo e con la giusta flessibilità per ogni singolo Paese, senza smontare le conquiste ottenute, come la condizionalità sociale, che non si tocca, anzi deve andare avanti ed essere attuata in tutti i Paesi”.

La sindacalista della Federazione agroalimentare cislina ha anche ricordato la lotta al caporalato e alla politica dei ghetti: “Vogliamo sapere che fine hanno fatto i 200 milioni del Pnrr stanziati per gli alloggi dei lavoratori agricoli, inoltre serve una revisione strutturale della Bossi-Fini, della politica dei flussi e delle modalità del click-day, perché molte aziende segnalano la mancanza di manodopera ma poi nei ghetti incontriamo ogni giorno braccianti che lavorano in nero anche da vent’anni in Italia, e spesso hanno fogli di via, permessi scaduti, richieste di regolarizzazione appese da anni alla burocrazia. Su questo tema vorremmo anche che Governo e istituzioni riprendano in mano il Tavolo anticaporalato, valorizzando tutti i fondi stanziati e valutando, con Ismea, la pubblicazione di prezzi anticaporalato nella grande distribuzione. Infine – ha concluso Buonaguro – vanno rafforzate le capacità ispettive di Inps e Inl: i redditi agricoli non crescono se non si applicano i contratti e non si promuove la concorrenza leale”.

Tags: ,