domenica 25 Febbraio 2024 Andreoletti : “L’Avellino è una squadra fisica ed esperta, sarà una partita di grande intensità. | infosannionews.it domenica 25 Febbraio 2024
  • Allerta meteo, c’è l’avviso del sindaco Clemente Mastella
In evidenza
San Lorenzello. Tavolo Tecnico per la videosorveglianza

San Lorenzello. Tavolo Tecnico per la videosorveglianza

Per la videosorveglianza nel Comune di San Lorenzello il sindaco ...

Gli studenti dell'IIS Alberti a lezione in azienda

Nell’ambito delle attività di PCTO nasce la collaborazione tra l’I. ...

Allerta meteo per piogge, c’è l’avviso del sindaco Clemente Mastella

Allerta meteo per piogge, c’è l’avviso del sindaco Clemente Mastella

In ragione dell’allerta diramata dalla Protezione civile regionale, dalle ore ...

Pd : “Dove sosteranno i bus extraurbani a Benevento?”

Pd : Dove sosteranno i bus extraurbani a Benevento?

"Ad oggi una risposta che interesserebbe in tanti, per la ...

Il Benevento 5 getta il cuore oltre l'ostacolo: 3-1 all'Itria.

Mister Centonze: "Successo che vale doppio". Guerra: "Vittoria di platino".Vittoria ...

Puglianello, servizio civile, Mongillo: Parte l’iter per otto giovani.

Al via l’iter per il Servizio civile aperto ai giovani ...

Stampa articolo Stampa articolo

Andreoletti : “L’Avellino è una squadra fisica ed esperta, sarà una partita di grande intensità.

09/12/2023
By

Queste le dichiarazioni di Andreoletti in conferenza stampa: “Quando facciamo le convocazioni di base chi è convocato è a piena disposizione. Talia ha giocato contro la Juve Stabia e non era al 100%, in settimana ha avuto un riacutizzarsi del problema ma è pienamente a disposizione. Ferrante sta bene, ha avuto una botta negli ultimi due giorni ma penso possa essere della partita senza troppi problemi. Credo che ora obiettivamente l’aspetto dei gol subiti sia una questione puramente episodica, aver fatto 8 partite su 11 senza subire gol era qualcosa di impensabile. Oggi la difesa a tre è la nostra certezza e non voglio modificarla. Abbiamo tanti difensori bravi, di ottima qualità e con caratteristiche diverse. Le scelte dipenderanno dagli attaccanti che andiamo ad affrontare e dalle loro caratteristiche. Marconi è bravo nel gioco aereo, Sgarbi è dinamico e bravo nella due fasi e lo so bene visto che lo ho allenato l’anno scorso. Da lì sceglieremo i tre difensori, sapendo che in corsia possiamo sempre modifica qualcosa.

Potrebbe dipendere dall’atteggiamento se la richiesta fosse diversa da casa e trasferta, ma così non è. So cosa chiedo alla squadra, non cambia nulla se non in base all’avversario. Nell’ultima partita non abbiamo fatto gol ma avevamo davanti il miglior portiere del girone che è stato il migliore in campo. Occasioni ne creiamo e tante, purtroppo non siamo molto cinici e lucidi sottoporta ma creiamo almeno le occasioni per fare 1-2 gol a partita. Tolto Monopoli, in tutte le altre partite abbiamo creato spesso i presupposti per fare più di un gol.

La scelta dei due attaccanti è una valutazione che facciamo da più di qualche settimana. O dall’inizio o in corsa, come accaduto nell’ultima partita, la necessità della gara ti obbliga a mettere più attaccanti in campo quindi non puoi pensare di improvvisare. La soluzione delle due punte è una scelta che valutiamo e stiamo valutando, i problemi di Ferrante ci creano qualche dubbio ma Ciano o Bolsius sono due alternative molto credibili.

Il processo di crescita dipende dagli obiettivi che ti poni, su cosa puoi crescere e su quali invece fai più fatica. Ammazzare la partita con il fraseggio diventa complicato per una questione di caratteristiche. Non avendo Pastina a disposizione, il regista difensivo di questa squadra, e avendo tante mezz’ali possiamo creare un centrocampo strutturato. Se parliamo di atteggiamento come intensità e seconde palle abbiamo ampissimi margini di miglioramento, ma se pensiamo di schierare un centrocampo molto fisico allora la qualità può venire meno. Oggi i margini di miglioramento più grossi sono focalizzati sull’intensità e sull’atletismo.

Non sono abituato ad aspettarmi qualcosa dagli altri perché spesso rimango deluso. Mi aspetto invece tanto da me stesso, lavorare è la chiave. Non pensavamo che perdere una partita come quella di domenica scorsa potesse far uscire contenti i tifosi, domani mi piacerebbe riuscire a dar loro una gioia. Sono partite che piacciono ai tifosi e anche a me, aspettando questa partita è stata una bella settimana anche per i ragazzi. Ci sono tutte le condizioni per fare una bella partita. Vengo da altre realtà, per me venendo da Bergamo il derby è Atalanta-Brescia e non vorrei che nessuno dall’Atalanta lasciasse qualcosa in campo. Abbiamo questo compito, se non saremo perfetti tatticamente domani conterà poco. Sarà una partita bella, viva, dobbiamo lasciare ogni energia dentro al campo perché solo così i tifosi ci sosterranno. Quello che non possiamo permetterci, per rispetto dei tifosi e della maglia, è l’atteggiamento, che però non abbiamo mai sbagliato e sono convinto che domani non sbaglieremo. Quando hai in spogliatoio un Capitano come Marotta, che ama questa maglia ed è un trascinatore, ci tiene a far capire a tutti l’importanza di questa partita e anche io mi sono affidato ai giocatori che la sentono. Da parte nostra questo derby è molto sentito, c’è tanta voglia di fare bene, vincere e regalare una gioia ai nostri tifosi.

E’ una delle squadre più competitive, una delle grandi favorite di questo campionato con giocatori d’esperienza, un Direttore importantissimo e un allenatore che conosce bene il girone. L’Avellino è una squadra fisica, esperta, che avrà qualche carenza dal punto di vista tecnico perché non ci sarà Varela e potrebbe non esserci Sgarbi. Avranno però più giocatori d’intensità ed esperienza, noi dovremmo essere bravi a pareggiarle. Non sarà la partita più bella del mondo come spettacolo, ma sarà una partita di grande intensità. In attacco hanno tanti giocatori forti e dinamici, di categoria anche superiore, mi aspetto tanta intensità e noi dovremmo essere bravi a pareggiarla.

Spesso la differenza in merito al minutaggio la fa il tipo di partita. Ho tante soluzioni alternative, da Kubica a Tello a Talia. Pinato sta bene, mi aspetto tanto da lui perché è stato preso per essere determinante con le sue caratteristiche. E’ un giocatore di gamba e d’inserimento, lo abbiamo potuto utilizzare poco perché sono capitati alcuni problemini ma è un giocatore fondamentale per noi. Domani potrebbe essere la sua partita, se giocherà mi aspetto delle risposte che un giocatore come lui può e deve darci.

In un campionato equilibrato come questo gli episodi sono determinanti. Penso alla sfida contro la Juve Stabia, se Pinato avesse fatto gol sarebbero cambiate le valutazioni del mondo ma per me non è cambiato nulla. Vincere o pareggiare o perdere una partita fa la differenza. Lavoriamo tanto sulle palle inattive, abbiamo preparato situazioni per non farci sorprendere e per fare male agli avversari. Non ci dobbiamo far mangiare dalla tensione, voglio vedere una squadra che provi a godersi questa partita che deve essere stimolante. Dobbiamo giocare al massimo delle potenzialità perché è un bel derby, l’errore sarebbe farsi mangiare dalla tensione. Gli episodi saranno determinanti, ma se ce la giochiamo con la consapevolezza di quello che possiamo fare sarà molto più semplice.”

Tags: