Torna a vincere in trasferta il Benevento con guizzo di Ferrante. Brindisi 0 Benevento 1

Torna in campo Ciano dopo l’infortunio di Torre del Greco

Brindisi (4-3-3): Saio; Valenti; Cappelletti, Bizzotto, Nicolao; Cancelli, Malaccari, Ceesay; Lombardi, Moretti, Albertini. A disp.: Albertazzi, Vona, Monti, Gorzelewski, Bunino, Petrucci, Mazia, Bellucci, Fall, De Angelis, Golfo, De Feo, Costa, Galano, Ganz. All.: Danucci

Benevento (3-4-2-1): Paleari; Berra, Capellini, Pastina; El Kaouakibi, Talia, Pinato, Masciangelo; Karic, Tello; Ferrante. A disp.: Nunziante, Manfredini, Benedetti, Alfieri, Kubica, Marotta, Ciano, Simonetti, Agazzi, Rillo, Viscardi, Sorrentino, Carfora, Rossi, Bolsius. All.: Andreoletti

Arbitro: Turrini di Firenze. Assistenti: Giuggioli di Grosseto e Zezza di Ostia Lido. Quarto ufficiale: Giordano di Matera

La partita si apre con il minuto di raccoglimento per la morte di Giorgio Napolitano. Al 5° proteste del Benevento per un possibile tocco di mano in area da parte di Moretti ma per l’arbitro non c’è nulla e si continua. Squadre che provano ad esprimere trame di gioco ma non riescono ad esprimersi come vorrebbero. I giallorossi provano allora a far girare la palla ma non riescono a rendersi pericolosi  mentre il Brindisi al momento non è pervenuto.  Al 22° il Benevento va in vantaggio: El Kauoakibi mette palla rasoterra in area per Ferrante che anticipa il suo diretto avversario e gira in rete sul lato opposto. Brindisi 0 Benevento 1. Provano a crederci i giallorossi che tentano di chiudere il match ma non sono pericolosi e la partita resta sul risultato di 1 a 0. Due cartellini gialli molto simili  nel giro di 4 minuti: il primo è per il brindisino Ceesay per una entrata con la gamba alta su Pastina; al 41° è Tello ha commettere lo stesso fallo proprio su Ceesay e anche il colombiano finisce sul taccuino dei cattivi. Palla in area del Benevento al 43° con El Kauoakibi che non interviene di testa e Cappelletti prova la rovesciata con la palla che sbatte a terra e supera la traversa. Al 45° l’arbitro concede 2 minuti di extra time al termine dei quali le squadre tornano negli spogliatoi.

Al rientro delle squadre in campo nel Brindisi non ci sarà più Ceesay, al suo posto Ganz. Occasione per il Benevento al 46° con Masciangelo che mette palla in area dove El Kauoakibi non colpisce bene al volo e la palla va di poco fuori. Al 49° Tello scodella in area per Talia che entra bene sulla palla ma se la allunga troppo e quando riesce a tirare oramai è quasi sul portiere che devia in angolo. Al 55° ci prova Valenti per il Brindisi va la sfera è ampiamente fuori. Ancora una occasione al 56° per i giallorossi con la palla che arriva sulla destra in area a Karic che da solo si allunga la palla e si fa respingere la battuta da Saio. Al 58° Andreoletti toglie un irriconoscibile Tello ed inserisce Ciano che così ritorna dopo l’infortunio di Torre del Greco. Allo stesso tempo il Brindisi manda in campo Golfo al posto di Moretti. Vicino al pareggio la squadra pugliese al 60° con Cappelletti che gira di testa una punizione dalla tre quarti e Paleari vola a deviare in angolo. Momento felice per il Brindisi con il Benevento che non riesce ad uscire dalla propria metà campo. Cartellino giallo anche per Masciangelo al 65° che un  minuto dopo viene sostituito ed al suo posto entra Benedetti. Insiste il Brindisi ed il Benevento soffre. Al 75° fallo su Ferrante e giallo per Bizzotto. Cambio per i padroni di casa al 77° con De Angelis che prende il posto di Cancelli. Risponde Andreoletti al 79° con Marotta al posto di Ferrante e Kubica per Pinato. Altri cambi nel Brindisi all’80° : entrano Galano e Buino ed escono Albertini e Lombardi. All’83′ viene ammonito anche Talia che tocca la palla sul portiere Saio che stava rinviando. Ancora un cartellino giallo ed è per Pastina all’89° costretto a fermare una ripartenza del Brindisi. Al 90° vengono concessi 5 minuti di recupero durante i quali da segnalare ancora un cartellino giallo: se lo prende Marotta ma poco importa il Benevento vince e vola in classifica anche se non ha giocato una buona partita.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *