Battesimo per 261 nuovi fedeli al congresso dei Testimoni di Geova

FORCHIA – Dopo 3 anni di attesa a motivo della pandemia, durante 9 fine settimana da giugno a settembre, si è svolto nuovamente in presenza il congresso dei Testimoni di Geova dal tema “Siate pazienti”. All’evento hanno partecipato oltre 30.000 fedeli e simpatizzanti provenienti da varie zone della Campania che si aggiungono ai circa 20 milioni di persone che partecipano allo stesso evento in tutto il mondo.


Sabato è stato uno dei momenti più attesi con il battesimo dei nuovi 261 fedeli per immersione totale in acqua, seguendo il modello descritto nei Vangeli del battesimo di Gesù, che fu immerso nel fiume Giordano. Lo scorso anno i nuovi battezzati in Italia sono stati circa 3.200 e nel mondo oltre 145.000.
Luca Ferraris, portavoce dei Testimoni di Geova per Campania e Molise, spiega: “Il battesimo è una scelta personale. A battezzarsi non sono i bambini ma uomini e donne, giovani e anziani. Prima di prendere questa decisione, che comporta anche grandi cambiamenti, hanno studiato la Bibbia sicuramente per molti mesi, spesso per anni”.
Giulio ha avuto un’infanzia difficile e ha subito percosse da un padre molto violento. Ora ha 50 anni e dice: “Anch’io ero diventato aggressivo, litigavo spesso con gli altri e soprattutto con mia moglie, al punto che il nostro matrimonio è andato in rovina. Da quando studio la Bibbia, sono diventato una persona migliore. Ora sono tornato insieme a mia moglie e posso dire che il mio matrimonio è davvero felice!”
L’emozione è stata palpabile anche per le migliaia di presenti che hanno osservato i “nuovi fedeli” immergersi completamente nella piscina per il battesimo.
“Avvicinarsi alla fede oggi è una scelta controcorrente, spesso coraggiosa, e la gioia dei nuovi fedeli che si sono battezzati ha avuto un notevole effetto sugli oltre 30.000 partecipanti”, conclude Luca Ferraris. “Tutto il programma del congresso ‘Siate Pazienti’, presentato sotto forma di discorsi, video, interviste e musica, ha dato a tutti noi molti motivi di riflessione. La pazienza è una parola così poco di moda in questi giorni frenetici, ma abbiamo compreso che può aiutarci ad avere fiducia in Dio e a migliorare la nostra vita”.
Da oltre 100 anni i Testimoni di Geova tengono congressi in stadi, arene, centri fieristici e teatri in tutto il mondo. Ad aprile 2020 erano stati sospesi gli eventi in presenza a causa della pandemia. Dopo aver ripreso le riunioni e il ministero pubblico nel 2022, l’estate 2023 segna la prima volta in cui i Testimoni di Geova si riuniscono in grandi eventi in tutto il mondo.
Per ulteriori informazioni sul programma dell’evento o per trovare altre date e sedi dei congressi (sono ben 75 quelli organizzati in Italia, in altre 13 città oltre a Forchia) visitate il sito jw.org e navigate nella scheda “Chi siamo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *