martedì 23 Aprile 2024 Rubano (Forza Italia): “Depositata interrogazione parlamentare per monitorare la situazione del Consorzio Agrario Provinciale” | infosannionews.it martedì 23 Aprile 2024
In evidenza

Domenica 28 Aprile torna Rapsodie - Emozioni in prosa, poesia e musica con Comedians during the Plague

Con lo spettacolo teatrale di Cristian Izzo "Comedians during the ...

A Benevento il corteo della Liberazione organizzato dall’Anpi del Sannio

Il comitato provinciale dell’Anpi di Benevento con le sue sezioni ...

90 anni di Telese Terme: istituito Gruppo di lavoro per organizzare celebrazioni

90 anni di Telese Terme: istituito Gruppo di lavoro per organizzare celebrazioni

Con apposito decreto sindacale è stato istituito un Gruppo di ...

Unisannio.1° Corso di formazione per i dipendenti del Comune di Benevento

Il Comune di Benevento e l'Università degli Studi del Sannio ...

Problematiche idriche e cantiere Alta Velocità, venerdì 26 incontro a Palazzo Mosti

Problematiche idriche e cantiere Alta Velocità, venerdì 26 incontro a Palazzo Mosti

In merito alle problematiche idriche che si stanno verificando nella ...

Stampa articolo Stampa articolo

Rubano (Forza Italia): “Depositata interrogazione parlamentare per monitorare la situazione del Consorzio Agrario Provinciale”

31/08/2023
By

“Voglio rappresentante la mia vicinanza ai lavoratori e alle famiglie coinvolte direttamente e indirettamente dalla messa in vendita all’incanto del Consorzio Agrario Provinciale. Mi farò portatore delle istanze di monitoraggio e controllo della situazione, a garanzia di una storica azienda sannita e di tutti gli interessati alla vicenda. In tal senso ho depositato con urgenza una interrogazione parlamentare” ha dichiarato l’onorevole Francesco Maria Rubano.

Di seguito l’interrogazione parlamentare a risposta scritta depositata dall’onorevole Rubano:

“Interrogazione a risposta scritta al Ministro delle imprese e del made in Italy e al Ministro delle politiche agricole e della sovranità alimentare

Per sapere, premesso che:

Il Consorzio Agrario Provinciale (Cap) di Benevento dall’8 luglio scorso è stato posto in vendita a seguito della pubblicazione dell’avviso per l’esperimento di vendita mediante asta senza incanto, con il termine per la presentazione delle offerte fissato al 29 settembre prossimo;

il Cap è stato fondato il 23 giugno 1901 ed iscritto al numero 1 del registro delle società della provincia di Benevento, nei suoi 122 anni di attività ha rappresentato e rappresenta tutt’ora un punto di riferimento costante oltre che un elemento trainante dell’attività agricola del territorio, esso è, infatti, presente in ben 14 comuni della provincia;

l’economia del Sannio è fondata in maniera quasi esclusiva sul settore agricolo ed il Consorzio Agrario di Benevento da sempre è stato uno degli attori principali del mondo agricolo, in particolare per la viticoltura e per la cerealicoltura ma anche per la zootecnia e l’olivicoltura;

la messa in vendita è l’epilogo di un pluriennale regime di commissariamento che sembrerebbe non aver consentito il risanamento dei conti, fermo restando la circostanza che il Cap continui ad ottenere, a quanto riportano notizie di stampa, un fatturato che si aggira intorno ai dieci milioni annui, per cui sarebbe auspicabile provare ad avviare ogni azione idonea a salvaguardare  la presenza dell’Ente  sul territorio e con essa i lavoratori, le famiglie, le aziende agricole, gli agricoltori che vivono in un contesto territoriale a vocazione agricola;

alla luce della rilevanza storica e socio economica che va riconosciuta al Cap che ha ormai una presenza di oltre un secolo nel territorio beneventano, quest’ultimo oggetto proprio con questo Governo di forti interventi di infrastrutturazione viaria e ferroviaria ed in considerazione dell’importante assetto patrimoniale è di assoluta importanza scongiurare l’ipotesi che la vendita si traduca esclusivamente in un’operazione di natura finanziaria invece che in un piano di effettivo rilancio che sarebbe fondamentale per numerose imprese agricole che sono legate all’attività del Cap e che, diversamente, rimarrebbero fortemente danneggiate;

quali iniziative intenda assumere il governo, per quanto di competenza, al fine di evitare che la cessione del Consorzio Agrario Provinciale possa danneggiare l’attività agricola del beneventano e se, alla luce dei tempi ristretti previsti dalla procedura di vendita, non intenda autorizzare la sospensione della stessa, come peraltro risulta espressamente previsto dal paragrafo 7.2 del disciplinare di vendita”.

Tags: