Pietrelcina: Fr. Maurizio Placentino eletto consigliere generale dei Frati Cappuccini

Grande gioia e felicità di tutta la cittadina sannita e della comunità dei cappuccini. Campanella: “Il prescelto è il terzo frate della Provincia a svolgere questo ministero nell’intera storia dell’Ordine”.

di Lino Santillo

Grande gioia e felicità nel paese natale di Padre Pio per l’importante e prestigiosa elezione dell’ex ministro provinciale dei frati cappuccini di Foggia fr. Maurizio Placentino. Senza dubbio, una soddisfazione per l’intera popolazione della cittadina sannita e in particolare per la comunità religiosa dei confratelli di fr. Maurizio. Soddisfazione espressa dal guardiano del Convento di Pietrelcina fr. Fortunato Grottola e dall’intera comunità dei religiosi cappuccini presenti a Pietrelcina. Lo stesso sindaco Salvatore Mazzone, si è complimentato per la prestigiosa elezione di un religioso che tanto si è impegnato nel corso del suo apostolato e dell’impegno profuso durante tutto il periodo di Ministro Provinciale dei cappuccini. “La Provincia religiosa di Sant’Angelo e Padre Pio dei Frati Minori Cappuccini – dichiara Stefano Campanella, direttore di Teleradio Padre Pio – gioisce per l’elezione di fr. Maurizio Placentino da San Giovanni Rotondo a consigliere generale dell’Ordine, incarico finora ricoperto da fr. Francesco Neri, che il 19 aprile scorso è stato nominato arcivescovo di Otranto da Papa Francesco e che il 17 giugno ha ricevuto l’ordinazione episcopale nella cattedrale della cittadina salentina e ha preso formalmente possesso della cattedra episcopale. La nomina, formalizzata con decreto del ministro generale, fr. Roberto Genuin, del 19 giugno 2023, pone cronologicamente il prescelto come terzo frate della Provincia a svolgere questo ministero nell’intera storia dell’Ordine, dopo fr. Stefano Giagnorio da San Nicandro Garganico (che ha svolto il mandato dal 1844 al 1847) e fr. Felice Fiorentino da San Giovanni Rotondo (1853-1859). Nato il primo maggio 1977 a San Giovanni Rotondo, fr. Maurizio Placentino ha avvertito la vocazione all’età di undici anni, conquistato dalle conferenze tenute nelle scuole cittadine da padre Paolo Covino, il cappuccino che amministrò l’unzione degli infermi a Padre Pio poco prima della sua morte.

Dopo aver frequentato il Seminario serafico a Pietrelcina (Bn) e a Venafro (Is), ha vestito l’abito cappuccino il 6 ottobre 1996 a Morano Calabro (Cs). Ha emesso la professione temporanea dei voti il 20 settembre 1997 sempre a Morano Calabro, confermando definitivamente la scelta di vivere in castità, obbedienza e senza nulla di proprio il 30 settembre del 2000 a Foggia nelle mani dell’allora ministro provinciale fr. Paolo Maria Cuvino (nipote di padre Paolo Covino). Il 3 luglio 2004  – rimarca Stefano Campanella – è stato ordinato sacerdote dal vescovo cappuccino di Goré (Ciad) Rosario Pio Ramolo, a San Giovanni Rotondo, nella nuova chiesa di San Pio da Pietrelcina, consacrata due giorni prima. Ha conseguito la licenza in Scienze Bibliche nel 2007 presso il Pontificio Istituto Biblico di Roma e il dottorato in Teologia Biblica nel 2017, presso la Pontificia Università Gregoriana, con una tesi sul tema: “Cominciando dal tempio. Gesù e il tempio nel Vangelo di Luca”. Nella sua Provincia religiosa fr. Maurizio ha ricoperto i seguenti incarichi: guardiano e direttore del Seminario di Isernia, responsabile del Servizio di animazione vocazionale con sede a San Marco la Catola (Fg), guardiano del Convento di Santa Fara di Bari (sede del Teologato) e vicemaestro degli studenti, nell’ambito della Collaborazione interprovinciale delle Provincie meridionali dei Frati Minori Cappuccini. Il 3 maggio 2017, nel corso del CXXVIII Capitolo Provinciale ordinario, ha ottenuto la fiducia dei suoi confratelli che lo hanno eletto, divenendo il 139° ministro provinciale dei Frati Minori Cappuccini della Provincia religiosa di Sant’Angelo e Padre Pio. Il 3 giugno 2020 – termina Stefano Campanella – il suo incarico di governo è stato rinnovato per il successivo triennio dal ministro generale dell’Ordine, fr. Roberto Genuin, sulla base di quanto previsto dall’art. 133 delle Costituzioni, dopo aver sospeso, con lettere del 17 e del 21 marzo e del 4 aprile, la celebrazione di tutti i Capitoli provinciali, a causa dell’emergenza coronavirus. Il mandato è terminato con la celebrazione del CXXX Capitolo provinciale ordinario, svoltosi a San Giovanni Rotondo dal 6 all’8 febbraio 2023, nel quale è stato eletto 140° ministro provinciale il suo vicario, fr. Francesco Dileo da Cerignola”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *