mercoledì 31 Maggio 2023 Pnrr, al via ‘Imprese Borghi’ Soddisfatto Nardone: “Un’opportunità preziosa” | infosannionews.it mercoledì 31 Maggio 2023
  • Bonus Idrico,Gesesa: oltre seimila i beneficiari. Ecco come aderire
In evidenza
San Pio, si proverà a porre rimedio alla carenza di personale al P.S.

San Pio, si proverà a porre rimedio alla carenza di personale al P.S.

Presso la Regione Campania, si è svolto un incontro tra ...

Presso l'Azienda Ospedaliera San Pio attivato il servizio di Televisita

L’Azienda Ospedaliera “San Pio” di Benevento sceglie di essere sempre ...

Benevento tentata estorsione Due misure cautelari nei confronti di un 30enne e di un 29enne del luogo

Benevento tentata estorsione Due misure cautelari nei confronti di un 30enne e di un 29enne del luogo

A seguito di mirata attività d’indagine coordinata dalla Procura della ...

Il gruppo Pd: “Cosa c’entra piazza Risorgimento con la Madonna delle Grazie?”

Il gruppo Pd: Cosa c'entra piazza Risorgimento con la Madonna delle Grazie?

"In vista della ormai prossima Festa della Madonna delle Grazie, ...

La commissione ministeriale Anvur in visita ispettiva al Conservatorio ricevuta a Palazzo Mosti

La commissione Anvur, organismo ministeriale di valutazione universitaria, in visita ...

Steve Vai infiamma il Teatro San Marco di Benevento

È andata in scena, al Teatro San Marco di Benevento, ...

Stampa articolo Stampa articolo

Pnrr, al via ‘Imprese Borghi’ Soddisfatto Nardone: “Un’opportunità preziosa”

25/05/2023
By

Al via “Imprese Borghi”, il bando di finanziamento a fondo perduto a sostegno delle imprese che operano nei borghi destinatari di finanziamenti PNRR.

Il bando è finalizzato a sostenere le iniziative imprenditoriali realizzate nei comuni assegnatari di risorse per i Progetti locali di rigenerazione culturale e sociale dei piccoli borghi storici che, per la provincia di Benevento sono: Morcone, Pietraroja, Santa Croce del Sannio, Circello, Castelpoto, Paduli, Sant’Arcangelo Trimonte e Pontelandolfo. Possono fare domanda di finanziamento le micro, piccole e medie imprese che presentano iniziative imprenditoriali in forma singola o in aggregazione, già costituite o che intendono costituirsi in forma societaria di capitali o di persone, ivi incluse le ditte individuali e le società cooperative, le associazioni non riconosciute, le organizzazioni dotate di personalità giuridica non profit, nonché gli Enti del Terzo settore.

Possono richiedere il contributo inoltre le persone fisiche che intendono realizzare un’attività da localizzare nei comuni/borghi storici assegnatari di risorse per i Progetti locali di rigenerazione culturale e sociale.

Possono altresì richiedere il contributo anche le imprese agricole per iniziative non riconducibili ai settori della produzione primaria dei prodotti agricoli.

I progetti proposti possono avere un valore massimo di 150.000,00 euro e sono ammissibili le spese gli impianti, i macchinari, attrezzature, arredi e mezzi mobili (questi ultimi ammissibili purché strettamente necessari e collegati al ciclo di produzione o erogazione dei servizi).  Le agevolazioni sono concesse esclusivamente sotto forma di contributo a fondo perduto e nella misura massima del 90% dell’iniziativa imprenditoriale ammissibile e, comunque, per un importo massimo del contributo pari a 75.000,00 (settantacinquemila/00) euro (Tale percentuale è elevabile al 100%, fermo sempre il limite massimo, nel caso di nuove imprese, da costituirsi entro 60 giorni dal provvedimento di concessione del contributo o imprese già costituite a prevalente titolarità giovanili e/o femminili).

Le domande possono essere presentate dalle ore 12.00 dell’8 giugno e fino alle ore 18.00 dell’11 settembre 2023.

“’Imprese Borghi’ – afferma Francesco Nardone di Futuridea – è destinato a progetti imprenditoriali da localizzare in una o più unità locali ubicate nei comuni/borghi storici assegnatari di risorse per i “Progetti locali di rigenerazione culturale e sociale”, nel campo delle attività culturali, creative, turistiche, commerciali, agroalimentari e artigianali, volti a rilanciare le economie locali valorizzando i prodotti, i saperi e le tecniche del territorio.

I progetti – continua Nardone – potranno promuovere in modo innovativo la rigenerazione dei piccoli Comuni attraverso l’offerta di servizi, sia per la popolazione locale sia per i visitatori, nonché la sostenibilità ambientale.

Bisogna lavorare a promuovere le opportunità rivolte ai giovani creativi e agli imprenditori. Gli strumenti ci sono, occorre ora lavorare ad attivare le tante energie positive presenti sul territorio – conclude Nardone – dando vita a partnership che guardano al futuro”.

Tags: ,