martedì 23 Aprile 2024 Benevento. Dal 18 maggio al 4 giugno alla Biblioteca provinciale, la mostra dedicata alla Primavera. | infosannionews.it martedì 23 Aprile 2024
In evidenza

Domenica 28 Aprile torna Rapsodie - Emozioni in prosa, poesia e musica con Comedians during the Plague

Con lo spettacolo teatrale di Cristian Izzo "Comedians during the ...

A Benevento il corteo della Liberazione organizzato dall’Anpi del Sannio

Il comitato provinciale dell’Anpi di Benevento con le sue sezioni ...

90 anni di Telese Terme: istituito Gruppo di lavoro per organizzare celebrazioni

90 anni di Telese Terme: istituito Gruppo di lavoro per organizzare celebrazioni

Con apposito decreto sindacale è stato istituito un Gruppo di ...

Unisannio.1° Corso di formazione per i dipendenti del Comune di Benevento

Il Comune di Benevento e l'Università degli Studi del Sannio ...

Problematiche idriche e cantiere Alta Velocità, venerdì 26 incontro a Palazzo Mosti

Problematiche idriche e cantiere Alta Velocità, venerdì 26 incontro a Palazzo Mosti

In merito alle problematiche idriche che si stanno verificando nella ...

Stampa articolo Stampa articolo

Benevento. Dal 18 maggio al 4 giugno alla Biblioteca provinciale, la mostra dedicata alla Primavera.

14/05/2023
By

La primavera è una stagione che evoca sentimenti di rinascita e per celebrare questo periodo dell’anno, la Sannio Europa, società in house providing che gestisce e promuove la rete museale, in collaborazione con la Coop. Macchine Celibi, presso la biblioteca provinciale “A. Mellusi”, presenta la mostra “Primavera. Lo splendore e la rinascita. Un viaggio tra storia dell’arte, poesia, botanica e…”. La mostra espone preziosi erbari antichi a partire dal 1636, che riproducono minuziosamente piante e fiori spesso acquerellati e dettagliatamente descritti e che testimoniano la passione per le piante e la loro importanza nella storia della scienza e della medicina, ad esempio nella Scuola Medica Salernitana che vede in Trotula de’ Ruggiero una delle sue più importanti protagoniste. Uno spazio a parte è dedicato all’uso magico e terapeutico che le donne facevano delle erbe in primavera e per cui spesso erano perseguitate con l’accusa di stregoneria a partire da un testo fondamentale per l’Inquisizione che si potrà ammirare in mostra: il Malleus Maleficarum (Martello delle streghe) opera dei frati domenicani Kramer e Sprenger presente nelle collezioni della biblioteca in un’edizione del 1620. Inoltre, l’esposizione offre una collezione di testi letterari con poesie ispirate alla primavera, che celebrano la bellezza dei fiori e delle erbe attraverso l’arte della scrittura. La parte iconografica a parete che completa e arricchisce la mostra include una selezione di riproduzioni di opere d’arte ispirate alla primavera, da Botticelli agli impressionisti e agli autori del primo novecento, che avvolgono e invitano il visitatore a scoprire e la primavera attraverso gli occhi dei grandi artisti. La mostra sarà aperta dal 18 maggio al 4 giugno, dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.00; nei giorni martedì, mercoledì, giovedì anche ore 14.45-17.45. Aperture straordinarie 20-21 maggio e 2 giugno ore 10.30 -12.30.

Tags: