venerdì 23 Febbraio 2024 Incontri all’Ordine, domani Giornata dedicata al tema: La Comunicazione Medico – Paziente Abilità, Criticità e Opportunità. | infosannionews.it venerdì 23 Febbraio 2024
  • Faicchio: furto sventato dall'intervento dei passanti. I carabinieeri individuano gli autori grazie alla videosorveglianza
In evidenza

Cellulari, il ministro Valditara: Inopportuno l'uso alle elementari e alle medie anche per studiare

Annunciate dal Ministro le nuove linee guida per l'istruzione.Niente cellulari ...

Convocato il Consiglio provinciale. Dodici i punti all’Ordine del giorno

Convocato il Consiglio provinciale. Dodici i punti all'Ordine del giorno

Il Presidente della Provincia di Benevento Nino Lombardi ha convocato ...

Accademia Volley, domani incontro casalingo per la sfida salvezza con Cutrofiano (LE)

Turno casalingo per l’Accademia Volley che domani pomeriggio al Palaparente ...

Martedì 5 marzo la Festa del Tennis Sannita

Al via martedì 5 marzo 2024  alle ore 18 presso ...

Via Port’Aurea sarà chiusa al traffico nei giorni 26 e 27 febbraio

Benevento – Lunedì 26 e martedì 27 febbraio via Port’Aurea ...

Stampa articolo Stampa articolo

Incontri all’Ordine, domani Giornata dedicata al tema: La Comunicazione Medico – Paziente Abilità, Criticità e Opportunità.

24/03/2023
By

Auditorium Giuseppe D’Alessandro – Viale Mellusi, 168 – Benevento.

Sabato 25 Marzo p.v. a partire dalle ore 8.30, nell’ambito del 40° appuntamento “Incontri all’Ordine”, si terrà una interessante giornata caratterizzata dal tema: “La comunicazione medico – paziente – Abilità, Criticità e Opportunità”.

La comunicazione tra medico e paziente non è semplice – ha dichiarato il dott. Luca Milano moderatore e responsabile scientifico della giornata di scena nell’Auditorium Giuseppe D’Alessandro dell’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri.

“Usare un linguaggio tecnico è come parlare una lingua straniera con la conseguenza che il paziente si sente più confuso e solo. La comunicazione deve essere semplice, chiara, empatica, onesta, trasparente. Deve essere efficace e servire a creare un rapporto di assoluta fiducia, far emergere le preoccupazioni e i vissuti del paziente e comprenderne il più possibile i bisogni. Attraverso la buona comunicazione, che esige tempo ed ascolto, ha aggiunto il dott. Milano (vice presidente dell’OMCeO), possiamo costruire e mantenere nel tempo quella relazione che è alla base dell’alleanza terapeutica.

E’ necessario che sia i medici sia i pazienti si soffermino sin dal primo incontro a riflettere sulle parole e sui fraintendimenti che da queste possono scaturire.

La verifica della corretta comprensione è importante al fine di costruire una relazione efficace, attenta all’ascolto dell’altro, delle sue emozioni, delle sue aspettative e delle sue necessità.

La mattinata di sabato 25 marzo sarà dedicata proprio ad un aggiornamento sul tema, guidata dalla dottoressa Anna Pellegrino, specializzata in ambito sanitario nelle tematiche relative alla comunicazione tra professionisti e pazienti e loro familiari, intesa come ulteriore strumento di “cura” per gli stessi pazienti e professionisti, anche per evitare il rischio di burn out – ha concluso il dott. Luca Milano”.

Il programma prevede i saluti del Presidente dell’OMCeO dott. Giovanni Pietro Ianniello.

A seguire la Lettura Magistrale “Perchè comunicare in modo efficace è indispensabile nella pratica clinica”della dott.ssa Anna Pellegrino che aprirà anche la I^ sessione sui temi “Quali abilità comunicative coltivare” e“Costruire la relazione con il paziente: competenze fondamentali”.

La II^ sessione sarà, invece, caratterizzata da altri due argomenti di grande rilevanza: “La comunicazione efficace per preparare l’incontro con il paziente” e “Gestire lo stress per una migliore qualità della vita professionale e della relazione con il paziente” che vedranno sempre protagonista la dott.ssa Anna Pellegrino.

La giornata si concluderà con una “Tavola rotonda” alla quale parteciperanno: i dott.ri Anna Pellegrino, Giovanna Bardari, Maria Grazia Ferrucci, Romilda Lombardi e Federico Rosa”.

Tags: