lunedì 26 Febbraio 2024 Accademia Santa Sofia, Unisannio, Conservatorio, per il quarto concerto al San Vittorino Jodice Bross Jazz Trio. | infosannionews.it lunedì 26 Febbraio 2024
  • “Il cammino della pace” diventa “via Cammino della Pace”. Anche contrada Ciofani diventa Via Cammino della Pace.
In evidenza

Libertas Benevento: importanti risultati ai campionati italiani ad Ancona

Si sono svolti ad Ancona i campionati italiani di atletica ...

SIIET “Infermieri in ambulanza senza medico? Significa condannare i pazienti a morte certa!”

SIIET Infermieri in ambulanza senza medico? Significa condannare i pazienti a morte certa!

“Ma chiaramente al netto di un rispetto totale e di ...

Fabio Solano (Forza Italia): “La grande partecipazione sannita al congresso nazionale è la prova del lavoro di Rubano”

Fabio Solano (Forza Italia): La grande partecipazione sannita al congresso nazionale è la prova del lavoro di Rubano

"La partecipazione della delegazione sannita al congresso di Forza Italia ...

San Lorenzello. Martedi 27 Febbraio tavolo tecnico per la videosorveglianza

San Lorenzello. Martedi 27 Febbraio tavolo tecnico per la videosorveglianza

Il comune laurentino intende dotarsi della videosorveglianza dell'intero territorio comunale. ...

Stampa articolo Stampa articolo

Accademia Santa Sofia, Unisannio, Conservatorio, per il quarto concerto al San Vittorino Jodice Bross Jazz Trio.

14/03/2023
By

Venerdì 17 marzo alle ore 19:00, presso l’Auditorium San Vittorino di Benevento, l’Accademia di Santa Sofia, per il suo quarto appuntamento con la rassegna “Jazz steps – I venerdì del Jazz”, curata dal M° Umberto Aucone, ospiterà “Infinite Space”, concerto del valentissimo Jodice Bros Jazz Trio.

Altro evento imperdibile, dal respiro internazionale, del cartellone jazz, inserito nell’ambito della poliedrica Stagione concertistica 2023 che l’Accademia di Santa Sofia sta proponendo in sinergia con l’Università degli Studi del Sannio e il Conservatorio di Benevento.

Il concerto “Infinite Space”, è un progetto musicale del Trio Jazz composto da tre vere punte di diamante, orgoglio del jazz italiano nel mondo: Pino Jodice al pianoforte; Luca Bulgarelli al contrabbasso e Pietro Iodice alla batteria.

Il progetto del Jodice Bros Jazz Trio, Infinite Space, rappresenta l’ultimo lavoro discografico di questo trio che ha all’attivo una collaborazione ventennale e un’attività concertistica infinita. È stata per molti anni sezione ritmica di una delle orchestre jazz nazionali più importanti, la Parco della Musica Jazz Orchestra di Roma, e vanta collaborazioni con artisti internazionali di chiara fama come: Mike Stern, Kenny Wheeler, Michel Portal, Bob Brookmeyer, Maria Scheneider, Bill Holmann, Nguyen Le, Dick Oatts, Tommy Smith, Paul Mc Candless, Dave Douglas, Frank Tiberi, George Garzone, Enrico Rava, Paolo Fresu e tantissimi altri.

Il lavoro discografico si sviluppa attraverso le composizioni originali del leader Pino Jodice, pianista, compositore, arrangiatore e direttore d’orchestra jazz, musicista pluripremiato a livello internazionale e riconosciuto già nel 2002 come miglior nuovo talento jazz al Premio Palazzo Valentini Jazz (RM) e al Premio Positano Jazz (Na). Ha inoltre scritto e arrangiato per musicisti internazionali di grande fama come Gary Burton, John Scofield, Bradford Marsalis, Mike Stern, e tantissimi altri.

Luca Bulgarelli e Pietro Iodice vantano collaborazioni con i più grandi musicisti internazionali ed insieme rappresentano una solida e imponente sezione ritmica tra le più richieste in Italia e all’estero. Il trio è legato non solo dall’amicizia ma dall’incredibile affiatamento che si evince sia nelle registrazioni che nei live attraverso un continuo e magico “interplay”.

PINO JODICE, pianista, compositore, arrangiatore, direttore d’orchestra jazz e docente di composizione jazz del Conservatorio G. Verdi di Milano, vanta una trentennale esperienza in orchestra sia come strumentista che come compositore arrangiatore e direttore. Pluripremiato e vincitore di oltre 11 primi premi di composizione e arrangiamento per orchestra jazz, nel 2002 riceve il premio Positano jazz (Napoli) e il premio palazzo Valentini Jazz (Roma) come “The best new Talent”, pianista, compositore e arrangiatore. Collabora come pianista, compositore, arrangiatore e direttore d’orchestra con Mike Stern, John Scofield, Bradford Marsalis, Gary Burton, Dave Douglas, Bob Brookmayer, Bill Holmann, Maria Scheneider, Paolo Fresu, Fabrizio Bosso, Orchestra e coro dell’Accademia Nazionale di santa Cecilia, Orchestra Sinfonica Abruzzese, Orchestra Sinfonica di Lecce e del Salento, Parco della Musica Jazz Orchestra, Verdi Jazz Orchestra, Orchestra Nazionale Jazz dei Conservatori Italiani, Scottish National Jazz Orchestra, Salerno Jazz Orchestra, Orchestra Jazz della Sardegna, Orchestra Jazz della Sicilia, Orchestra Jazz Parthenopea, Area M Orchestra.

LUCA BULGARELLI nasce in Abruzzo nel 1972 e studia Basso Elettrico e Contrabbasso. Vince una borsa di studio alla prestigiosa Università di Siena Jazz nel 1992 e si laurea in Contrabbasso presso il Conservatorio di Campobasso nel 1997. Partecipa ai più importanti Festival Jazz nel mondo. Collabora in studio e dal vivo con numerosissimi artisti registrando oltre 70 album: Enrico Pieranunzi, Roberto Gatto, Maurizio Giammarco, Enrico Rava, Paolo Fresu, Rita Marcotulli, Mariapia De Vito, Danilo Rea, Nicola Stilo, Rosario Giuliani, Stefano Bollani, Gianluca Petrella, Fabrizio Bosso, Stefano Di Battista, Gunther Schuller, Kenny Wheeler, Mike Manieri, George Garzone, Toninho Horta, Gal Costa, Donnie Mc Caslin, Alain Jean Marie, Mundell Lowe, Philip Catherine, Rick Margitza, Bob Mintzer, Tooth Thielemans, John Abercrombie, Dave Liebman, Seamus Blake, Jorge Rossy, Nir Felder, Greg Osby. Anche nel mondo della musica pop le collaborazioni sono svariate: Mimmo Locasciulli, Francesco De Gregori, Beppe Servillo, Paola Turci, Daniele Silvestri, Joe Barbieri, Gino Paoli e Sergio Cammariere. Come Sound Designer ha mixato e masterizzato numerosi lavori discografici per diverse etichette quali; Emarcy/Universal, CAM jazz, Albore Jazz, Abeat records, Auand, Widesound, DreyfusJazz, ViaVeneto Jazz, Giandomusic. Attualmente è docente di musica d’insieme e di contrabbasso presso il Saint Louis College of Music.

PIETRO IODICE nato a Napoli, si trasferisce a Roma nell’88 diventando da subito batterista di spicco del panorama jazz italiano. Attualmente batterista della PMJO (Parco della Musica Jazz Orchestra) dell’auditorium di Roma, insegna Batteria Jazz al conservatorio Tito Schipa di Lecce. Ha all’attivo 4 cd come co-leader nel Corvini & Iodice Roma Jazz Ensamble. Il primo dal titolo “Signor Jones”, il secondo, uscito negli U.S.A., dal titolo “Homage to Yusef Lateef & Corvini Iodice Roma Jazz Ensamble”, il terzo, “Fast Race”. Ha all’attivo inoltre due “minus one” (delle tracce audio per studio e didattica) per big band dal titolo “Suonare la batteria nella big band” Vol.1 e Vol. 2. Ha suonato con: Art Farmer, Rick Margitza, John Patitucci, Jerry Bergonzi, Miles Griffith, Dick Oatts, Phil Woods Cedar Walton, Paul MC Candless, Shawn Montero,Ulf Radelius, Joey Calderazzo,George Lewis,Martial Solail, Mike Stern, Nguyèn Lè, Kenny Wheeler, Bob Mintzer, Donny Mc Caslin, Yusef Lateef, Dave Fuczynski, Bill Holmann, Dominique Di Piazza, Vic Juris, Matthew Garrison, Linley Marthe. Bob Brookmeyer, Maria Shneider, George Lewis.

Ricordiamo che l’ingresso è gratuito ed è consigliata la prenotazione. Per Informazioni tel. 0824.1901208, www.accademiadisantasofia.it, accademiadisantasofia@alice.it.

Tags: