giovedì 2 Febbraio 2023 Benevento “testa e cuore” vince a Parma per 1 a 0 | infosannionews.it giovedì 2 Febbraio 2023
  • Cultura: Rubano (FI), congratulazioni a neo soprintendente Gennaro Leva
Smooth Slider

Resto al Sud, a Telese verrà potenziato lo sportello.

Resto al Sud, a Telese verrà potenziato lo sportello. Il ...

Leva nominato Soprintendente, gli auguri di buon lavoro del Sindaco

Leva nominato Soprintendente, gli auguri di buon lavoro del Sindaco

Benevento - Il sindaco di Benevento Clemente Mastella e l'amministrazione ...

Cultura: Rubano (FI), congratulazioni a neo soprintendente Gennaro Leva

Cultura: Rubano (FI), congratulazioni a neo soprintendente Gennaro Leva

“Congratulazioni all’architetto Gennaro Leva, nominato nuovo soprintendente Archeologia Belle Arti ...

Azienda aerospaziale Dema, Rubano: stamane incontro con le delegazioni sindacali di Fiom, Fim e Uilm.

«La crisi dell'azienda aerospaziale Dema si è trascinata per mesi ...

Stampa articolo Stampa articolo

Benevento “testa e cuore” vince a Parma per 1 a 0

08/12/2022
By

Torna alla vittoria il Benevento e lo fa con una prestazione che riscatta l’opaca impressione data contro il Palermo che, per la verità, ha fatto peggio dei giallorossi pur portando a casa l’intera posta. Oggi invece partita accorta, di cuore si ma tanto di testa per venire fuori e tenere a bada una formazione molto offensiva, quella ducale,  che doveva tornare alla vittoria dopo la sconfitta interna con il Modena ed il pareggio di Cagliari.

Queste le formazioni in campo:

Parma (4-2-3-1): Chichizola; Hainaut (40’st Sohm), Osorio, Valenti, Oosterwolde; Juric (1’st Bonny), Bernabé; Mihaila (25’pt Tutino), Vazquez, Man (29’st Estevez); Inglese (1’st Benedyczak). A disp.: Santurro, Corvi, Balogh, Camara, Coulibaly, Circati, Zagaritis. All.: Pecchia

Benevento (4-3-2-1): Paleari; Letizia (44’pt El Kaouakibi), Glik, Capellini, Masciangelo (40’st Foulon); Improta (12’st Acampora), Schiattarella, Karic; Tello (12’st Koutsoupias), Farias (40’st Pastina); Forte. A disp.: Manfredini, Lucatelli, Kubica, Thiam Pape, Viviani, Simy, Basit. All.: Cannavaro

Arbitro: Gariglio di Pinerolo. Assistenti: Sechi e Barone. IV ufficiale: Colomo. VAR e AVAR: Di Martino e Paganessi

Si inizia subito con un fallaccio al 3° di Oosterwolde su Improta che, solo richiamato, da l’esatta impressione di quale sarà la direzione arbitrale che caratterizzerà la partita. I ducali provano a fare gioco ma la prima occasione, all’8,  è giallorossa: imbucata di Forte per Farias in area, controllo a seguire del brasiliano ma la palla è troppo lunga e Chichizola blocca. Risponde Inglese al 9° ma Capellini lo chiude bene mandando la palla prima sull’avversario e poi fuori. Al 12° invito in area per Forte defilato sulla sinistra, controllo e tiro ma la palla è fuori di poco. E’ Mihaila al 13° che mette dalla sinistra un cross teso in area sul quale Paleari non ci arriva ma la palla attraversa tutta l’area senza che nessuno intervenga. Ancora Benevento in avanti al 17° con un cross in area per Improta che spunta alle spalle di tutti e colpisce di tacco ma il pallone è lento ed indirizzato proprio su Chichizola che para. Un minuto dopo ci prova Farias da fuori con un tiro potente che esce di poco. Primo cartellino giallo dell’incontro: ne fa le spese Valenti che entra duro su Karic al 18°. Due minuti dopo il Benevento passa. Lancio di Schiattarella ad incrociare per Farias al limite dell’area versante sinistro. Il brasiliano entra in area e mette al centro rasoterra dove lo squalo Forte anticipa il difensore e gira in diagonale nell’angolo più lontano con il portiere che nulla può per evitare la rete. Parma 0 Benevento 1. Si infortuna Mihaila al 24° e Pecchia lo sostituisce con Tutino. Prova a reagire la squadra di  casa ma è ben tenuta dai giallorossi. Al 29° Tutino da fuori area tira in porta con Paleari che respinge; riprende Vazquez che prova a rimettere al centro ma Masciangelo in scivolata mette in angolo. Proteste dei ducali per un presunto fallo di mano di Masciangelo. Il Var richiama l’arbitro dopo una lunga verifica e l’arbitro assegna un rigore completamente inventato. La palla del “Mudo” infatti colpisce prima il ginocchio di Masciangelo in scivolata e poi il gomito del difensore giallorosso. Quindi assolutamente non è rigore. Da oggi però Di Martino al Var e Gariglio in campo hanno cambiato il regolamento. Trentalange dovrà modificare le direttive o in alternativa, fermare questi signori per più turni. Lo stesso Vazquez va sul dischetto ma Paleari respinge, riprende di testa Inglese ma lo stesso Paleari riesce a fermare anche il tap in dell’avversario! Ancora Vazquez al 38° che però calcia alto.  Al 41° tira Berbabè da dentro l’area con Letizia che fa muro e s’infortuna. Deve abbandonare il campo in barella. Al suo posto entra El Kaouakibi. Al 45° il buon Gariglio concede 5 minuti di recupero ma a parte un contropiede di Tutino fermato dal neo entrato giallorosso ed un fallo su Schiattarella, non succede più nulla.

Rientrano in campo le squadre e nel Parma non ci sono Inglese e Juric, al loro posto Benedyczak e Bonny. Ci prova Tutino al 48° ma la palla è alta. Al 52° è la volta di  Vazquez che defilato prova a sorprendere Paleari che devia in angolo. Perde palla Man un minuto dopo da ultimo uomo ma Farias non ne approfitta. Parma a trazione super anteriore prova a schiacciare il Benevento che quando si distende trova praterie aperte ma al 56° ancora Farias non ne approfitta intestardendosi in un dribbling. Doppia sostituzione nel Benevento al 57°: escono Tello ed Improta ed entrano Acampora e Koutsoupias. Il copione resta lo stesso senza però pericoli per le due porte avversarie. Al 69° ammonito Bonny che stende Schiattarella. Altra sostituzione per il Parma al 74°: esce Man ed entra Estevez. Benevento in avanti al 76° con Acampora che con un bolide da lontano costringe Chichizola a parare in due tempi. All’80° entrata di El Kaouakibi su Estevez. Si rialzano i giocatori l’azione continua e palla che poi finisce in fallo laterale vicino alla bandierina dell’area del Parma. Gariglio, che non ha fischiato fallo e che ha fatto continuare l’azione,  viene richiamato dal Var ed espelle il giocatore del Benevento per l’intervento su Estevez.  All’83° viene ammonito anche Vazquez per un fallo su Schiattarella mentre Cannavaro sostituisce Farias con Pastina e Masciangelo con Foulon. Risponde Pecchia togliendo Hainaut e mettendo dentro Sohm. Tanti i cross in area giallorossa ma le torri difensive hanno sempre la meglio. Si giunge al 90° e vengono concessi 6 minuti di recupero allungati poi a 7 duranti i quali vengono ammoniti 3 giallorossi, Karic, Koutsoupias e Pastina e si devono annotare due  conclusione di Bernabè: una fuori e l’altra alle stelle. Finisce così l’incontro con la vittoria del Benevento che fin qui si conferma  squadra di trasferta più che di casa.

Tags: