mercoledì 28 Settembre 2022 Il Conservatorio risponde a quanto riportato in un articolo di un giornale locale e conclude con : “Si tratta di una strumentalizzazione” | infosannionews.it mercoledì 28 Settembre 2022
  • Scambio reperti antichi, obbligo dimora per sovrintendente
Smooth Slider
Notte delle Streghe, al via la presentazione della decima edizione

Notte delle Streghe, al via la presentazione della decima edizione

Domani, 29 settembre alle ore 10.00, nella sala dell’Antico Teatro ...

Lettera di mons. Accrocca ai sacerdoti sull’Istituto Superiore di Scienze Religiose

Lettera di mons. Accrocca ai sacerdoti sull'Istituto Superiore di Scienze Religiose

AL PRESBITERIO DIOCESANO Carissimi Confratelli nel sacerdozio,San Pietro esorta i credenti ...

La Solot Compagnia Stabile di Benevento presenta la Stagione Teatrale 2022

La Solot Compagnia Stabile di Benevento, mercoledì 5 ottobre, alle ...

Eventi al femminile. L'associazione Massimo Rao riprende le attività

L’Associazione Massimo Rao riprende le attività, dopo la pausa estiva, ...

Stampa articolo Stampa articolo

Il Conservatorio risponde a quanto riportato in un articolo di un giornale locale e conclude con : “Si tratta di una strumentalizzazione”

22/09/2022
By

In riferimento all’articolo pubblicato da “Gazzetta di Benevento” dal titolo “Che sta succedendo ancora al Conservatorio Statale di Musica “Nicola Sala?” il Presidente e il Direttore Giosué Grassia precisano quanto segue.

Le linee guida per la pianificazione didattico-artistico per l’Anno Accademico 2022/2023 cui fa riferimento il maestro Luigi Ottaiano, sono state approvate in bozza dal Consiglio Accademico e, trasmesse per opportuna conoscenza a tutti i docenti, nelle more della definitiva approvazione in sede di Consiglio di Amministrazione per la dovuta copertura amministrativa e finanziaria.

La trasmissione, in via informale, ai docenti è nello spirito di condivisione per eventuali modifiche e/o integrazioni per la definitiva approvazione in sede di Consiglio di Amministrazione.

Tra l’altro, si precisa che in questo documento sono confermate tutte le attività didattiche e artistiche così come previste nell’Anno Accademico in corso, senza nulla togliere al corso di Canto della Canzone Classica Napoletana tant’è che resta un punto di forza del Conservatorio come tutte le altre discipline che fanno parte dell’offerta formativa di questa Università della Musica.

Quindi si tratta, a nostro giudizio, di una strumentalizzazione che nulla toglie all’offerta didattica del Conservatorio e alla formazione degli studenti iscritti.

Tags: