mercoledì 28 Settembre 2022 Elezioni Sannio Alifano, Coldiretti: corto circuito ricorso contro se stessi. I candidati del vicepresidente contestano le sue scelte “arbitrarie” | infosannionews.it mercoledì 28 Settembre 2022
  • Scambio reperti antichi, obbligo dimora per sovrintendente
Smooth Slider
Notte delle Streghe, al via la presentazione della decima edizione

Notte delle Streghe, al via la presentazione della decima edizione

Domani, 29 settembre alle ore 10.00, nella sala dell’Antico Teatro ...

Lettera di mons. Accrocca ai sacerdoti sull’Istituto Superiore di Scienze Religiose

Lettera di mons. Accrocca ai sacerdoti sull'Istituto Superiore di Scienze Religiose

AL PRESBITERIO DIOCESANO Carissimi Confratelli nel sacerdozio,San Pietro esorta i credenti ...

La Solot Compagnia Stabile di Benevento presenta la Stagione Teatrale 2022

La Solot Compagnia Stabile di Benevento, mercoledì 5 ottobre, alle ...

Eventi al femminile. L'associazione Massimo Rao riprende le attività

L’Associazione Massimo Rao riprende le attività, dopo la pausa estiva, ...

Stampa articolo Stampa articolo

Elezioni Sannio Alifano, Coldiretti: corto circuito ricorso contro se stessi. I candidati del vicepresidente contestano le sue scelte “arbitrarie”

22/09/2022
By

“Il caos del Consorzio di Bonifica Sannio Alifano, a dieci giorni dal voto per il rinnovo delle cariche, è deflagrato in farsa”.È quanto affermano le federazioni provinciali di Coldiretti Caserta e Benevento – che sostengono la lista “Terra e Acqua” -commentando l’ultimo atto di un percorso elettorale totalmente fuori controllo, che ha visto l’esclusione di candidati e di liste da parte di un organismo in cui figurano candidati in corsa.

“Un ricorso affidato ad uno studio legale di Maddaloni è il definitivo corto circuito della credibilità e della democrazia interna di un ente di fondamentale importanza per la vita delle imprese agricole. Quattro candidati della lista “Impegno per i Consorziati”, animata e voluta dal vicepresidente Alfonso Simonelli – che è alleata in alcune fasce di rappresentanza con la lista del presidente uscente “Sviluppo e Progresso per il Sannio Alifano” – hanno affidato ad un avvocato l’azione legale presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, contestando la legittimità di ben 10 delibere votate dalla Deputazione Amministrativa del Consorzio di Bonifica del Sannio Alifano – in cui sono presenti gli stessi presidente e vicepresidente – per “violazione del regolamento elettorale consortile”.

 

Tra le motivazioni giurisprudenziali del ricorso si leggono: “violazione di legge”, “violazione e falsa applicazione degli artt. 1, 7, 9 del regolamento elettorale del consorzio”; “violazione e falsa applicazione dell’art. 22 dell’lrc 4/2003”; “violazione e falsa applicazione dell’artt. 12 dello statuto del consorzio”; “incompetenza”; “eccesso di potere per ingiustizia manifesta”; “palese illegittimità di comportamento”; “arbitrarietà”; “violazione del principio di trasparenza, imparzialità e buon andamento”; “sviamento di potere”.

 

La mano destra non sa cosa fa la sinistra – incalzano le federazioni provinciali di Coldiretti – con conseguente imbarazzanti. Il Consorzio, pertanto, si avvia verso il voto democratico dei soci sotto la guida di chi fa contemporaneamente il giocatore, l’arbitro e il guardialinee, ma quando chiama il fuorigioco, lo fischia contro la propria squadra. Non serve aggiungere altro per comprendere che il Consorzio è ormai fuori controllo – concludono Coldiretti Caserta e Benevento – esponendo l’ente a pesanti rischi per i contenziosi e per i conseguenti danni economici e di immagine. Siamo sempre più convinti che occorra un intervento deciso degli organi di controllo prima che la degenerazione amministrativa si scarichi sulle imprese agricole”.

Tags: