- infosannionews.it - https://www.infosannionews.it -

Io X Benevento. Auguri di buon lavoro ai manager della Sanità.

Scrivono dall’Associazione : ” Prendiamo atto dagli organi di informazione delle nomine che il Governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ha pronunciato qualche giorno fa. Gennaro Volpe rimane alla guida dell’Azienda Sanitaria Locale e Annamaria Morgante guiderà l’Azienda Ospedaliera S. Pio. Se le nomine costituiscono motivo di apprezzamento del Presidente De Luca, relativamente alle perfomance dei manager, non lo sappiamo ma conosciamo il gradimento della nostra gente che usufruisce delle prestazioni sanitarie erogate dalle Aziende Sanitarie. Per ciò che riguarda l’ASL, è stato sempre apprezzato sia l’approccio garbato, attento e sensibile di Gennaro Volpe nei confronti dei sofferenti, ripristinando tempestivamente dei disservizi iniziali e poi si è distinto con gli interlocutori istituzionali e non che hanno chiesto confronti e chiarimenti. Le sue capacità le ha dimostrate con ciò che ha affrontato durante la pandemia trovandosi con un organico ridotto rispetto ad un lavoro immane, risolvendo questioni importanti di organizzazione ed efficienza. Contestualmente attraverso la progettazione ha saputo ottenere dei finanziamenti che hanno consentito la riqualificazione di strutture già di disponibilità dell’ASL e di opere da realizzare (Ospedale di Comunità, etc.). Inoltre, anche con il personale interno ha saputo coniugare bene, formazione e crescita professionale consentendo la promozione delle posizioni organizzative. Insomma ha fatto il manager, curando bene tutti e tutto. Congratulazioni a lui, a tutto lo staff e auguri di buon lavoro. Per ciò che invece riguarda l’Azienda Ospedaliera S. Pio, purtroppo, l’opinione è diametralmente opposta. Il nostro silenzio, lungo più di un anno, è ovviamente motivato da procedimenti giudiziari scaturiti a seguito di denunce per diffamazioni ricevute e che hanno tappato le ali ad una libertà di pensiero e di opinione. Tutto questo non ci ha fermati tant’è vero che sono stati presentati esposti alla Procura dall’Associazione IO X Benevento per porre all’attenzione degli inquirenti fatti che certamente verranno accertati. L’attesa ha non solo svilito i cittadini che restato in attesa di giustizia ed ha disilluso il nostro Presidente, Giuseppe Schipani, che investito in prima persona dai procedimenti penali è caduto in un vortice di tristezza e di sofferenza personale, sentitamente offeso e mortificato. E’ paradossale, nel 2022, difendersi per aver cercato di tutelare l’interesse generale. L’Associazione io per Benevento ha promosso una politica di contestazione e di opinioni verso fatti e circostante evidentemente ingiuste e che non deflagravano il principio costituzionale dell’uguaglianza dei cittadini. Nonostante gli sforzi ancora oggi si combatte affinché i servizi sanitari possano essere gestiti in modo corretto e nel rispetto delle persone soprattutto quelle della classi sociali più svantaggiate poste sempre al centro della nostra attenzione. L’A.O. S. Pio, per quanto si voglia cercare di ribaltare, fuorviare o di camuffare, ha condotto una gestione opinabile e questa considerazione è sotto gli occhi di tutti ed in particolare da coloro che si sono recati per essere curati. Le considerazioni pronunciate non sono affermate solo dall’Associazione IO X Benevento ma anche da un’utenza sofferente e dagli stessi operatori sanitari che non hanno chiesto mai nulla al management se non di poter fare il proprio lavoro in sicurezza, con strumenti certi, che non sono mai arrivati ( sostenuto anche dai Sindacati) . Il tutto ha in qualche maniera costretto diversi professionisti di calibro a lasciare l’Azienda Ospedaliera S. Pio e lavorare altrove. Questi sono fatti, non punti di vista di un’Associazione che non ha cercato di rivendicare solo ed esclusivamente dei diritti e dei servizi adeguati per i propri concittadini. Si vada a verificare l’indice di gradimento dell’utenza, o ai medici che sono andati via, quali sono state le motivazioni del loro abbandono, o agli operatori tutti che ancora oggi lavorano ancora al S. Pio con un carico di responsabilità davvero preoccupante. Va fatta una riflessione anche sul comportamento del manager, Mario Ferrante, che finalmente lascia l’Azienda Ospedaliera S. Pio. Una persona arrivata a Benevento dopo un’esperienza professionale vissuta a Caserta. Appena arrivato, ha immediatamente attivato una serie di operazioni di ristrutturazione, ha curato in maniera maniacale l’apparenza ma discutibile è stata la qualità e l’efficienza della gestione del nosocomio, molto spesso oggetto di reclami ed iniziative di protesta clamorose, mai registrate nella nostra Città, promosse sia dalla Politica e sia dai Sindacati, oltre che da tante persone che hanno denunciato. In questi casi, il Ferrante non ha prodotto opera di persecuzione personale come lo ha fatto con il nostro Presidente, eppure alcune proteste sono risultate di gran lunga più plateali e offensive di qualche articolo stampa in cui si chiedevano chiarimenti o interventi di risoluzione delle criticità. Abbiamo avuto modo anche di approfondire tanti aspetti e speriamo che tutto, ma proprio tutto, sia oggetto di accertamento da parte delle Autorità competenti. Quindi, come Associazione, come organismo di rappresentanza dell’utenza, come Ente riconosciuto dal Governo anche attraverso la riforma del Terzo Settore del 2017 che ha rifondato completamente il rapporto tra Pubblica Amministrazione ed Enti del Terzo Settore, attraverso l’emanazione di normative e di sentenze anche della Corte Costituzionale, sentitamente inosservate dal Ferrante, attraverso una condotta inadempiente, noi, non ringraziamo Mario Ferrante ma ringraziamo il Presidente della Giunta Regionale della Campania per averlo trasferito in altro Ente, fuori la provincia di Benevento e per aver nominato alla guida dell’Azienda Ospedaliera S. Pio una professionista validissima che conosciamo e che ha già dato prova della sua competenza e delle sue capacità. Benvenuta e buon lavoro ad Annamaria Morgante.”