martedì 23 Aprile 2024 Referendum, Più Europa: “Modificare il quorum, altrimenti vincerà sempre il partito del non voto” | infosannionews.it martedì 23 Aprile 2024
In evidenza

Domenica 28 Aprile torna Rapsodie - Emozioni in prosa, poesia e musica con Comedians during the Plague

Con lo spettacolo teatrale di Cristian Izzo "Comedians during the ...

A Benevento il corteo della Liberazione organizzato dall’Anpi del Sannio

Il comitato provinciale dell’Anpi di Benevento con le sue sezioni ...

90 anni di Telese Terme: istituito Gruppo di lavoro per organizzare celebrazioni

90 anni di Telese Terme: istituito Gruppo di lavoro per organizzare celebrazioni

Con apposito decreto sindacale è stato istituito un Gruppo di ...

Unisannio.1° Corso di formazione per i dipendenti del Comune di Benevento

Il Comune di Benevento e l'Università degli Studi del Sannio ...

Problematiche idriche e cantiere Alta Velocità, venerdì 26 incontro a Palazzo Mosti

Problematiche idriche e cantiere Alta Velocità, venerdì 26 incontro a Palazzo Mosti

In merito alle problematiche idriche che si stanno verificando nella ...

Stampa articolo Stampa articolo

Referendum, Più Europa: “Modificare il quorum, altrimenti vincerà sempre il partito del non voto”

13/06/2022
By

Il Coordinamento di Più Europa Benevento ringrazia tutti i cittadini sanniti, che all’astensionismo hanno preferito il sacrosanto diritto-dovere al voto.

Il non raggiungimento del quorum impone una attenta analisi ed una profonda riflessione circa l’istituto referendario.

Come ben spiegato in una intervista di oggi su la Repubblica, dal nostro Presidente nazionale Riccardo Magi, vi è la necessità di “modificare il quorum, se no i referendum continueranno a fallire, perché vincerà sempre il partito del non voto”.

La soglia del 50% oggi si raggiunge difficilmente persino alle elezioni Politiche o Amministrative.
Una soluzione potrebbe essere quella di legare il quorum al 25% dei votanti favorevoli (cioè del SI all’abrogazione), al fine di incentivare ad andare a votare anche i favorevoli al NO.

La soppressione dei quesiti sulla legalizzazione e l’eutanasia hanno molto influito sul non raggiungimento del quorum.

Il punto fondamentale è tuttavia Politico: ci chiediamo come un partito come il Pd, che da sempre si riempie la bocca di “riformismo, progressismo e garantismo”, da qualche anno a questa parte non abbia più una agenda politica e sia completamente succube, come ricordato qualche settimana fa dalla Senatrice Emma Bonino, delle posizioni giustizialiste e populiste del M5S.

Ci appelliamo agli amici del Pd sannita che sembrerebbero andare in cortocircuito rispetto alla linea del proprio partito ogni volta che c’è un referendum: invece di giocare a fare i Radicali, sarebbe opportuno li faceste seriamente, le nostre porte sono sempre aperte!

Più Europa continuerà la battaglia per una giustizia più giusta, affinché ogni singolo cittadino sia in grado di autodeterminare la propria libertà in materia di legalizzazione ed eutanasia, ancora due grandi tabù del nostro Paese.

Tags: