venerdì 7 Ottobre 2022 Sottoscritto a Roma Protocollo d’intesa tra ANPCI e SVIMAR | infosannionews.it venerdì 7 Ottobre 2022
  • Ucraina, De Luca annuncia: "Una grande manifestazione per la pace a Napoli sabato 29 ottobre".
Smooth Slider

Apollosa, la maggioranza: Dalla minoranza solo polemiche pretestuose!

"Il Consiglio Comunale di Apollosa, in data 4 ottobre, al ...

Benevento la città con più contagiati nel periodo dal 28 settembre al 4 Ottobre

Maglia nera della Campania Benevento con 391 contagiati nel periodo ...

Maglione: «Minacce a Volpe provano che Sannio non è un’oasi felice».

Maglione: «Minacce a Volpe provano che Sannio non è un’oasi felice».

«Nell’esprimere la mia solidarietà al direttore dell’Asl Gennaro Volpe, invito ...

Pubblicato il bando della decima edizione di Cinefrutta riservato alle scuole medie e superiori

È online il bando della decima edizione di Cinefrutta, il ...

Telese Terme e Viterbo, “gemellate” grazie alle terme e al telesino Antonio Di Pietro

L’evento di presentazione del libro di Antonio Di Pietro è ...

Imprese: “boom” di adesioni a Limatola per sos a governo contro cartelle esattoriali.

“E’ stato un vero e proprio successo l’avvio della raccolta ...

Stampa articolo Stampa articolo

Sottoscritto a Roma Protocollo d’intesa tra ANPCI e SVIMAR

04/06/2022
By

Si è tenuta ieri a Roma, nella prestigiosa sede che la  Regione Campania ha nella capitale, la sottoscrizione di un importante Protocollo di Intesa tra ANPCI (l’Associazione Nazionale che raggruppa i comuni fino a 5.000 abitanti) e SVIMAR (l’Associazione per lo Sviluppo del Mezzogiorno e delle Aree Interne). La formalizzazione dell’intesa è stato il tassello conclusivo di un processo già iniziato da tempo e coordinato da ANPCI Campania il cui presidente Zaccaria Spina è stato presente  all’incontro con  il vice presidente nazionale  Arturo Manera unitamente  al presidente di SVIMAR, Giacomo Rosa, all’onorevole Francesca Troiano (anche componente della XIII Commissione Agricoltura della Camera), numerosi Sindaci ed amministratori in rappresentanza delle quattro regioni interessate dal Protocollo, la Campania stessa,  la Calabria, la Basilicata e la Puglia, oltre ai dirigenti di SVIMAR che hanno seguito la stipula del Protocollo, a giornalisti ed addetti alla comunicazione. È intervenuta, in videochiamata, la presidente nazionale dell’ANPCI, Franca Biglio. “È intenzione della nostra Associazione – afferma Zaccaria Spina – cooperare con organizzazioni, enti ed associazioni perseguenti i medesimi fini, al fine di rafforzare l’efficacia delle azioni promosse dall’ANPCI e meglio raggiungere anche congiuntamente gli obiettivi prefissati, valorizzando le sinergie operative. Ed è interesse comune nostro e di SVIMAR cooperare al fine di raggiungere, anche attraverso un’azione congiunta, gli obiettivi comuni. Unitamente all’onorevole Francesca Troiano e agli esponenti dell’Associazione per lo sviluppo del Mezzogiorno e delle Aree Interne abbiamo già individuato delle iniziative da prendere nell’imminente periodo”. “Il crescente bisogno sociale della popolazione – riporta il Protocollo – necessita della creazione di una rete informale e di nuove iniziative mirate a creare forme di collaborazione ed integrazione fra  tutte le realtà presenti ed operanti sul territorio delle regioni della Campania, Basilicata, Puglia e Calabria che, a vario titolo, si occupano di piccoli comuni, aree interne, lotta al  rischio del crescente spopolamento del Mezzogiorno, di programmazioni e azioni di sviluppo economico-sociale del territorio. La riduzione di divari economico-sociale, infrastrutturali, territoriali, di redistribuzione dei servizi pubblici essenziali (istruzione, ricerca, università, salute, mobilità, energia e beni comuni), di promozione, tutela e valorizzazione del turismo, risulta estremamente attuale”.  SVIMAR, in particolare, si propone di promuovere gli studi e le ricerche, nonché il dibattito scientifico sul tema dello sviluppo del Mezzogiorno e delle aree interne dell’Appennino Meridionale. Per la realizzazione dei propri scopi intende favorire l’incontro tra studio e promuovere le ricerche e studi sui temi dello sviluppo del Mezzogiorno e delle aree interne, lottando contro lo spopolamento del territorio; organizzare incontri, seminari, conferenze, diffusione di cultura ed informazioni; formare gruppi di ricerche, caratterizzate da collaborazioni a livello nazionale e internazionale, sui temi riguardanti lo sviluppo del Mezzogiorno e delle aree interne dell’Appennino meridionale; programmare attività di sviluppo economico-sociale territoriali ed infrastrutturali.  Nel corso dell’evento tenutosi della sede romana è stato presentato il Primo Premio Nazionale Letterario organizzato da ANPCI, a parlarne è stato il presidente della giuria Francesco Garofalo, docente di Storia delle istituzioni politiche e Sociologia presso l’Università degli Studi “Magna Graecia” di Catanzaro.

Tags: