lunedì 15 Agosto 2022 Pago Veiano.Uffici comunali: pianta organica carente di personale | infosannionews.it lunedì 15 Agosto 2022

Smooth Slider

Incidente sul raccordo per San Giorgio del Sannio: 20enne impatta contro il guard-rail

Non sono ancora chiare le cause che questa mattina hanno ...

Pietrelcina. Inaugurata una piazza dedicata a San Giovanni Paolo II con relativa statua

La statua raffigura in maniera tridimensionale San Pio, San Giovanni ...

Limatola. Diana Marotta passa a Forza Italia

La Consigliera Comunale di Limatola, Diana Marotta, aderisce a Forza ...

Arpaise. “Tra Lucciole e stelle” - XIX edizione

Dopo i due appuntamenti di Cellole e Pietrastornina, s’inaugurerà questa ...

Caserta : Vogliamo partire bene in campionato e portare a casa i tre punti

Conferenza Stampa  di mister Caserta che anticipa l'incontro di domani ...

Stampa articolo Stampa articolo

Pago Veiano.Uffici comunali: pianta organica carente di personale

21/05/2022
By

I primo cittadino affida a Vincenzo Di Ianni la responsabilità del settore tecnico – manutentivo  De Ieso: “allo stesso dipendente conferita ad interim la titolarità della posizione organizzativa del settore demografico – statistiche – patrimonio”.

di Lino Santillo

Il sindaco di Pago Veiano Mauro De Ieso nei giorni scorsi ha inteso assegnare incarichi ai vari dipendenti comunali. In particolare per evitare sovraccarichi di lavoro, come pure responsabilizzare alcune unità del personale. Ricordiamo che l’apparato comunale del paese del pre. Fortore è carente di personale. Allo stato attuale vi è solo un vigile urbano in servizio, così pure nei vari uffici comunali. Vi è la necessità e l’urgenza di ampliare la pianta organica. Occorrono allo stato attuale almeno 5 unità per tentare di bilanciare l’organico dopo i diversi pensionamenti. Basti pensare che dei tre vigili urbani ne è rimasto uno solo . Ecco allora l’urgenza e la necessità di voler “tamponare” da parte del primo cittadino nei vari uffici comunali. A tal proposito lo stesso sindaco Mauro De Ieso dichiara: che il Comune di Pago Veiano non dispone, nella dotazione organica, di figure aventi qualifica dirigenziale e pertanto la disciplina dell’assegnazione degli incarichi di vertice è regolata dall’articolo 109, comma 2, del decreto legislativo n. 267/2000 e dalle disposizioni contrattuali che vanno dagli articoli 13 a 17 del Ceni Funzioni locali 21/5/2018. Il sistema organizzativo vigente attribuisce le funzioni apicali di vertice dell’ente, a personale avente categoria “C”. Ricordiamo che dal 2021 venne attribuita la responsabilità del settore tecnico – manutentivo proprio al sindaco pro tempore. In seguito, il servizio Patrimonio è stato accorpato settore tecnico -manutentivo. Con delibera di giunta comunale, – termina Mauro De Ieso – l’esecutivo ha preso atto della nuova graduazione delle P.O. (posizioni organizzative) per cui si è reso necessario riformulare il decreto di P.O. del nuovo settore. Infatti, la normativa attribuisce al sindaco il potere di nomina dei responsabili dei servizi e la definizione degli incarichi dirigenziali, in applicazione dei principi di separazione tra le competenze di indirizzo e gestione, attribuisce la gestione amministrativa, finanziaria e tecnica ai dirigenti. Infatti, nei comuni privi di personale di qualifica dirigenziale le funzioni possono essere attribuite, a seguito di provvedimento motivato del sindaco, ai responsabili degli uffici o dei servizi, indipendentemente dalla loro qualifica funzionale, anche in deroga ad ogni diversa disposizione. Ecco allora che, il primo cittadino ha inteso nominare responsabile del settore tecnico – manutentivo, il dipendente geom. Vincenzo Di Ianni – categoria C a decorrere dal 17 maggio 2022 sino alla scadenza del mandato elettorale, conferendo allo stesso ad interim la titolarità della posizione organizzativa quale titolare della P.O. (posizioni organizzative) del settore demografico- statistiche-patrimonio. Di affidare allo stesso i compiti, compresa l’adozione degli atti che impegnano l’amministrazione verso l’esterno, che la legge e lo statuto espressamente non riservano agli organi di governo. Il dipendente ha diritto alla sola retribuzione di posizione e di risultato previste per la posizione organizzativa nonché, sussistendone i presupposti, anche ai compensi aggiuntivi previsti dall’articolo 18 del Ceni Funzioni Locali del 21/5/2018 con esclusione di ogni altro compenso o elemento retributivo. Il compenso è determinato nella retribuzione annua di posizione di euro 8.392,59”.

Tags: