martedì 18 Gennaio 2022 Pago Veiano. Apicoltura “Bene Comune”: al via il Giardino delle api | infosannionews.it martedì 18 Gennaio 2022
Smooth Slider

Lettera a Flavio !

"16 Gennaio 2021. Sei arrivato al capolinea anzitempo, il tuo ...

Assessore Mignone : “Ringrazio il sindaco  Mastella per la nuova importante delega con Invitalia”

Assessore Mignone : Ringrazio il sindaco Mastella per la nuova importante delega con Invitalia

“Ringrazio il sindaco Clemente Mastella per avermi rinnovato la sua ...

Dissesto, Apb: “Bene la Ragioneria di Stato, sia fatta chiarezza sui conti del Comune”

Dissesto, Apb: “Bene la Ragioneria di Stato, sia fatta chiarezza sui conti del Comune”

“La decisione della Ragioneria di Stato di inviare due suoi ...

Al San Pio un decesso e tre dimessi.I ricoverati sono 84; dai 307 tamponi 69 positivi.

Al San Pio un decesso e tre dimessi.I ricoverati sono 84; dai 307 tamponi 69 positivi.

Ancora un decesso al San Pio di Benevento.Come riporta il ...

Eolico, Maglione: “Regione individui le aree idonee ed escluda il Sannio”.

Eolico, Maglione: “Regione individui le aree idonee ed escluda il Sannio”.

“Se i cittadini del Fortore continuano a denunciare l’invasione dell’eolico ...

Stampa articolo Stampa articolo

Pago Veiano. Apicoltura “Bene Comune”: al via il Giardino delle api

04/12/2021
By

L’amministrazione comunale sensibile alle problematiche della “biodiversità” e degli agricoltori.  Fiorillo: “il nostro intento è coinvolgere anche le scuole di ogni ordine e grado con ideazione di percorsi didattico – informativi”.

di Lino Santillo

L’amministrazione comunale di “Pago Veiano nel Cuore” è sempre impegnata a favorire lo sviluppo del territorio e in particolare venire incontro a tutti i cittadini. Nello specifico, il consigliere di maggioranza ed ex assessore Rosario Fiorillo, sempre sensibile alle problematiche ambientali e di interazione con la collettività, pone sulla bilancia l’atavico problema legato alla salvaguardia dell’apicoltura e quindi della “biodiversità” . Studi, incontri, approfondimenti e ricerche sono stati il suo cavallo di battaglia nel corso degli studi universitari, della professione e anche a stretto contatto di gomito con gli agricoltori. Lo stesso consigliere Rosario Fiorillo si pone un quesito: “per dare una prima risposta alla domanda, come possono contribuire le amministrazioni locali alla salvaguardia dell’apicoltura, attività agricola generatrice di reddito ma anche pratica millenaria di tutela della biodiversità?”. A tal proposito, il comune di Pago Veiano ha aderito, su proposta del consigliere comunale Dott. Agr.mo Rosario Fiorillo, all’iniziativa “Comuni amici delle api” mediante delibera di consiglio comunale n° 42 del 30 novembre 2021. L’iniziativa, nata nell’ambito della CooBEEration Campaign, è una campagna di sensibilizzazione sul valore dell’Apicoltura come Bene Comune, con il suo claim “Ho un’ape in testa” e la simpatica ape Anna come mascotte, che a sua volta è inserita nel più ampio progetto di cooperazione “Mediterranean CooBEEration – una rete per l’apicoltura, la biodiversità e la sicurezza alimentare” finanziato dall’Unione europea. “Questa iniziativa – rimarca il consigliere Fiorillo – ha lo scopo di promuovere la partecipazione attiva degli Enti Locali nella tutela dell’ambiente e nella riqualificazione dei territori, attraverso la protezione delle api e la valorizzazione dell’apicoltura, a partire dal ruolo strategico di motore politico e di coordinamento che i Comuni hanno per la promozione di uno sviluppo locale sostenibile. In particolare considerato che già da tempo l’amministrazione di “Pago Veiano nel Cuore” ha eliminato l’uso di erbicidi nella manutenzione dei cigli stradali e negli spazi verdi pubblici, con la nuova delibera il comune si impegna a sostenere nella propria comunità locale lo sviluppo delle attività apistiche in maniera diffusa sul territorio, come opportunità di reddito e inclusione sociale; includere e incrementare nella pianificazione del verde pubblico la coltivazione di specie vegetali gradite alle api; porre grande attenzione ai trattamenti sulle alberate cittadine, da evitare in fioritura e in presenza di melata; promuovere una riflessione e un dibattito sia all’interno del consiglio comunale sia nella comunità locale coinvolgendo i cittadini e i principali portatori di interesse, sull’utilizzo degli agro farmaci in agricoltura e sul loro impatto sull’ambiente e sulla salute, e su possibili strategie di valorizzazione e salvaguardia del territorio che passino attraverso il recupero e l’adozione di buone pratiche agricole incentrate sulla sostenibilità; a far rispettare, considerato l’art. 4 della legge nazionale n° 313 del 2004, l’articolo 15 della legge n° 7 della regione campania (Tutela delle api da sostanze tossiche – al fine di salvaguardare l’attività dei pronubi sono vietati interventi con agrofarmaci su qualsiasi coltura, spontanea o agraria in fioritura, dall’apertura alla caduta dei petali. Al di fuori di detto periodo, gli stessi interventi sono consentiti solo successivamente allo sfalcio delle vegetazioni sottostanti o vicine se sono in fioritura; intraprendere un’azione di lotta alle zanzare concentrandosi sulla prevenzione e privilegiando interventi larvicidi basati sull’uso di prodotti biologici (a base di Bacillus thuringiensis israelensis); promuovere e sostenere iniziative a sostegno dell’apicoltura – eventi, mostre, convegni, premi – anche in collaborazione con altri comuni, ivi incluso la realizzazione di azioni concrete e simboliche nella propria città al fine di sensibilizzare la cittadinanza, quali ad esempio la realizzazione di un “Giardino delle api”, l’ideazione di percorsi didattico-informativi, l’utilizzo delle api come tema artistico-decorativo nei progetti di riqualificazione urbana e di decoro della città (sul modello street-art); promuovere iniziative di informazione e sensibilizzazione sul valore di Bene Comune dell’Apicoltura, coinvolgendo in particolare le scuole di ogni ordine e grado del proprio territorio. Per dare concreta attuazione a quanto deliberato – termina il consigliere Rosario Fiorillo – l’amministrazione di “Pago Veiano nel Cuore” ha intenzione di utilizzare uno degli spazi verdi comunali per la messa a dimora di piante nettarifere o aromatiche (Rosmarino officinale, Rosmarino prostrato, Lavanda, Salvia, Abelia, Calendula, Viburno) al fine di realizzare un “Giardino delle Api” dove installare delle arnie dimostrative, in collaborazione con uno o più apicoltori del territorio, e quindi dare vita ad un luogo dedicato ad attività didattico-informativa anche per le scolaresche. Altra azione concreta da attuare sarà quella di mettere a disposizione degli apicoltori del territorio un determinato quantitativo di semi di Facelia da far seminare in aree adiacenti a siti con arnie. La Phacelia Tanacetifolia è pianta mellifera di facile coltivazione, fioritura prolungata e che si riproduce con l’autodisseminazione. Altre iniziative saranno concordate annualmente dall’amministrazione con gli apicoltori e gli agricoltori del territorio”.

Tags: