domenica 17 Ottobre 2021 Altrabenevento: Bosco Fioravante e l’Arco di Traiano.Lettera aperta al sindaco Mastella | infosannionews.it domenica 17 Ottobre 2021
Smooth Slider
Il Consorzio Sale della Terra querelerà Mastella per le dichiarazioni fatte.

Il Consorzio Sale della Terra querelerà Mastella per le dichiarazioni fatte.

Riceviamo dal Consorzio Sale della Terra e pubblichiamo : "Riteniamo ...

Benevento. Perde la vita in un incidente con la moto giovane di San Nicola Manfredi

E' accaduto questo pomeriggio in contrada Medina del Comune di ...

Incendio Airola (Benevento) 5°Aggiornamento: risultati secondo ciclo di monitoraggio diossine

Incendio Airola (Benevento) 5°Aggiornamento: risultati secondo ciclo di monitoraggio diossine

Sono disponibili gli esiti analitici del secondo ciclo di campionamento ...

Puglianello. Il 24 Ottobre giornata dedicata alla prevenzione con medici e specialisti della salute.

“Si terrà il sabato 24 ottobre, la giornata dedicata alla ...

San Pio, Covid 19.  Due dimessi ed un nuovo ricovero, i pazienti ora sono 5.

San Pio, Covid 19. Due dimessi ed un nuovo ricovero, i pazienti ora sono 5.

Dal bollettino emesso dal nosocomio sannita si evince che nelle ...

Superamento tetti di spesa, sen. Ricciardi (M5S) : “La Regione intervenga”

Superamento tetti di spesa, sen. Ricciardi (M5S) : La Regione intervenga

"Con il superamento dei tetti di spesa nella sanità convenzionata, ...

Altrabenevento: Bosco Fioravante e l’Arco di Traiano.Lettera aperta al sindaco Mastella

14/10/2021
By

Riceviamo e pubblichiamo la nota di Gabriele Corona (Altrabenevento) che scrive:

“Perché il comandante della Polizia Municipale, Bosco Fioravante, ha coordinato l’intervento degli operai che hanno coperto la scritta sull’arco di Traiano causando ulteriori danni al monumento?

Il 10 settembre scorso alcuni operai dell’Ente sono intervenuti per smacchiare o coprire un disegno fatto con un pennarello sull’Arco di Traiano, senza la necessaria autorizzazione della Soprintendenza Archeologica. Sono stati usati sistemi non idonei che hanno causato ulteriori danni al monumento.

L’operazione è stata coordinata dal Comandante della Polizia Municipale, Bosco Fioravante, che però non ha alcuna competenza in materia e neppure può disporre degli operai del Comune.

Il fatto è oggetto di una segnalazione del Nucleo per la tutela del patrimonio culturale dei Carabinieri alla Procura della Repubblica ma ciò non esclude che l’Ente contesti al funzionario il comportamento che comporta il provvedimento disciplinare.

Dal 2018 al 2020, come dipendente del Comune ho ricevuto quattro contestazioni di addebito e tre provvedimenti disciplinari non per abuso della mia carica, né per comportamenti che hanno creato danni al patrimonio pubblico o privato, ma solo per aver criticato il suo comportamento e quello di alcuni dirigenti comunali. Tre provvedimenti sono stati già annullati dal Giudice del Lavoro perché avevo semplicemente espresso, con modalità consentite dalla legge, il mio pensiero su appalti ed incarichi. Per il quarto provvedimenti di sospensione dal servizio, attendo la decisione dei magistrati.

Il danno arrecato al monumento a seguito di un intervento improvvido di un funzionario comunale, è un fatto molto grave e quindi le chiedo di chiarire alla città cosa è veramente accaduto.

Perché il comandante Bosco Fioravante si è occupato del caso? Lo ha incaricato lei? Ha fatto tutto da solo? L’Ente ha avviato la procedura per il provvedimento disciplinare?

Una sua comunicazione ufficiale è dovuta non solo per il ruolo di Bosco ma anche perché il Comandante ha fatto ufficialmente campagna elettorale per lei a sostegno della figlia candidata in una delle sue liste”.

Tags: