giovedì 23 Settembre 2021 Oltre 73mila persone controllate, 30 arresti e 196 indagati.Il bilancio delle attività della Polizia di Stato sui treni e nelle stazioni della Campania | infosannionews.it giovedì 23 Settembre 2021

Smooth Slider
FridaysForFuture,domani corteo organizzato dall’Unione degli Studenti

FridaysForFuture,domani corteo organizzato dall'Unione degli Studenti

Il 24 settembre, in concomitanza con il "Global Strike for ...

Accoglienza nuclei familiari afghani.Stipula Accordo con il Comune di Colle Sannita

Nella mattinata del 22 settembre 2021 il Prefetto di Benevento  ...

PD Benevento,Mastella sul depuatore: “Anche nel 2018 diceva sarebbe stato pronto in 18 mesi”

PD Benevento,Mastella sul depuatore: Anche nel 2018 diceva sarebbe stato pronto in 18 mesi

“Tra qualche giorno si festeggerà il terzo anniversario del giorno ...

Centro storico, Perifano: “Questione non più rinviabile”

Centro storico, Perifano: Questione non più rinviabile

Di seguito nota stampa di Luigi Diego Perifano, candidato sindaco ...

Gesesa. San Bartolomeo in Galdo, venerdì 24 interruzione idrica per lavori di riparazione

Scrivono dalla Gesesa : "Comunichiamo che a causa di lavori ...

Oltre 73mila persone controllate, 30 arresti e 196 indagati.Il bilancio delle attività della Polizia di Stato sui treni e nelle stazioni della Campania

14/09/2021
By

30 arrestati, 196 indagati e 73.480 persone controllate: questo il bilancio dell’attività della Polizia Ferroviaria del Compartimento Campania, durante il periodo estivo dal 1° giugno al 12 settembre 2021.

Sono stati intensificati i servizi istituzionali con l’impiego di 3.670 pattuglie in stazione e 457 a bordo treno, provvedendo a pattugliare, nell’intero periodo, 780 convogli ferroviari. Sono stati predisposti 265 servizi antiborseggio in abiti civili per contrastare i furti in danno dei viaggiatori nelle stazioni.  Sono state elevate 321 sanzioni amministrative di cui 98 in materia di sicurezza ferroviaria.

Particolare attenzione è stata posta nella stazione di Napoli Centrale nella quale si è registrata una notevole presenza di viaggiatori in partenza o di ritorno dalle ferie estive, nonché per prevenire episodi di aggressioni al personale ferroviario.

In particolare, il 2 settembre, nella rete dei controlli degli agenti del Reparto Operativo di Napoli Centrale sono incappati tre uomini provenienti dalla Capitale, di rientro da Ibiza.  Sottoposti a controllo i tre hanno fornito dei documenti che sono apparsi da subito contraffatti. agli occhi dei poliziotti. Si trattava, infatti, di documenti falsi, sui quali era stata apposta la loro fotografia. I tre, tutti napoletani, hanno ammesso di aver acquistato i documenti, muniti della clausola di validità per l’espatrio, per recarsi ad Ibiza. Arrestati, sono stati poi giudicati con rito direttissimo presso il Tribunale di Napoli che li ha condannati: il primo, 40 anni, agli arresti domiciliari, il secondo e terzo, rispettivamente 33 e 34 anni, all’obbligo di firma.

Tags: