martedì 19 Ottobre 2021 Prefettura. Multe da 400 a 1000 euro per i gestori che non richiedono il green pass per la consumazione all’interno | infosannionews.it martedì 19 Ottobre 2021
Smooth Slider

Pago Veiano.Confermata la giunta degli anni passati. Pietro De Ieso nuovo vice-sindaco.

Mauro De Ieso: “ per la terza volta consecutiva “incoronato” ...

Mastella alla guida della città per altri 5 anni.

Mastella alla guida della città per altri 5 anni.

https://youtu.be/LexW-6jceLYMastella vince ancora il ballottaggio e rivendica la sua posizione ...

Sconfitta al ballottaggio, Perifano: abbiamo fatto lo sforzo massimo ma è prevalsa la voglia di continuità

"Faremo opposizione corretta e incentrata sulle questioni della Città. Il ...

Sicurezza sul lavoro, dalla Prefettura iniziative per il rafforzamento di verifiche dell’osservanza della normativa

Sicurezza sul lavoro, dalla Prefettura iniziative per il rafforzamento di verifiche dell'osservanza della normativa

Nella mattinata odierna il Prefetto dott. Carlo Torlontano, così come ...

Il 23 ottobre UniSannio ospita il Linux Day 2021

Linux Day 2021. A Benevento talk live e incontri per ...

Prefettura. Multe da 400 a 1000 euro per i gestori che non richiedono il green pass per la consumazione all’interno

12/08/2021
By

Si è svolta nella mattinata odierna una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, allargata alla presenza dei Sindaci e delegati delle Amministrazioni Locali dei comuni che registrano una più alta densità demografica. La riunione ha rappresentato un momento di confronto e di condivisione sul piano dei servizi varato dal Sig. Prefetto, unitamente con le Forze di Polizia, in sede di Riunione Tecnica di Coordinamento del 5 agosto u.s., nel quale è stata posta l’attenzione ai luoghi più frequentati e alle manifestazioni pubbliche del periodo estivo. Con l’occasione è stata, peraltro, approfondita la tematica dei controlli presso i luoghi chiusi aperti al pubblico, con particolare riferimento all’obbligo del Green Pass. A tal riguardo nel richiamare l’attenzione delle Forze dell’Ordine e delle Amministrazioni Locali ad implementare i servizi e i controlli, onde garantire il contenimento della diffusione del Covid-19, è stato ribadito che i gestori dei locali devono richiedere ai clienti che vogliano consumare all’interno la certificazione verde. La mancata, puntuale, osservazione delle suddette disposizioni comporterà l’applicazione di una sanzione da € 400 ad € 1.000 per l’avventore e per il titolare del locale, il quale si vedrà, altresì, comminata la sanzione accessoria della sospensione dell’attività per un periodo da 5 a 30 giorni, eventualmente applicabile, in via meramente cautelare e non definitiva, anche contestualmente all’accertamento per un periodo massimo di 5 giorni. Con l’occasione, è stata ribadita la necessità di un’azione sinergica nell’ambito dei controlli preventivi in materia di incendi boschivi. La recrudescenza del fenomeno, unitamente alle alte temperature, infatti, richiede un ulteriore sforzo teso a salvaguardare il patrimonio boschivo provinciale ed evitare le ulteriori ripercussioni sulla pubblica e privata incolumità, che si sono già registrati nelle altre Regioni d’Italia.

Tags: