venerdì 26 Novembre 2021 Città Aperta : “Mastella ed i famosi illustri e illustrati” | infosannionews.it venerdì 26 Novembre 2021
Smooth Slider
Un nuovo decesso per Covid al “San Pio”

Un nuovo decesso per Covid al San Pio

Ancora un decesso per Covid al "San Pio". A perdere ...

Il papà di Eataly a Unisannio per l'inaugurazione dell'anno accademico

Oscar Farinetti parteciperà alla cerimonia in programma il 28 gennaioOscar ...

Confindustria e Asl in Tandem per la Prevenzione Oncologica

Oltre 70 gli screening effettuati a limatola con il supporto ...

Noi Campani all’on.Umberto Del Basso De Caro: “Non accettiamo lezioni da chicchessia”

Noi Campani all'on.Umberto Del Basso De Caro: Non accettiamo lezioni da chicchessia

“Prendiamo atto delle affermazioni dell’onorevole Umberto Del Basso De Caro, ...

Stampa articolo Stampa articolo

Città Aperta : “Mastella ed i famosi illustri e illustrati”

05/08/2021
By

Abbiamo letto, questa mattina, la solita difesa d’ufficio – nel senso strettissimo della parola – del Sindaco uscente al quale non sarebbe stata riconosciuta la giusta vicinanza al “popolo” ma, al contrario, attribuita una certa attitudine a sbandierare familiarità con famosi e potenti (??). Ora, il vezzo di Mastella, che in campagna elettorale raggiunge vette inesplorate, a mostrare una certa confidenza con “gli illustri e illustrati” non è cosa nuova. Chi non ricorda la fabbrica di scarpe o la visibilità planetaria che Benevento avrebbe dovuto conseguire grazie all’intimità dei rapporti di Mastella con i potenti della terra? Quello che colpisce, tuttavia, è il linguaggio utilizzato dal suo difensore che contribuisce ad illuminare, ove mai ce ne fosse bisogno, la magnanimità dell’animo mastelliano nell’atto di concedere al suddito l’accesso ai suoi preziosi spazi privati. Tuttavia, argomenti sfuggono all’accorata quanto debole difesa. Il dovere di un Sindaco è quello di essere vicino alla sua gente, sempre. L’unico indirizzo utile al cittadino è quello della casa comunale che appartiene a tutti e ad ognuno. Quello l’unico e imprescindibile luogo dove cercare risposte; quello l’irrinunciabile punto di riferimento, dove, nella più totale trasparenza e nell’interesse di tutti, un amministratore è chiamato ad operare, bene o male, come nel caso di Mastella. Non chiederemo a Luigi Diego Perifano conto e ragione del suo “olimpo” personale né di distribuire indirizzi e numeri di telefono ma esigeremo da lui la restituzione di diritti e dignità che, finalmente, liberi i beneventani dal peso di rituali medievali e mortificanti pellegrinaggi.

Tags: