martedì 21 Settembre 2021 ArCo. Pina Fontanella : “Ci sono tante persone per le quali l’espressione bene comune non ha alcun senso” | infosannionews.it martedì 21 Settembre 2021

Smooth Slider

Da giovedì 23 settembre anche a Telese Terme il mercato di Campagna Amica 

Da giovedì 23 settembre dalle ore 8.00 alle 13.30, e ...

Il Benevento soffre ma quando entra Lapadula dilaga: Benevento 4 Cittadella 1

Benevento (4-3-3): Paleari; Letizia, Glik, Barba, Foulon; Ionita, Calò, Acampora; ...

Elezioni Pietrelcina,primo comizio pubblico del candidato sindaco Alessio Scocca

Entra nel vivo la campagna elettorale a Pietrelcina, con il ...

Notte delle Streghe: successo di pubblico senza precedenti

Successo di pubblico per la nona edizione della ‘Notte delle ...

Giornate Europee del Patrimonio: al Museo del Sannio un appuntamento in più

Le prenotazioni nell'ambito delle "Giornate Europee del Patrimonio” per le ...

Dissesto, Perifano: “Mastella non vuole chiarire? È un altro schiaffo alla Città”

Dissesto, Perifano: “Mastella non vuole chiarire? È un altro schiaffo alla Città”

“Mi aspettavo che da palazzo Mosti giungessero parole chiare sui ...

ArCo. Pina Fontanella : “Ci sono tante persone per le quali l’espressione bene comune non ha alcun senso”

17/07/2021
By

É di questa mattina la notizia di persone indagate per danni all’ambiente a vario titolo. Quello che salta agli occhi è una sola cosa: l’assoluta mancanza di rispetto per l’ambiente da cui, queste persone forse non lo sanno, dipendono il nostro benessere psicofisico e la nostra stessa vita. Basterebbe ricordare quanti morti ci sono ogni anno per tumori dovuti a inquinamento dell’aria e del suolo a Taranto e nella Terra dei Fuochi. La riflessione che nasce spontanea, dice Giuseppina Fontanella – Capolista per Europa Verde-Verdi della coalizione ArCo a sostegno del candidato sindaco Angelo Moretti – è che ci sono ancora tante, troppe persone, per le quali l’espressione” bene comune” non ha alcun senso. Su questa consapevolezza c’è molto da lavorare. Nessuno può arrogarsi il diritto di danneggiare per il proprio tornaconto o profitto qualcosa che appartiene a tutti: l’ecosistema. Abbiamo un patrimonio naturale “bene comune” che dovrebbe essere difeso e tutelato dalle istituzioni e dai cittadini stessi ma troppo spesso è considerato un elemento da aggredire, sfruttare o eliminare in modo sconsiderato. Le conseguenze di questi comportamenti sono sotto gli occhi di tutti: temperature fuori dal comune, alluvioni, ultimo quello in Germania, Belgio e Olanda dove, in una foto immortalata sul web, si vede una macchina semi sommersa con dietro la scritta “Fuck you Greta”.

Tags: