giovedì 7 Luglio 2022 Le proposte della Coalizione ArCo che sostiene la candidatura a Sindaco di Benevento di Angelo Moretti | infosannionews.it giovedì 7 Luglio 2022
Smooth Slider

Il “Telesia for Peoples” apre il 22 luglio con una serata dedicata ai giovani

Il “Telesia for Peoples” dedicata ai giovani nel segno della ...

Proroga a Gesesa. Comitato Sannita ABC: “Mastella dovrebbe garantire legalità, trasparenza e buon governo”

Proroga a Gesesa. Comitato Sannita ABC: Mastella dovrebbe garantire legalità, trasparenza e buon governo

Di seguito l'intervento di Marilina Mucci Comitato Sannita Acqua Bene ...

Pagati gli stipendi arretrati del 2021 ai lavoratori della Samte.

Pagati gli stipendi arretrati del 2021 ai lavoratori della Samte.

L’Avv,to Domenico Mauro, Presidente dell’Organo di liquidazione della Samte srl, ...

Stampa articolo Stampa articolo

Le proposte della Coalizione ArCo che sostiene la candidatura a Sindaco di Benevento di Angelo Moretti

26/06/2021
By

Giovani, acqua, anticorruzione, bilancio: una settimana che fa riflettere. Le proposte di ArCo. —– Benevento, 26 giugno 2021 – Per molti motivi questa appena trascorsa è stata una settimana intensa, per Benevento La sera di sabato 19 giugno un branco di ragazzini fuori controllo – quasi certamente per futili motivi – si è scatenato su un loro coetaneo che proveniva dalla provincia, continuando a percuoterlo quando il ragazzo era ancora a terra. L’Autorità Nazionale Anti Corruzione (ANAC) ha fatto rilevare alla nostra Amministrazione comunale che una gara d’appalto è sempre necessaria quando si affidano lavori per sette milioni di euro ad un’azienda privata, sottolineando che la norma anticorruzione non può essere raggirata con il trabocchetto del “project financing”, soprattutto se il privato che cofinanzia l’opera mette meno del 25%, a fronte del 51% obbligatorio per legge. La Gesesa ha dato finalmente ascolto reale alle istanze dell’Associazione “Altrabenevento” sulla condizione di disuguaglianza dell’acqua in città. La Giunta comunale, dopo che il Sindaco ha tentato maldestramente di intestarsi “nu milione” (alla Luciano de Crescenzo) contro la povertà, annuncia che il disavanzo dell’Ente Comunale (le famose perdite che avrebbero dovuto determinare la condizione di dissesto voluto dall’Amministrazione Mastella) è sceso da 34 milioni ad 8 milioni di euro per l’effetto di una sentenza della Corte costituzionale, che viene assurta ad interpretazione autentica di una norma. Nel frattempo, la campagna acquisti elettorale è formalmente aperta e chi oggi è in maggioranza, o chi è stato in maggioranza con Mastella fino all’altro ieri, ora si organizza per passare ad altri schieramenti politici per le prossime amministrative. E come per magia si aprono nuovi cantieri inaugurati dall’Amministrazione uscente che, non fosse stato per il Covid, sarebbe già molto uscita perché le elezioni avrebbero dovuto tenersi a maggio scorso. Che riflessioni ricaviamo da questa settimana? Che solo le forze civiche – guidate da un lavoro duro e critico di un’associazione come Altrabenevento e da tutti i Comitati che hanno sostenuto le sue lotte – hanno portato a segno qualcosa di buono per la città. Se non fosse stato per queste forze civiche il dibattito di questa settimana sarebbe stato incentrato solo sugli acquisti elettorali, sul ballo dei milioni di euro che appaiono e scompaiono nei nostri Bilanci, sulle esternazioni temporanee di un sindaco che di fronte alla tragedia di un vuoto di senso dei ragazzi e delle ragazze tuona in maniera stucchevole che “chiuderà tutto”, come fanno certi politici quando non hanno la competenza di intessere un vero dialogo con la città. Quel dialogo che serve per capire, decifrare ed intervenire sulle ferite che attraversano i nostri ragazzi che, come tutti gli adolescenti italiani, sono stati lasciati per troppo tempo in una cattività e distanza sociale fuori dal normale e che oggi diventano pedine del dibattito su di loro ma non vengono chiamati ad esserne protagonisti. Una sola cosa doveva funzionare: il sistema di videosorveglianza, ma pare che nessuna immagine aiuti a ricostruire la dolorosa vicenda di sabato scorso. Come Coalizione Arco proponiamo di: • potenziare i centri di ascolto giovanili e l’animazione di educatori alla pari (peer to peer) per tutto il periodo estivo; • coinvolgere i giovani nel dibattito elettorale non per chiedere voti o presenze di rappresentanza, ma perché possa esserci con loro un vero dibattito sulla città che sognano, sulle loro attese, sui desideri più che sulle paure, un dibattitto in cui i candidati a sindaco si pongano solo in ascolto; • abbandonare per sempre l’opera insulsa del palazzo e del megaparcheggio al Terminal degli autobus, bocciata anche dall’ANAC per le modalità in cui si sono estrinsecati gli affidamenti dei lavori ai privati, ed utilizzare il fondo Periferie per il ripristino di spazi sociali nei quartieri e nelle contrade; • avviare una vera promozione civica di conoscenza sui meccanismi di depurazione e di distribuzione dell’acqua in città, perché gli elettori vadano a votare consapevoli che l’eliminazione della disuguaglianza tra zona alta e zona bassa di Benevento è una richiesta legittima e possibile, basta fare i giusti investimenti, anziché perdere tempo in opere inutili e dannose in una città già inquinata. • sul Bilancio comunale informare i cittadini sui dati reali con una comunicazione istituzionale trasparente e chiara.

Tags: , ,