sabato 13 Agosto 2022 Maltrattamento di animali. Denunciati marito e moglie e sequestrata l’area dove erano custoditi 43 cani | infosannionews.it sabato 13 Agosto 2022

Smooth Slider

Alessia Zollo, assessore comunale di San Leucio del Sannio, aderisce a Forza Italia

Forza Italia continua a crescere e radicarsi nel territorio sannita. ...

Pesco Sannita, accolta la proposta del gruppo Politico Presente e Futuro

I consiglieri comunali Mariano Iadanza, Alfonso Ialeggio e tutto il ...

Politiche: siglato accordo tra Mastella e la DC di Sandri

Politiche: siglato accordo tra Mastella e la DC di Sandri

Siglata l'intesa tra Clemente Mastella e la Democrazia Cristiana per ...

14 agosto: prima messa di Padre Pio: quest’anno ricorre il 112° anniversario

Il 10 agosto altra data: il giovane fr. Pio ordinato ...

Ciro Vallone ritira ufficialmente la sua disponibilità alla candidatura e si autosospende

Ciro Vallone ritira ufficialmente la sua disponibilità alla candidatura e si autosospende

"Vi informo che ho ritirato la mia disponibilità alla candidatura ...

Stampa articolo Stampa articolo

Maltrattamento di animali. Denunciati marito e moglie e sequestrata l’area dove erano custoditi 43 cani

10/06/2021
By

I Carabinieri della Stazione di San Marco dei Cavoti hanno denunciato un uomo ed una donna locali, marito e moglie, per maltrattamento di animali e deposito incontrollato di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi.

I militari sono intervenuti in un terreno prospiciente all’abitazione dei coniugi insieme a personale del Servizio Veterinario dell’ASL di Benevento. Qui hanno accertato che i due avevano realizzato dei ricoveri precari in lamiera, privi di pavimentazione ed a contatto diretto con il terreno, al cui interno si trovavano quarantatré cani di diverse razze in precarie condizioni igienico-sanitarie e legati con delle catene corte.

Sono stati anche rinvenuti degli scarti provenienti da macellazione bovina ed è stata individuata un’area a diretto contatto con il terreno sulla quale erano stati sistematicamente bruciati e depositati rifiuti di vario genere, con conseguente inquinamento ambientale.

Conclusi gli accertamenti, l’intera area è stata sequestrata ed il personale veterinario ha provveduto alla microcippatura dei cani che sono stati sottoposti a “blocco sanitario”, provvedimento amministrativo che prevede anche l’adeguamento dei luoghi e delle modalità di custodia a carico dei responsabili, a cui gli animali sono stati temporaneamente affidati.

Tags: