venerdì 28 Gennaio 2022 Procura della Repubblica. Decreto sequestro preventivo per il reato di truffa aggravata. | infosannionews.it venerdì 28 Gennaio 2022
Smooth Slider

Agostinelli a De Longis: Una pessima caduta di stile oppure palese ignoranza.

“Una pessima caduta di stile, quella del consigliere De Longis, ...

Crisi Prezzi alla Stalla. Sabato Flash Mob in Piazza Castello di Coldiretti Benevento

Crisi Prezzi alla Stalla. Sabato Flash Mob in Piazza Castello di Coldiretti Benevento

Sabato 29 gennaio dalle ore 10:30 in piazza Castello a ...

Puglianello. Fondi per finanziare il progetto di riqualificazione dell’ex Scuola Media

Puglianello. Fondi per finanziare il progetto di riqualificazione dell'ex Scuola Media

“Il Comune di Puglianello, attraverso un finanziamento proveniente dallo Stato ...

A San Leucio del Sannio contributo di 5.000 euro per chi vi trasferisce la propria residenza

A San Leucio del Sannio contributo di 5.000 euro per chi vi trasferisce la propria residenza

Il comune di San Leucio del Sannio è risultato beneficiario ...

Covid. Al San Pio 10 dimessi e 3 nuovi ricoveri

Covid. Al San Pio 10 dimessi e 3 nuovi ricoveri

Al San Pio di Benevento nelle ultime 24 ore ci ...

Firmato protocollo tra Unisannio e Dipartimento F.P. per ri-formare la P.A.

Al via percorsi di laurea specifici per i dipendenti pubblici ...

Stampa articolo Stampa articolo

Procura della Repubblica. Decreto sequestro preventivo per il reato di truffa aggravata.

03/06/2021
By

In data odierna, a seguito di attività di indagine coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Benevento, i finanzieri della Tenenza di Sant’Angelo dei Lombardi (AV) hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo, finalizzato alla confisca c.d. per equivalente, emesso dal GIP presso il Tribunale di Benevento per una somma di euro 50.461,07 nei confronti una persona indagata per il reato di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche, ed in particolare contributi pubblici dell’A.G.E.A. (Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura), organismo nazionale deputato all’erogazione degli aiuti che l’Unione Europea finanzia per sostenere la produzione agricola dei paesi della Comunità. Le indagini hanno infatti consentito, allo stato, di accertare che l’indagato è riuscito ad ottenere indebitamente, dal 2014 al 2020, fondi pubblici mediante presentazione di false documentazioni e dichiarazioni, avendo lo stesso dichiarato di essere proprietario e di coltivare suoli agricoli che però sono risultati appartenere ad altri soggetti, totalmente ignari delle condotte criminose poste in essere. L’attività investigativa in esame si inserisce nell’ambito di interventi finalizzati ad assicurare la corretta destinazione delle risorse stanziate dall’UE e più in generale da enti pubblici statali e territoriali e a sanzionare frodi a danno della collettività.

Tags: