domenica 26 Settembre 2021 Debacle giallorossa, il Benevento sta buttando alle ortiche il campionato. Benevento 2 Udinese 4 | infosannionews.it domenica 26 Settembre 2021

Smooth Slider
Mastella: “Il Maestro Mimmo Paladino girerà film al Parco Verde di Benevento “

Mastella: Il Maestro Mimmo Paladino girerà film al Parco Verde di Benevento

L’artista sannita Mimmo Paladino girerà un film al Parco Verde ...

Pietrelcina. A sorpresa arriva il Ministro del Turismo Massimo Garavaglia

Boom di turisti nel paese natale di Padre Pio.  L’esponente ...

Pietrelcina. Complesso sportivo: intitolato al sindaco emerito Lino Mastronardi

Tanta emozione e grande folla per l’importante cerimonia.  Masone: “per ...

Mortaruolo : Sostegno all'idea di Perifano di istituire un ITS dell'Agroalimentare in provincia di Benevento

“L'idea lanciata dal candidato sindaco di Alternativa per Benevento, Luigi ...

Benevento Calcio. Con il Perugia spettatori per il 50% della capienza massima

Benevento Calcio. Con il Perugia spettatori per il 50% della capienza massima

"Il Benevento Calcio è lieto di annunciare, in riscontro al ...

San Pio. Covid: situazione stazionaria con 14 ricoverati

San Pio. Covid: situazione stazionaria con 14 ricoverati

Non cambia la situazione Covid al San Pio di Benevento ...

Debacle giallorossa, il Benevento sta buttando alle ortiche il campionato. Benevento 2 Udinese 4

25/04/2021
By

Squadra irriconoscibile, molle e senza idee per oltre un’ora ha il solito scatto d’orgoglio che non serve a niente. Inzaghi timoroso, probabilmente trasferisce i suoi problemi alla squadra. 

Foto Mario Pietronigro

Queste le formazioni in campo :

Benevento Calcio – Montipo, Depaoli, Caldirola, Glik, Barba, Hetemay, Dabo, Viola, Improta, Sau, Lapadula. A disposizione : Manfredini, Lucatelli, Gaich, Insigne, Di Serio, Schiattarella, Ionita, Iago Falque, Pastina, Diambo. All. Filippo Inzaghi

Udinese Calcio – Musso, Becao, Bonifazi, Nuytinck, Molina, De Paul, Walace, Arslan, Stryger, Larsen, Pereyra, Okaka. A disposizione : Gasparini, Scuffet, Samir, Ouwejan, Makengo, Braaf, Micin, Llorente, Forestieri, De Maio, Zeegelaar. Allenatore – Luca Gotti

Arbitro : Sig. Mariani Maurizio di Aprilia

Al primo vero affondo l’Udinese va in vantaggio. Non sfrutta un break il Benevento e l’Udinese con De Paul lancia in avanti Molina che Improta si perde ed il suo diagonale batte Montipo’. Al 15′ risponde il Benevento. Angolo di Viola con la palla che arriva a Glik che batte al volo ma Musso vola e devia in angolo. Al 18′ viene ammonito Viola per proteste nei confronti dell’arbitro. Al 22′ si infortuna Sau e viene sostituito da Gaich. Al 26′ Hetemaj mette palla in area di testa ma Lapadula non riesce a dare la zampata vincente. Al 31′ c’è il raddoppio dell’Udinese con un gol dal limite di Arslan servito in orizzontale da Pereyra. Al 32′ Musso esce alla disperata su Lapadula che si era inserito su un passaggio indietro di Arslan e lo atterra . Rigore per il Benevento che Viola infila spiazzando il portiere. Occasionissima per il Benevento al 39′ ma prima Lapadula viene rimpallato poi sul tiro di Caldirola para il portiere bianconero. Al 45′ Improta viene atterrato quasi sulla linea dell’area sulla fascia sinistra e l’arbitro accorda il calcio di punizione. Batte Viola ma non riesce il Benevento a sfondare il muro dell’Udinese. L’arbitro concede 5 minuti di recupero ma i giallorossi non riescono a sfondare e vanno negli spogliatoi sotto per due reti ad una.

Al rientro in campo nel Benevento non c’è più Viola ed al suo posto c’è Schiattarella.  Al 3′ minuto segna di nuovo l’Udinese. Cross di De Paul, Depaoli si perde Larsen che di testa infila Montipò. Al 9′: Gotti richiama Arslan e mette in campo Makengo; Inzaghi inserisce Ionita per Depaoli e Iago Falque per Hetemaj. Buona azione in velocità del Benevento al 15′ che porta al tiro Dabò ma un difensore rimpalla in corner. Dalla bandierina Iago Falque e Musso fa un miracolo sull’incornata di Ionita.  Al 22′ Iago Falque mette Gaich davanti a Musso che in uscita gli devia la palla fuori. Dalla battuta d’angolo altro miracolo di Musso. Poi s’innesca il contropiede l’Udinese che porta al tiro Pereyra che colpisce il palo. Altre sostituzioni al 24′: nell’Udinese entrano Samir e Braaf ed escono Okaka e Larsen; nel Benevento esce Dabò ed entra Insigne.  Spunto di Iago Falque al 26′ che dal fondo converge al centro saltando due avversari ma il suo tiro è rimpallato in angolo. Al 27′ Braaf fa il fenomeno in area contro difensori oramai allo sbando ed infila Montipò. Al 35′ viene ammonito anche Schiattarella per un fallo su un avversario. Al 37′ scambio in area Iago Falque-Lapadula con l’italo-peruviano che infila Musso. Al 40′ cross di Insigne per Gaich che ci arriva ma non riesce a girare verso la porta. Si vivacchia fino al 90′ quando l’arbitro concede 4 minuti di recupero alla fine dei quali il Benevento vede il baratro della serie B davanti agli occhi. Dopo la partita è intervenuto Vigorito perchè la squadra ed i tesserati sono in silenzio stampa. Il Presidente così sì è espresso : “La decisione, naturalmente, non riguarda né la stampa, né i giornalisti. È un momento delicato. In settimana avevamo avuto già una leggera brezza contraria, speravamo in un cambio di rotta che non c’è stato. È un pomeriggio difficile. Preferisco lasciare i tesserati in silenzio, magari inizieranno già a riflettere sulle misure da adottare per il prosieguo del campionato. Preoccupato? Se uno esce di casa e non ha l’ombrello, un minimo di preoccupazione ce l’ha. Sarei falso se dicessi che non sono preoccupato ma credo che i miei collaboratori troveranno una via d’uscita. Mancano ancora 15 punti alla fine del campionato, vediamo cosa succede. Sono venuto per evitare di sentire o leggere che siamo in protesta con la stampa. Siamo in una posizione che riteniamo così sensibile da evitare che ci siano dichiarazioni di natura tattica. Ed è per questo che evitiamo di far parlare i tesserati. Mi scuso con la città e gli operatori per il finale di campionato che si sta rivelando molto più difficile di quanto avevamo previsto. Lotteremo fino all’ultimo minuto per preservare questo bene che è di tutta la città». 

 

Tags: