giovedì 6 Maggio 2021 Città Aperta attacca Mastella: “l’ultimo Consiglio conferma che il sindaco non ha più una maggioranza” | infosannionews.it giovedì 6 Maggio 2021
Smooth Slider

Trinomio Speciale : Scienza, Consapevolezza e web

Spesso il PCTO, a scuola, specialmente per i licei, viene ...

Asl Benevento, dai tamponi 76 positivi

Asl Benevento, dai tamponi 76 positivi

L'Asl di Benevento ha processato oggi 1105 tamponi dai quali ...

Unifortunato oggi ha celebrato 15 anni di storia

https://youtu.be/cl1INTq4OGUOtto corsi di laurea, iscrizioni in aumento, che sono cresciute ...

A Orazio Morganella(PD) la delega alle Aree di Sviluppo Industriale (ASI) Benevento

A Orazio Morganella(PD) la delega alle Aree di Sviluppo Industriale (ASI) Benevento

Nell’ambito delle azioni poste in essere dal DIPARTIMENTO «TRANSIZIONE ECOLOGICA, ...

Un Cd con Anna Tifu per L’Accademia di Santa Sofia.

La stella internazionale del violino è attualmente ospite a Benevento ...

Samnium Università della Musica e il nuovo turismo musicale il 10 Maggio conferenza a Montecitorio

Lunedì prossimo, 10 maggio, conferenza stampa, organizzata dalla Samnium Università ...

Città Aperta attacca Mastella: “l’ultimo Consiglio conferma che il sindaco non ha più una maggioranza”

16/04/2021
By

“L’ultima seduta del Consiglio Comunale, tenuta in modalità telematica ed in diretta, conferma che Mastella non ha più una maggioranza”.

– così in una nota il Coordinamento di Città Aperta – 

“Se avesse un briciolo di amor proprio dovrebbe prendere atto dello sfasciume in cui opera e rassegnare dignitosamente le dimissioni, riconoscendo che la sua esperienza è arrivata al capolinea.

Preferisce invece arrabattare numeri stentati pur di restare a galla, inseguendo i singoli consiglieri con rocambolesche telefonate e accettando di stare appeso all’esile filo del numero legale che di volta in volta gli viene assicurato dalla compiacenza di qualcuno.

Il paradosso è che, di fronte a tale spettacolo indecoroso ,il Sindaco, piuttosto che fare autocritica sulla propria incapacità di coagulare consenso, si scaglia contro le opposizioni, le quali, invero, doverosamente evidenziano la insostenibilità della situazione e la completa stasi amministrativa che ne consegue.

Ovviamente nessuno crede più alla favoletta che la tenace resistenza di Mastella nella trincea di Palazzo Mosti sia motivata dalla volontà di perseguire il “bene comune”: la verità è che si avvicinano le elezioni, e la gestione del potere è l’ultima ancora di salvezza cui aggrapparsi per allontanare lo spettro di una ingloriosa sconfitta nelle urne”.

Tags: