sabato 24 Luglio 2021 Incontro on line “Sorella Acqua” Comitato Sannita ABC con con l’Arcivescovo Accrocca, padre Zanotelli e le scuole il 24 Marzo | infosannionews.it sabato 24 Luglio 2021
Smooth Slider

L'architettura dell'acqua, incontro organizzato dal Forum Camp dei Giovani

Il Presidente della Provincia di Benevento, Antonio Di Maria, ha ...

Il M5S sull’assenza di strategie culturali a Benevento

Il M5S sull’assenza di strategie culturali a Benevento

GiĂ  lo abbiamo detto, scrive Annamaria Mollica, ma occorre ripeterlo: ...

Elezioni, Perifano: “Superiamo gli steccati ideologici, sfida riguarda solo Benevento”

Elezioni, Perifano: “Superiamo gli steccati ideologici, sfida riguarda solo Benevento”

Così su facebook Luigi Diego Perifano, candidato sindaco di Alternativa ...

Incontro on line “Sorella Acqua” Comitato Sannita ABC con con l’Arcivescovo Accrocca, padre Zanotelli e le scuole il 24 Marzo

22/03/2021
By

In occasione della giornata mondiale dell’acqua il Comitato Sannita ABC ha organizzato per il 24.03.2012, un incontro on-line con le scuole dal titolo “Sorella Acqua” con la partecipazione dell’Arcivescovo di Benevento mons. Felice Accrocca e di padre Alex Zanotelli. Numerosi gli Istituti scolastici che hanno aderito: il Virgilio di Benevento (Liceo artistico – Liceo scientifico e classico di San Giorgio del Sannio), Liceo classico Giannone, Istituto paritario “De La Salle”, Istituto G.B.B. Lucarelli, I.I.S. Galilei -Vetrone, Istituto don Peppe Diana di Morcone ed I.I.S. E. Fermi di Montesarchio. L’evento ha lo scopo di far riflettere i ragazzi sulle disastrose conseguenze dei cambiamenti climatici. Gli studi degli scienziati delle Nazioni Unite, dimostrano che se non s’interromperanno le emissioni di anidride carbonica, il pianeta rischia entro il 2050 un aumento delle temperature variabile tra i 3 ed 5 gradi centigradi. I cambiamenti climatici avranno conseguenze disastrose per tutto l’ecosistema e la prima vittima è l’acqua. Davanti a questi scenari poco rosei che si profilano per i prossimi decenni, lasciare la gestione dell’acqua in mano agli investitori privati è un’autentica follia, perché le multinazionali non avranno scrupoli a farci pagare l’acqua a peso d’oro. Davanti a queste nuove emergenze, numerose città europee hanno scelto la gestione pubblica dell’acqua, basti pensare a Berlino e Parigi, solo per citare le più importanti, ma senza dimenticare la virtuosa esperienza di Napoli capoluogo. In Italia il diritto all’acqua è in serio pericolo e deve essere difeso per promuovere la ripubblicizzazione e la buona gestione pubblica. Siamo al decimo anniversario del Referendum, ma dopo dieci anni la volontà del popolo italiano è stata tradita. Il 12 e 13 giugno 2011, 26 milioni d’italiani si erano espressi per l’acqua pubblica, sancendo due principi: 1) l’acqua deve restare fuori dal mercato; 2) non si può fare profitto sull’acqua. Anche la Chiesa e Papa Francesco danno grande attenzione nell’Enciclica “Laudato si” alla questione dell’acqua. Il Pontefice in occasione della giornata mondiale per la tutela del creato del 2019 ha affermato che: ”Urgono progetti condivisi e gesti concreti, tenendo conto che ogni privatizzazione del bene naturale dell’acqua che vada a scapito del diritto umano di potervi accedere è inaccettabile”.

L’evento sarà in diretta sulla pagina facebook del Comitato Sannita Acqua Bene Comune il 24.03 alle ore 11.

Tags: ,