sabato 18 Settembre 2021 Chiusura prolungata di Ristoranti,Bar ed Enoteche Coldiretti: quasi 7 miliardi di vino sono fermi nelle cantine italiane | infosannionews.it sabato 18 Settembre 2021
Smooth Slider

Concettina Valente si laurea in Giurisprudenza.

Grande festa in casa Antonio Valente per il prestigioso traguardo ...

Nunzia Signoriello (Lista Mastella) : Mastella c'è sempre per la gente!

"Una stretta di mano, una pacca sulla spalla, un gesto ...

Educational Tour “Discovery Italy”: il sindaco ha incontrato a Benevento sette tour operator internazionali

Ho ricevuto, ieri, a Palazzo Mosti,scrive Clemente Mastella, una delegazione ...

Moretti : “Un voto maleducato e basta! “

Moretti : Un voto maleducato e basta!

A fine agosto, scrive Moretti,  abbiamo lanciato l’appello al voto ...

I dati sui tamponi Covid al “San Pio”

I dati sui tamponi Covid al San Pio

Si comunica che l’A.O.R.N. “San Pio” di Benevento, ha processato ...

Violento temporale in città. Squadre dell'ASIA in azione

L'Asia comunica che questo pomeriggio unità del proprio personale aziendale ...

Chiusura prolungata di Ristoranti,Bar ed Enoteche Coldiretti: quasi 7 miliardi di vino sono fermi nelle cantine italiane

09/03/2021
By

La Coldiretti lancia l’allarme: quasi 7 miliardi di litri di vino sono fermi nelle cantine italiane a causa della chiusura prolungata di ristoranti, bar ed enoteche. Il settore vitivinicolo italiano è in gravi difficoltà soprattutto per quanto riguarda i vini DOC e IGP, dichiara Ivano Manno portavoce Sud Italia del Movimento Nazionale.
La situazione sembrerebbe non migliorare con l’aumento dei contagi, le conseguenti chiusure degli esercizi commerciali e le limitazioni nei movimenti.

Per evitare un deprezzamento del prodotto bisognerebbe intervenire con una distillazione d’emergenza, producendo alcool e gel disinfettanti e approvvigionare il mercato nazionale, attualmente in mano di produttori internazionali.

Servono fondi alle aziende agricole e servono ora! Il governo italiano e l’Europa devono fare la loro parte e venire in aiuto al primo settore dell’export agroalimentare italiano, sostiene Manno, che genera opportunità di lavoro diretto per centinaia di migliaia di connazionali senza contare l’indotto connesso alla produzione di vini.

Tags: ,