lunedì 18 Ottobre 2021 Altrabenevento:Avvisi IMU e Tasi 2015 e 2016, l’assessore Serluca conferma che continuano ad arrivare ricorsi. | infosannionews.it lunedì 18 Ottobre 2021
Smooth Slider

Pago Veiano.Confermata la giunta degli anni passati. Pietro De Ieso nuovo vice-sindaco.

Mauro De Ieso: “ per la terza volta consecutiva “incoronato” ...

Mastella alla guida della città per altri 5 anni.

Mastella alla guida della città per altri 5 anni.

https://youtu.be/LexW-6jceLYMastella vince ancora il ballottaggio e rivendica la sua posizione ...

Sconfitta al ballottaggio, Perifano: abbiamo fatto lo sforzo massimo ma è prevalsa la voglia di continuità

"Faremo opposizione corretta e incentrata sulle questioni della Città. Il ...

Sicurezza sul lavoro, dalla Prefettura iniziative per il rafforzamento di verifiche dell’osservanza della normativa

Sicurezza sul lavoro, dalla Prefettura iniziative per il rafforzamento di verifiche dell'osservanza della normativa

Nella mattinata odierna il Prefetto dott. Carlo Torlontano, così come ...

Il 23 ottobre UniSannio ospita il Linux Day 2021

Linux Day 2021. A Benevento talk live e incontri per ...

Altrabenevento:Avvisi IMU e Tasi 2015 e 2016, l’assessore Serluca conferma che continuano ad arrivare ricorsi.

08/03/2021
By

Scrive Gabriele Corona per Altrabenevento –

“Il Sannio Quotidiano del 5 marzo ha dato notizia di circa 250 ricorsi presentati dai contribuenti contro gli avvisi recentemente notificati dal Comune di Benevento relativi alle tasse IMU e Tasi degli anni 2014, 2015 e 2016. Gran parte di tali ricorsi si riferisce alla mancata indicazione nell’avviso del nome del funzionario incaricato della mediazione. L’assessore alle Finanze Serluca con un comunicato al Sannio Quotidiano difende l’operato dell’amministrazione sostenendo che gli avvisi sono legittimi ma conferma che i ricorsi finora arrivati sono 300, cioè il 10% degli avvisi inviati. Serluca ritiene che gli avvisi sono stati emessi nel rispetto delle norme ma la legge n.296 del 2006 impone precisi oneri a tutela del contribuente tra i quali l’indicazione sull’avviso del funzionario responsabile del procedimento di mediazione.

L’assessore Serluca non riconosce l’errore e per questo sicuramente il numero dei ricorsi è destinato ad aumentare, considerato che i termini non sono ancora scaduti. Il conseguente contenzioso comporterà per l’Organo Straordinario di Liquidazione mancati introiti di somme, che avrebbero dovuto essere utilizzate per pagare i creditori finiti nel dissesto”.

Tags: