lunedì 12 Aprile 2021 San Pio. Oggi la “Giornata Mondiale delle Malattie Rare” | infosannionews.it lunedì 12 Aprile 2021
Smooth Slider
Al “San Pio” individuati 31 nuovi casi di positività al Covid 19

Al San Pio individuati 31 nuovi casi di positività al Covid 19

L'Azienda Ospedaliera “San Pio” ha processato in data odierna  248 ...

Agricoltura,sindacati: la mobilitazione prosegue con lo sciopero del 30 Aprile,ci aspettiamo fatti concreti

“La mobilitazione svolta ieri, con presìdi davanti alle Prefetture di ...

Inzaghi : Il Sassuolo ha ben 4 nazionali ed è una squadra fortissima. I convocati del mister.

Queste le dichiarazioni di mister Pippo Inzaghi nella conferenza prima ...

Pesco Sannita. Rinnovo consiglio comunale: Nicola Gentile candidato sindaco

A “furor di popolo” indicato come il successore di Antonio ...

San Pio. Anche oggi deceduti nel nosocomio sannita, ne sono 3

San Pio. Anche oggi deceduti nel nosocomio sannita, ne sono 3

Al San Pio anche oggi ci sono stati deceduti per ...

San Pio. Oggi la “Giornata Mondiale delle Malattie Rare”

28/02/2021
By

A.O.R.N. “San Pio”: Rare Disease Day La pandemia da covid-19, purtroppo ancora in atto, non può far dimenticare le innumerevoli altre patologie che affliggono l’umanità. A rammentarle la Giornata Mondiale delle Malattie rare, che ricorre nella odierna data del 28 febbraio. Si definisce rara una patologia che colpisce meno di cinque persone su diecimila. Le malattie rare a tutt’oggi identificate sono circa 7/8.000, quasi tutte di origine prettamente genetica. Nel mondo sono circa trecento milioni le persone affette da una simile infermità, di cui venticinque milioni in Europa, quasi due milioni in Italia. “Una malattia rara – rileva il Direttore Generale, Mario Nicola Vittorio Ferrante – comporta spesso difficoltà di accesso alle cure, talvolta persino di avere una diagnosi certa. La ricerca ha prodotto notevoli progressi anche in questo particolare campo, portando alla disponibilità di diversi farmaci di precisione, basati su bersagli molecolari. È fondamentale, pertanto, puntare i riflettori su queste malattie perché si continui a fare ricerca e prevenzione”.

Tags: