venerdì 26 Novembre 2021 Il Presidente Di Maria approva il Bilancio di Previsione 2021 | infosannionews.it venerdì 26 Novembre 2021
Smooth Slider
Un nuovo decesso per Covid al “San Pio”

Un nuovo decesso per Covid al San Pio

Ancora un decesso per Covid al "San Pio". A perdere ...

Il papà di Eataly a Unisannio per l'inaugurazione dell'anno accademico

Oscar Farinetti parteciperà alla cerimonia in programma il 28 gennaioOscar ...

Confindustria e Asl in Tandem per la Prevenzione Oncologica

Oltre 70 gli screening effettuati a limatola con il supporto ...

Noi Campani all’on.Umberto Del Basso De Caro: “Non accettiamo lezioni da chicchessia”

Noi Campani all'on.Umberto Del Basso De Caro: Non accettiamo lezioni da chicchessia

“Prendiamo atto delle affermazioni dell’onorevole Umberto Del Basso De Caro, ...

Stampa articolo Stampa articolo

Il Presidente Di Maria approva il Bilancio di Previsione 2021

01/02/2021
By

Il Presidente della Provincia di Benevento ha approvato con propria delibera lo Schema di Bilancio di previsione 2021 / 2023.

Avendo già approvato il 14 gennaio scorso il Documento Unico di Programmazione (DUP) per il triennio 2021-2023, si è così aperta così
la Sessione di Bilancio. Secondo la vigente normativa legata ai Protocolli Covid 19, la Sessione di Bilancio riguarderà unicamente
l’intervento per la lettura e l’approvazione da parte del Consiglio Provinciale essendo sospesa l’applicazione delle disposizioni relative ai pareri dell’Assemblea dei Sindaci sia per l’approvazione dei bilanci preventivi che consuntivi.
I dati salienti del Bilancio di previsione della Provincia di Benevento per l’anno in corso evidenziano che le spese correnti sono pari a circa 30,5 milioni di euro e quelle in conto capitale a oltre 212 milioni di Euro.

Il Bilancio rispetta l’equilibrio sia per quanto riguarda le entrate corrente che quelle in conto capitale.
Sono previsti interventi di particolare rilevanza per la viabilità provinciale, finanziati da risorse del Cipe e della Regione Campania. Le opere maggiori sono il collegamento Strada provinciale n. 45
Montefalcone Valf. – Statale 90 bis per circa 6,2 milioni di Euro; la Foiano Valfortore – Statale 90 bis (1° tronco) per circa 37,3 milioni di Euro; l’asse stradale Valle Caudina – Statale 7 Appia per oltre 9,3 milioni di Euro. Nel corso dell’anno saranno realizzati, inoltre, gli interventi per i quali nel corso del 2020 sono stati accesi mutui con la Cassa Depositi e Prestiti per € 9.380.000,00.
Nel settore della viabilità sono previsti, inoltre, interventi di manutenzione straordinaria per € 4.398.244 finanziati con fondi statali, oltre ad € 500.000 di manutenzione ordinaria con fondi di bilancio.
Va notato, a tale riguardo, che la Provincia, in base alle norme per il prelievo forzoso volto a ripianare il deficit dello Stato, anche per
ciascuno degli anni dal 2021 al 2023, dovrà riversare all’Erario la somma complessiva di oltre 11,8 milioni di Euro, somma che sarebbe in verità molto più elevata se non fossero intervenuti meccanismi di compensazione disposti dallo Stato medesimo per evitare il tracollo finanziario delle Province.
Infine, va osservato che le entrate tributarie per le Imposte sulle assicurazioni e sulla trascrizione di proprietà per i veicoli a motore, e sulla tutela e protezione dell’ambiente, pur essendo pari a circa 17,3
milioni di Euro, risultano di quasi 1,5 milioni di Euro inferiori a quelle del 2019 per effetto della caduta dei consumi a causa della pandemia da Covid 19.
Il Presidente Di Maria ha così commentato il provvedimento: “L’adozione dello Schema di Bilancio di previsione a ridosso dei tempi ordinari rappresenta uno sforzo significativo ed utile per una maggiore fluidità dell’azione amministrativa e un più rilevante impatto sul tessuto sociale ed economico del Sannio grazie a politiche mirate. Il Bilancio di previsione per il 2021 e la sua proiezione nel triennio rappresenta inoltre una sintesi di programmazione che dà ulteriore slancio alla
ristrutturazione dell’Ente Provincia. Particolare attenzione è stata posta agli investimenti di spesa per tutte le funzioni in capo alla Provincia: del pari, eguale attenzione è stata posta a quelle spese non
strutturalmente funzionali, e mi riferisco a quelle per il segmento culturale, sul quale è stato riversato il nostro massimo carico di
interesse che si tradurrà in una forte ricaduta sul versante del turismo culturale ed in quello enogastronomico e religioso. La massiccia riapertura ai concorsi pubblici è una sfida molto importante per conseguire la ristrutturazione dell’Ente, recuperando energie nuove per dare slancio operativo alla Provincia, restituendola al proprio ruolo istituzionale di promozione e sviluppo del territorio”.

Tags: