lunedì 1 Marzo 2021 Il Tar della Campania: da domani consentita scuola in presenza anche a quarta e quinta elementare | infosannionews.it lunedì 1 Marzo 2021
Smooth Slider
Covid,al San Pio un deceduto.Sono 50 i nuovi positivi

Covid,al San Pio un deceduto.Sono 50 i nuovi positivi

Presso l'azienda ospedaliera San Pio come riportato dal bollettino aggiornato ...

Riprendono le attività del Centro Studi “Aldo Moro” di Castelvenere: sarà voce critica del paese

Il coordinamento affidato  provvisoriamente a Mimmo Ragozzino.“Dov’eravamo rimasti …” Non ...

Mortaruolo : “Ho chiesto chiarimenti a De Luca su ordinanza chiusura scuole”

Mortaruolo : Ho chiesto chiarimenti a De Luca su ordinanza chiusura scuole

"Questa mattina ho inviato una lettera al Presidente Vincenzo De ...

Verdicchio non ha diffamato la Cooperativa La Solidarietà. Lo sancisce l’archiviazione del procedimento nei suoi confronti

Verdicchio non ha diffamato la Cooperativa La Solidarietà. Lo sancisce l'archiviazione del procedimento nei suoi confronti

Il dirigente Alessandro Verdicchio dà notizia dell'avvenuta archiviazione del procedimento ...

Il Tar della Campania: da domani consentita scuola in presenza anche a quarta e quinta elementare

20/01/2021
By

La Regione aveva già consentito l’attività didattica in presenza fino alla terza classe elementare,si aggiungono ora anche la quarta e la quinta, da domani, 21 gennaio 2021.

Il Tar della Campania si è pronunciato sull’ordinanza relativa all’attività scolastica in regione, stabilendo l’adeguamento alle disposizioni nazionali per quanto riguarda la scuola Primaria.

Rimangono in vigore le disposizioni regionali relative alla scuola secondaria di primo grado, le cui attività in presenza restano pertanto sospese fino al 23 gennaio.

Per la Secondaria di II grado si deciderà, come previsto nell’ordinanza regionale, dopo il 23 gennaio alla luce delle verifiche dell’Unità di Crisi.

A breve sarà emanata un’ordinanza che riassumerà l’insieme delle decisioni relative all’attività scolastica, coerenti con quanto stabilito.

Saranno i sindaci e le autorità sanitarie locali ad assumere decisioni in base ai contesti locali.

Tags: ,