domenica 28 Febbraio 2021 Bracconieri intenti ad effettuare una battuta di caccia al cinghiale.Deferiti all’A.G. | infosannionews.it domenica 28 Febbraio 2021
Smooth Slider
Caporaso, sindaco di Telese su Covid alla Malgieri : “L’attenzione da parte nostra è altissima”

Caporaso, sindaco di Telese su Covid alla Malgieri : L’attenzione da parte nostra è altissima

Casi di positività alla Maugeri, la dichiarazione del sindaco di ...

Benevento. Manca il medico in Questura, la Li.Si.Po scrive al Prefetto

Benevento. Manca il medico in Questura, la Li.Si.Po scrive al Prefetto

"Oggetto: cercasi medico per la questura di benevento Lettera aperta ...

AltraBenevento : “Sparito il tetracloroetilene, miracolo non credibile”

AltraBenevento : Sparito il tetracloroetilene, miracolo non credibile

Scrive Gabriele Corona da AltraBenevento : "Gesesa pubblica nuove tabelle ...

Gli Amici della Terra a colloquio con il delegato del Prefetto

Gli Amici della Terra a colloquio con il delegato del Prefetto

Una delegazione del Comitato Promotore del Club degli Amici della ...

Sospensione didattic in presenza: la nota dell’Unisannio

Sospensione didattic in presenza: la nota dell'Unisannio

L'ordinanza n. 6 del 27 febbraio 2021 sospende le lezioni ...

Bracconieri intenti ad effettuare una battuta di caccia al cinghiale.Deferiti all’A.G.

08/01/2021
By

Durante un controllo finalizzato alla repressione dei reati nel settore venatorio, il personale della Stazione Carabinieri Forestale di Vitulano, unitamente al NIPAAF di Benevento, ha sorpreso una squadra di bracconieri intenti ad effettuare una battuta di caccia al cinghiale in periodo di divieto generale, tra i comuni di Vitulano, Castelpoto e Campoli del Monte Taburno. L’attività posta in essere ha condotto al deferimento di vari soggetti alla competente AG per il reato di caccia al cinghiale in periodo di divieto generale.

Durante l’operazione veniva intercettato anche un soggetto, il quale colto in flagranza, tentava la fuga. Prontamente veniva fermato dai militari operanti e pertanto sottoposto a perquisizione. Si procedeva altresì al sequestro del fucile da caccia e relativo munizionamento, nonché di una ricetrasmittente utilizzata per svolgere l’attività illecita.

A completamento dell’attività si evidenzia che sono state elevate anche varie sanzioni amministrative per violazioni al disciplinare del calendario venatorio.

L’attività di indagine è ancora in corso per chiarire alcuni aspetti. Inoltre i controlli verranno intensificati al fine di garantire che l’attività venatoria venga praticata all’insegna del buon senso e del rispetto della normativa vigente.

Tags: