domenica 26 Settembre 2021 Il M5S sull’avvio della campagna vaccinale | infosannionews.it domenica 26 Settembre 2021

Smooth Slider
Mastella: “Il Maestro Mimmo Paladino girerà film al Parco Verde di Benevento “

Mastella: Il Maestro Mimmo Paladino girerà film al Parco Verde di Benevento

L’artista sannita Mimmo Paladino girerà un film al Parco Verde ...

Pietrelcina. A sorpresa arriva il Ministro del Turismo Massimo Garavaglia

Boom di turisti nel paese natale di Padre Pio.  L’esponente ...

Pietrelcina. Complesso sportivo: intitolato al sindaco emerito Lino Mastronardi

Tanta emozione e grande folla per l’importante cerimonia.  Masone: “per ...

Mortaruolo : Sostegno all'idea di Perifano di istituire un ITS dell'Agroalimentare in provincia di Benevento

“L'idea lanciata dal candidato sindaco di Alternativa per Benevento, Luigi ...

Benevento Calcio. Con il Perugia spettatori per il 50% della capienza massima

Benevento Calcio. Con il Perugia spettatori per il 50% della capienza massima

"Il Benevento Calcio è lieto di annunciare, in riscontro al ...

San Pio. Covid: situazione stazionaria con 14 ricoverati

San Pio. Covid: situazione stazionaria con 14 ricoverati

Non cambia la situazione Covid al San Pio di Benevento ...

Il M5S sull’avvio della campagna vaccinale

26/12/2020
By

Sono 720 le dosi di vaccino anti-Covid assegnate alla Campania per il V-day di domenica 27 dicembre, dimostrativo in tutt’Italia e nei Paesi dell’Unione Europea. Tra i sei punti di somministrazione della nostra regione figura il “San Pio” di Benevento, dove le 100 dosi assegnate saranno destinate ai medici, infermieri e oss che si sono prenotati e risultano in apposito elenco. È una prima, seppur flebile luce che comincia a rischiarare la difficile via d’uscita dal tunnel di una pandemia globale e devastante. Occorre però da subito fornire ai cittadini un’informazione chiara e aggiornata sulla campagna di vaccinazione in partenza. Poiché le prime dosi del vaccino non saranno disponibili per tutti, si rendano sempre pubblici i criteri oggettivi di scelta, da cui deriveranno necessarie esclusioni, come già nel caso del V-day di Benevento, che coprirà poco oltre la metà del personale sanitario interessato. Non c’è stata, inoltre, fino ad oggi alcuna campagna informativa che riguardi casi specifici, e questo è un punto debole da superare. Le domande dei cittadini sono le più comuni, ma non scontate: potrà fare il vaccino chi ha il diabete, chi ha avuto un infarto, chi sta combattendo un tumore, chi è stato sottoposto a trapianto, chi ha una diagnosi di sclerosi multipla, chi soffre di allergie? Per evitare il flop della vaccinazione volontaria a causa di una mancata campagna informativa capillare, sarebbe utile il prezioso coinvolgimento, così come preannunciato a Napoli, dell’Ordine dei Medici di Benevento, nell’adempimento del suo ruolo di organo ausiliare dello Stato. Ma anche il Sindaco della città deve fare la sua parte, impegnandosi nell’attività di programmazione e di controllo della campagna vaccinale. Dobbiamo tutti dare spazio alla speranza che il vaccino possa finalmente sconfiggere il virus, disinnescando un certo terrorismo mediatico che attualmente crea confusione tra medicina e astrologia.

Tags: