domenica 26 Giugno 2022 San Pio. Altri due morti per Covid e 5 dimessi | infosannionews.it domenica 26 Giugno 2022
Smooth Slider

Pago Veiano. Forum Giovani: martedì 28 giugno il nuovo Presidente

Nello stesso giorno verrà eletto il nuovo consiglio direttivo formato ...

Corona : ” La Provincia e l’Asea non applicano le norme sul Deflusso Ecologico”

Corona : La Provincia e l'Asea non applicano le norme sul Deflusso Ecologico

Poca acqua dalla diga al fiume Tammaro, Altra Benevento contesta ...

A Benevento il Jazz è Vivo, con il concerto sotto le stelle “Le canzoni della radio”.

Si è conclusa, venerdì sera, in una gremitissima e calorosa ...

Benevento. Attestato in Biologia per i ragazzi del Liceo Scientifico “Galilei Vetrone”

Prime confidenze con la Medicina prima di affrontare l’Università.Il progetto ...

San Pio. Stazionaria la situazione al nosocomio nelle ultime 24 ore

San Pio. Stazionaria la situazione al nosocomio nelle ultime 24 ore

Resta stazionaria la situazione pazienti Covid al San Pio di ...

Giornata nera sulle strade: 6 feriti a Solopaca, incidente anche sulla tangenziale di Benevento.

Giornata nera sulle strade: 6 feriti a Solopaca, incidente anche sulla tangenziale di Benevento.

Tutta da accertare la dinamica di un incidente stradale avvenuto ...

Stampa articolo Stampa articolo

San Pio. Altri due morti per Covid e 5 dimessi

14/12/2020
By

Sono finiti al nosocomio sannita un dipendente della Trotta Bus di 58 anni ed un sacerdote nativo di Puglianello ma residente a Santa Maria a Vico. “Alla fine è arrivata la triste notizie che non volevo ricevere. Caro Cosimo questo maledetto Covid ti ha portato via a 58 anni. Collega educato ed infaticabile. Quante discussioni sul lavoro, sempre costruttive… ricordo come se fosse ieri gli scioperi l’occupazione in azienda ai tempi del fallimento AMTS e alla fine mi davi una pacca sulla spalla e ridevamo all’infinito. Quanti momenti passati insieme che mi mancheranno da morire. Ti ricorderò per sempre. Sei stato un maestro per molti di noi, sempre a sdrammatizzare sui problemi aziendali e i tuoi insegnamenti caro amico mio ci accompagneranno per sempre. Adesso vigilerai da lassù sui tuoi amici-colleghi . Che la terra ti sia lieve”. E’ quanto scrive dall’Uil Cosimo Pagliuca in ricordo di Cosimo il 58enne di Montesarchio. Anche il Sindaco di Montesarchio Franco Damiano, ha avuto parole per lo sfortunato lavoratore : “Ancora una volta dobbiamo annunciare il decesso di un nostro concittadino risultato positivo al coronavirus. Cosimo, un amico, non ce l’ha fatta: un’altra vittima, di soli 58 anni, che purtroppo dobbiamo salutare. Un altro pezzo della nostra cittadina che se ne va, decisamente troppo presto, in un anno devastante. A Cosimo un saluto dal profondo del cuore, un abbraccio ai suoi familiari di cui mi onoro essere amico da sempre”. Francesco Maria Rubano, sindaco di Puglianello, ha invece ricordato l’altra persona che è deceduta al San Pio, Padre Salvatore Lavorgna:“Cari amici, questo maledetto Covid si è portato via un altro figlio della nostra terra. E’ venuto a mancare padre Salvatore Lavorgna, Missionario Oblato dell’Immacolata. Aveva passato la sua infanzia a Puglianello, dove era rimasto sino all’età di 11 anni. Dopo le scuole medie frequentate a Santa Maria a Vico e il Liceo Classico a Firenze, aveva trascorso gli anni del noviziato in Molise per poi essere ordinato sacerdote nel 1964 a San Giorgio Canavese, in provincia di Torino. Aveva esercitato la vocazione cristiana a Napoli fino al 1969 per poi trasferirsi ad Aosta, dove è rimasto fino al 1978. Da quell’anno, è tornato a Santa Maria a Vico dove è rimasto fino al suo ultimo giorno. La sua prima Santa Messa celebrata congiuntamente all’allora parroco di Puglianello, Don Gabriele Pastore, il 12 Luglio 1969, è scolpita nei ricordi di molti nostri concittadini. Il mio pensiero in questo momento è rivolto ai suoi familiari di Puglianello, ai quali formulo, a nome anche dell’intera Amministrazione comunale, le più sentite condoglianze per la grave perdita. Padre Salvatore era un esempio per tutti noi e aveva dedicato la sua vita ad aiutare il prossimo e a dare sollievo alle sofferenze altrui. Mi auguro che la sua eredità cristiana sia da stimolo per tutti noi e ci supporti nella realizzazione del nostro sogno: una comunità fondata sulla fratellanza e sulla solidarietà”.

Tags: